Rete Toscana Classica


Palinsesto 27 luglio 2017

Per conoscere la programmazione mensile abbonati al nostro bollettino dei programmi; con meno di 10 centesimi al giorno potrai sostenerci e riceverai tutti i dettagli della programmazione. Per farlo vai sulla pagina "abbonamenti"


GIOVEDÌ 27 LUGLIO

§6 – 7.30
OMAGGIO A IGOR MARKEVITCH
Wolfgang Amadeus Mozart 1756–1791
Sinfonia n. 38 in re maggiore K. 504 «Praga»
Ludwig van Beethoven 1770-1827
Sinfonia n. 6 in fa maggiore op. 68 «Pastorale»
Franz Schubert 1797 – 1828
Sinfonia n. 3 in re maggiore D. 200

§7.31-7.42
JEFFREY TATE DIRIGE L’OPERETTA VIENNESE
Johann Strauss jr. 1825-1899
Da Il pipistrello: Csardas
Franz Lehár 1870-1948
Da La vedova allegra: Vilja-Lied

§7.43-7.54
I CORALI DI BACH TRASCRITTI DA FERRUCCIO BUSONI
Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
Preludio corale «Nun komm, der Heiden Heiland» BWV 659, trascrizione per pianoforte di Ferruccio Busoni
Johann Sebastian Bach 1685-1750
«Ich ruf zu dir, Herr Jesu Christ», Preludio corale BWV 639, trascrizione per pianoforte di Ferruccio Busoni

§7.55-8.05
Alfred Schnittke 1934-1998
Gratulationsrondo per violino e pianoforte

§8.06-8.26
Franz Joseph Haydn 1732-1809
Arianna a Naxos, Cantata

§8.27-8.49
Piotr Ilijč Čajkovskij 1840-1893
Lo Schiaccianoci, Suite dal balletto

§8.50-8.59
Heinrich Schütz 1585-1672
O primavera gioventù dell’anno, testo di Giovanni Battista Guarini

§9.00-10.29
ALMANACCO
Il ventisette luglio del 1867 nasceva a Lérida di Catalogna il compositore Enrique Granados. Studiò con Felipe Pedrell e completò la sua formazione musicale a Parigi, iniziando una carriera di concertista di pianoforte. Fu al pianoforte infatti che dedicò il massimo delle proprie energie di compositore, con le raccolte delle Danzas españolas e dei due quaderni di Goyescas, ispirati all’arte di Goya e considerati il suo capolavoro. Da queste raccolte trasse anche un’opera lirica che porta il medesimo titolo. Insieme a Isaac Albeniz fu uno dei fondatori della scuola nazionale spagnola, e seppe trovare un sapiente punto d’incontro fra il gusto virtuosistico e impressionistico tardo romantico e la tradizione melodica della sua terra. Morì nel 1916.

Enrique Granados 1867-1916
Andaluza, dalle Danze spagnole
Enrique Granados 1867-1916
Oriental, dalle Danze spagnole
Enrique Granados 1867-1916
La maja y el Ruiseñor, da Goyescas

Centocinque anni or sono nasceva a Kiev il direttore d’orchestra e compositore Igor Markevitch. La sua formazione musicale si svolse in Svizzera e quindi a Parigi, dove ebbe modo di studiare con Alfred Cortot e Nadia Boulanger. Per la direzione d’orchestra fu poi anche allievo di Hermann Scherchen. Il debutto direttoriale avvenne a Amsterdam nel 1930, e la sua carriera proseguì in collaborazione col grande impresario dei Ballets russes Sergej Djaghilev. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu in Italia e fece parte del Comitato di Liberazione Nazionale. Al termine del conflitto assunse la guida dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, e nel contempo iniziò una grande carriera internazionale che lo portò a guidare il Covent Garden di Londra, l’Orchestra Filarmonica di Stoccolma, e a tenere celebri corsi al Mozarteum di Salisburgo. Dal 1948 prese la cittadinanza italiana. Per tre anni, dal 1972 al 1975 fu direttore musicale dell’Orchestra di Santa Cecilia. Il suo repertorio si estendeva dai classici del Settecento alla musica contemporanea, ma si distinse in particolare nelle partiture di scuola russa e nella musica del Novecento, di cui fu apostolo e interprete lucidissimo. Morì ad Antibes nel 1983.

Paul Dukas 1865-1935
L’apprendista stregone, scherzo da una ballata di Goethe
Darius Milhaud 1892-1974
Le train bleu, balletto in un atto, soggetto di Jean Cocteau

Centodue anni or sono nasceva a Firenze il tenore Mario del Monaco. Studiò a Pesaro, ed esordì a Milano al Teatro Puccini con Madama Butterfly. La sua carriera folgorante lo portò ad esibirsi trionfalmente in tutti i maggiori teatri del mondo, e specialmente al Metropolitan di New York, dove fu stabilmente presente dal 1950 al 1959. Dotato di una eccezionale potenza vocale, si caratterizzò per il colore brunito della voce, adattissima ai ruoli di tenore drammatico, primo fra tutti quello di Otello, del quale è rimasto interprete insuperato e leggendario. Fu anche grande interprete della musica verista italiana e del teatro musicale di Puccini. Lo riproponiamo in un’escuzione storica fiorentina dell’Ernani di Verdi, diretto da Dimitri Mitropoulos.

Giuseppe Verdi 1813-1901
Da Ernani: «Come rugiada al cespite» - «Oh tu che l’alma adora»
Giacomo Puccini 1858 – 1924
Da Manon Lescaut: «Donna non vidi mai»

Novantatré anni or sono moriva a Berlino il compositore e pianista toscano Ferruccio Benvenuto Busoni. Figlio d’arte, era nato a Empoli nel 1866 ed ebbe la sua educazione musicale dai genitori. A vent’anni era già considerato l’erede di Liszt. Si trasferì assai giovane in Germania, prima a Lipsia e poi a Berlino. Dal 1913 al 1915 diresse il Conservatorio di Bologna, e quindi si trasferì a Zurigo, dove rimase fino al 1920, per poi ritornare a Berlino, dove visse fino alla morte, viaggiando continuamente per le proprie tournées concertistiche. La sua vasta opera di compositore e di teorico è stata a lungo oscurata dalla sua fama di sommo pianista. Solo in tempi relativamente recenti anche la sua produzione ha trovato l’attenzione che merita presso gli interpreti e il pubblico. Tra i molti lavori sinfonici, cameristici e pianistici, ha lasciato anche quattro opere liriche: La sposa sorteggiata, Turandot, Arlecchino e Doktor Faust.

Ferruccio Busoni 1866-1924
Concerto per pianoforte e orchestra d’archi op. 17

§10.30-10.40 notiziario culturale

§10.40-11.40
PARLIAMO DI MUSICA
Antologia personale di varietà, novità, interpreti e umanità varia
a cura di Alberto Batisti

§11.41-12.02
Robert Schumann 1810 – 1856
Liederkreis op. 24 , nove Lieder su testo di Heinrich Heine

§12.03-12.30
Franz Joseph Haydn 1732-1809
Sinfonia n. 60 in do maggiore «Il distratto»

§12.30-12.40 notiziario

§12.40-13.14
I POEMI SINFONICI DI DVOŘÁK
Antonin Dvořák 1841 – 1904
La Strega di mezzogiorno, Poema sinfonico op. 108, da Karel Jaromir Erben
Antonin Dvořák 1841 – 1904
La colomba selvatica, Poema sinfonico op. 110, da Karel Jaromir Erben

§13.15-14.14
RECITAL DI MICHELE CAMPANELLA
Franz Liszt 1811-1886
Rapsodia ungherese n. 3 in si bemolle maggiore
Franz Liszt 1811-1886
Rapsodia ungherese n. 4 in mi bemolle maggiore
Modest Musorgskij 1839-1881
Quadri di una esposizione
Ferruccio Busoni 1866-1924
Sonatina seconda

§14.15-14.23
Arthur Honegger 1892-1955
Pastorale d’été, Poema sinfonico

§14.24-14.42
Johann Sebastian Bach 1685-1750
Suite n. 5 in sol minore BWV 1070, attribuita a Wilhelm Friedemann Bach

§14.43-15.19
IL PIANOFORTE DI SCHUBERT
Franz Schubert 1797-1828
Sei Danze tedesche D. 820
Franz Schubert 1797-1828
Valzer in sol maggiore D. 979
Franz Schubert 1797-1828
Sonata in mi maggiore D. 459

§15.20-15.30
Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
Adagio e Allegro in fa minore per organo meccanico K. 594

§15.30-15.40 notiziario culturale

§15.40-16.19
IL GIOVANE ŠOSTAKOVIČ
Dimitri Šostakovič 1906-1975
Tema e variazioni in si maggiore op. 3
Dimitri Šostakovič 1906-1975
Scherzo in mi bemolle maggiore op. 7
Dimitri Šostakovič 1906-1975
Suite n. 1 per jazz band
Dimitri Šostakovič 1906-1975
Estratti dalle musiche di scena op.19 per il dramma «La cimice» di Majakovskij

§16.20-16.51
JoaquÍn Rodrigo 1901-1999
Concerto Eroico

§16.52-17.19
TRE CONCERTI DI VIVALDI
Antonio Vivaldi 1678-1741
Concerto in do maggiore op. 9 n. 1
Antonio Vivaldi 1678-1741
Concerto in la maggiore op. 9 n. 2
Antonio Vivaldi 1678-1741
Concerto in sol minore op. 9 n. 3

§17.20-18.04
BOULEZ DIRIGE BARTÓK
Béla Bartók 1881-1945
Suite di danze
Béla Bartók 1881-1945
Divertimento per orchestra d’archi

§18.05-18.30
Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
Sonata in fa maggiore K. 533/494

§18.30-18.40 notiziario

§18.40-19.23
I CONCERTI PER FIATI DI MOZART
Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
Concerto in mi bemolle maggiore K. 417 per corno e orchestra
Wolfgang Amadeus Mozart 1756- 1791
Concerto per clarinetto e orchestra in la maggiore K. 622

§19.24-19.35
François Couperin 1668-1733
Tredicesimo Concerto in sol maggiore a due strumenti all’unisono da «Les Goûts Réunis»

§19.35-20.14
ALEXIS WEISSENBERG SUONA DEBUSSY
Claude Debussy 1862 – 1918
Children’s Corner
Claude Debussy 1862–1918
L’Isle joyeuse
Claude Debussy 1862-1918
Suite bergamasque

§20.15-20.30
Cristiano Giuseppe Lidarti 1730-1795
Concerto per cembalo con violini e basso

§20.30-21.51
Gustav Mahler 1860 – 1911
Sinfonia n. 7 in mi minore

§21.52-22.47
Ludwig van Beethoven 1770-1827
33 variazioni su un valzer di Diabelli op. 120

§22.47-24.00
François-Joseph Gossec 1734-1829
Le Triomphe de la République ou le camp de Grand Pré, divertissement lyrique in un atto, libretto di Marie-Joseph Chénier

Per informazioni sui palinsesti contatta Luca Berni:programmazione@retetoscanaclassica.it

RETE TOSCANA CLASSICA
Sede: Viale della Repubblica 277 - 59100 Prato
Tel 0574 401894 Fax 0574 448547
P.IVA 01928540978
info@retetoscanaclassica.it