Emil Gilels interpreta Ciajkovskij e Brahms

20/07 - 16.13

Il pianista Emil Gilels interpreta due concerti di Ciajkovskij e di Brahms con la Chicago Symphony Orchestra diretta da Fritz Reiner.

Di Piotr Ilijc Ciajkovskij ascoltiamo il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in si bemolle minore, op. 23, composto tra il 1874 e il 1875. Giudicato ineseguibile da Rubinstein, questa concerto presenta anche nella stesura definitiva difficoltà tecniche impressionanti. “I rapporti del pianoforte e dell’orchestra – scriveva Ciajkovskij a Nadezda von Meck – sono del tutto diversi. Qui i colori dell’uno non si saprebbero mescolare con quelli dell’altra perché i suoni percussivi del pianoforte suonano sempre indipendentemente da ogni altra combinazione sonora. Tuttavia, il conflitto scoppia fra due avversari di forze uguali perché alla potenza dell’orchestra e alla sua infinita varietà di colori tiene testa questo avversario minuscolo, inverosimile ma risoluto, il quale riuscirà vittorioso se il pianista è dotato”.

A seguire il Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in si bemolle maggiore, op. 83 di Johannes Brahms. Scritto nel 1881 e dedicato al “caro amico e maestro Eduard Marxsen”, l’istruttore degli studi giovanili ad Amburgo, questo Concerto si avvicina per la sua grandiosità più a una Sinfonia che a un Concerto classico-romantico. Non a caso si articola in quattro tempi invece dei canonici tre.

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy