Beethoven 250-I quartetti: L’op. 18 n. 5 e n. 6

22/06 - 18.40

La terza puntata del ciclo Beethoven 250-I quartetti d’archi è dedicata al Quartetto in la maggiore op. 18 n. 5 e al Quartetto in si bemolle maggiore op. 18 n. 6. Maddalena Bonechi conclude così l’esame dell’op. 18, avviata nelle prime due puntate, seguendo le date di composizione dei quartetti. Il Quartetto op. 18 n. 5 presenta diversi legami con il Quartetto in la maggiore K. 464 di Mozart, nonché con l’op. 74 n. 2 di Haydn. Nel Quartetto op. 18 n. 6 l’Adagio finale, intitolato da Beethoven stesso La Malinconia, è caratterizzato da una melodia lenta e grave cui risponde l’Allegretto quasi Allegro, dai toni del Ländler. Proprio in questi evidenti contrasti è possibile rintracciare il germe di alcune delle innovazioni del Beethoven successivo.

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy