L’arte di Jordi Savall

25/03 - 22.38

Con trent’anni di ricerca alle spalle, Jordi Savall è considerato  uno dei principali protagonisti dell’attuale rivalutazione della musica barocca. Lo ascoltiamo alla viola da gamba in un’antologia di musica francese del Seicento.
In apertura troviamo Les Pleurs, per due viole da gamba di Monsieur de Sainte-Colombe le Père con Christophe Coin alla seconda viola. Di padre in figlio, passiamo poi alla Fantaisie en rondeau in sol minore di Monsieur de Sainte-Colombe le Fils.
In chiusura due pagine di Marin Marais. Nella prima – Couplets des Folies d’Espagne – al fianco di Savall ci sono Michel Behringer al clavicembalo e Rolf Lislevand alla tiorba. Nella seconda – Sonnerie de Sainte Geneviève du Mont-de-Paris – troviamo Fabio Biondi al violino, Pierre Hantaï al clavicembalo e Rolf Lislevand alla tiorba.

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy