Pierre Boulez dirige Maurice Ravel

20/09 - 19.13

Pierre Boulez dirige i Berliner Philharmoniker in tre pagine di Maurice Ravel: Alborada del GraciosoRapsodie espagnole e Boléro.

In apertura ascoltiamo Alborada del gracioso, primo titolo spagnolo nella produzione del compositore francese. Scritto nel 1905 per pianoforte e trascritto per orchestra nel 1918, questo brano intreccia l’alborada, serenata mattutina per chitarra di antica origine galiziana, con il gracioso, personaggio buffo della commedia tradizionale spagnola.

Rapsodie espagnole vede la luce nel 1908. Manuel de Falla ne fu sorpreso “per il suo autentico carattere spagnolo. (…) L’ispanismo di Ravel non era affatto ottenuto mediante una pedissequa utilizzazione di documentazioni popolari, ma con un libero impiego di ritmi, melodie modali ed evoluzioni proprie della nostra lirica popolare”.

Infine il Boléro, scritto nel 1928 per la danzatrice Ida Rubinstein. Due anni dopo Arturo Toscanini lo eseguì per la prima volta a New York. Ravel si accorse che la versione di Toscanini si discostava dai tempi indicati e dichiarò che il brano doveva durare 17 minuti. Nella versione di Myung-Whun Chung ne dura 14.58.

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy