Matteo Fossi suona Beethoven

24/02 - 11.58

Il pianista fiorentino Matteo Fossi suona la Sonata n. 4 per pianoforte in mi bemolle maggiore op. 7 di Ludwig van Beethoven. Composta nel 1796, questa pagina è talvolta chiamata Die Verliebte per via di un ipotetico innamoramento del musicista per la dedicataria, la contessa Babette von Keglevich. Anche questa, come le Sonate op. 2, richiede capacità tecniche che ne impedivano l’esecuzione ai dilettanti e presenta un impianto in quattro movimenti. Aspetti che attestano l’intenzione di  Beethoven di attribuire alla Sonata la dignità riservata ai generi più illustri del classicismo.

Nato nel 1978, Matteo Fossi ha studiato alla Scuola di Musica di Fiesole con Tiziano Mealli, poi con Maria Tipo, Pietro De Maria, Pier Narciso Masi e Maurizio Pollini.

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy