Le Visions fugitives di Sergej Prokof’ev

09/01 - 23.49

Stasera vi diamo la buonanotte con una selezione dalle Visions fugitives op. 22 di Sergej Prokof’ev nell’interpretazione di Sviatoslav Richter. Il grande pianista russo ne suona dieci su venti: le numero 3, 4, 5, 6, 8, 9, 11, 14, 15 e 18. Le ascoltiamo in una registrazione dal vivo realizzata al Carnegie Hall di New York il 26 dicembre 1960.
Scritte tra il 1915 e il 1917, negli anni della prima guerra mondiale, le Visions fugitives si presentano come un quaderno di appunti, di idee fermate prima che svaniscano, in cui troviamo tutti gli aspetti caratteristici del linguaggio di Prokof’ev.

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy