La musica di Pierre Boulez

06/03 - 18.40

Oltre a essere stato un grande direttore d’orchestra, Pierre Boulez ha anche lasciato un’importante eredità come compositore. Ne ascoltiamo tre pagine da lui stesso dirette con l’Ensemble InterContemporain.
In apertura troviamo Mémoriale (…Explosante-fixe… Originel) per flauto solo e otto strumenti con Sophie Cherrier al flauto. Scritto nel 1985, questo brano nasce da …explosante-fixe…, che Boulez compose nel 1971 in ricordo di Igor Stravinskij. Nel 1985, in seguito alla morte di Lawrence Beauregard, flautista dell’Ensemble InterContemporain, Boulez prese il tributo a Stravinskij e lo trasformò in un omaggio a Beauregard.
A seguire Dialogue de l’ombre double con Alain Damiens al clarinetto. Dedicato a Luciano Berio, questo brano, il cui titolo proviene da Le soulier de satin di Paul Claudel, è un’alternanza di strofe e transizioni eseguite dallo stesso strumentista. Le strofe vengono eseguite dal vivo mentre le transizioni sono preregistrate.
In chiusura Cummings ist der Dichter con i BBC Singers. Questa pagina nasce nel 1986 a partire da quattro poesie di Edward Estlin Cummings, che Boulez aveva conosciuto durante la sua prima visita negli Stati Uniti nel 1952.

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy