Cronache musicali

Rubrica mensile dedicata a notizie d’attualità nell’ambito della musica colta con interviste, approfondimenti e segnalazioni di eventi.

a cura di Luca Berni,

in onda il secondo mercoledì del mese alle 15.40 e in replica il venerdì successivo alle 10.40

Puntate

Apre questa puntata un’intervista alla liutista Evangelina Mascardi. La solista argentina ha appena pubblicato un album che contiene per la prima volta tutte le opere per liuto di Johann Sebastian Bach.

A seguire la presentazione di Orbite musicali, la rassegna dedicata ai rapporti tra scienza e musica in programma al Museo Galileo di Firenze ogni domenica di maggio. Realizzato grazie alla collaborazione con il Conservatorio Cherubini, il ciclo prevede quattro concerti ispirati al sodalizio tra musica e astronomia.

In chiusura un intervento di Francesco Ermini Polacci, direttore artistico delle manifestazioni ideate per celebrare i 600 anni dall’inizio della costruzione della cupola di Brunelleschi per la Cattedrale di Firenze. Polacci introduce Oltre l’azzurro. Il sogno di Brunelleschi. Si tratta di una nuova partitura con la musica di Silvia Colasanti e il testo di Maria Grazia Calandrone. L’esecuzione in prima assoluta lunedì 23 maggio nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore.


Pur bella la vita

Apre questa puntata un’intervista al mezzosoprano Marina Comparato per la candidatura 2023 all’inclusione dell’Arte del Canto Lirico Italiano nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’umanità.
A seguire Flora Gagliardi presenta la rassegna Pur bella la vita: Musiche nei luoghi storici di Pisa, di cui è direttrice artistica.
È poi la volta del liutista Simone Vallerotonda e del suo album Méditation Les quatre saisons du luth pubblicato da Arcana/Outhere Music nel gennaio 2022.
In chiusura la segnalazione del cd dedicato alle Opere per pianoforte di Giuseppe Unia nell’esecuzione dei pianisti Massimiliano Génot e Andrea Vigna-Taglianti edito da Tactus.

Sbagliando s’impara: ce lo conferma Clelia Sedda, dal 2014 direttrice artistica e conduttrice dell’ErrorDay, che il 13 marzo indaga l’errore in musica. L’appuntamento è all’Oratorio San Filippo Neri di Bologna con Forse che sì, forse che do. Motivi immotivati e altri errori in musica.
Vittoria Quartararo ci introduce invece al suo nuovo album, dedicato alle opere per piano solo di Henri Dutilleux. La pianista siciliana di base a Köln ne parla così: “Mentre la verticalità degli accordi di pianoforte può risuonare come fa la luce su una tela nera, lo sguardo diventa più orizzontale, distante e a tratti visionario, rilevando il riverbero di un suono trasformato in cristalli liquidi”.

 


x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy