Il violino di Erica Morini per Mozart

02/06 - 14.03

Erica Morini è stata definita dal New York Times “probabilmente la più grande violinista del ventesimo secolo”. Di origini italiane, la Morini è nata a Vienna nel 1904 ed è morta nel 1995 a New York. Si era trasferita negli Stati Uniti all’inizio della seconda guerra mondiale vi aveva ottenuto la cittadinanza. Bambina prodigio, debuttò a dodici anni a Vienna e a diciassette già si esibiva oltreoceano. Nel 1924 le fu donato lo Stradivari ‘’Davidov-Morini’’ del 1727, intitolato al violoncellista Karl Davydov. Il prezioso strumento fu trafugato dal suo appartamento poche settimane prima che morisse, mentre era ricoverata in ospedale.

La ascoltiamo in due pagine di Wolfgang Amadeus Mozart. In apertura la troviamo nel ruolo di solista nel Concerto per violino e orchestra in la maggiore K 219 con l’Orchestra del Festival di Perpignan diretta da Pablo Casals. A seguire esegue con il pianista Louis Kentner la Sonata per violino e pianoforte in si bemolle K 454.

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy