Un anno dedicato alle donne

Care amiche e cari amici,
buon 2023!

Il nuovo anno di Rete Toscana Classica si apre con tanti progetti di qualità e con un nuovo ciclo di trasmissioni che è il seguito ideale de Il pianoforte ben temperato, l’indagine di Claudio Proietti sulle interpretazioni pianistiche del monumento di Bach consacrato alla tastiera, il cui Primo volume ha compiuto trecento anni nel 2022. Con questo nuovo itinerario, intitolato Il clavicembalo ben temperato: un mito senza tempo, Proietti indaga l’eredità del Wohltemperierte Clavier nella musica e nei compositori dei tre secoli successivi, partendo da Mozart, che nel 1782, appena trasferitosi a Vienna, dalla scoperta dei Preludi e Fughe di Bach ricevette un’autentica folgorazione, per giungere fino a Nikolaj Kapustin e La Monte Young, l’apripista del minimalismo americano.

Tra gli altri progetti che ci vedranno impegnati nel 2023, uno di vaste proporzioni è dedicato all’universo femminile nella musica. È realizzato in collaborazione con la Regione Toscana e fa parte della più ampia progettazione La Toscana delle donne. I nostri ritratti saranno dedicati a compositrici, strumentiste, celebri cantanti d’opera e culmineranno in quello di Maria Callas, di cui nel 2023 ricorre il centenario della nascita.

Con Marco Mangani abbiamo inoltre in cantiere un grande ciclo di approfondimento sul Suono dei secoli, una ricostruzione dell’ambiente sonoro per cui fu creata la musica nel suo percorso storico, dal medioevo ai giorni nostri, secondo una prospettiva assolutamente originale che vedrà la partecipazione, come ospiti, di illustri interpreti dei vari repertori e di autorevoli studiosi. 

Come da tradizione, il 6 gennaio trasmetteremo in differita il Concerto di Capodanno con i complessi della Scuola di Musica di Fiesole, con replica giovedì 12 gennaio.

Infine, mercoledì 11 gennaio ci collegheremo in diretta col Teatro Politeama di Prato per il concerto diretto da Hugo Ticciati sul podio della Camerata strumentale. In programma figurano Fratres di Arvo Pärt, il Concerto n. 1 per pianoforte, tromba e orchestra d’archi di Šostakovič con Mariangela Vacatello (nella foto) alla tastiera e Marco Pierobon alla tromba, e una versione per orchestra d’archi del meraviglioso Ottetto op. 20 di Felix Mendelssohn.

Confidiamo nella vostra fedeltà di abbonati al Bollettino, da questo numero in formato elettronico. Abbonarsi significa sostenere Rete Toscana Classica ed essere sempre aggiornati sulla programmazione. Di questo sostegno vi siamo profondamente grati.

Buon ascolto e auguri per un 2023 pieno di musica, di armonia, e soprattutto di pace.

Alberto Batisti

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy