Cronache musicali

Rubrica mensile dedicata a notizie d’attualità nell’ambito della musica colta con interviste, approfondimenti e segnalazioni di eventi.

a cura di Luca Berni,

in streaming

Puntate

In questa puntata Giovanni Mori intervista Francesco Giomi in occasione del suo sessantesimo compleanno. Direttore del centro di ricerca musicale Tempo Reale a Firenze e docente di musica elettronica al Conservatorio di Bologna, Giomi ripercorre il suo itinerario artistico. Tocca poi al compositore Lelio Camilleri tracciare un ritratto di Giomi come promotore culturale, insegnante e musicista. Infine Sandro Pizzichelli, giovane musicologo laureato all’Università di Pavia, si sofferma sull’approccio all’improvvisazione di Giomi.


Corde e martelletti

La pianista Ilaria Baldaccini presenta Corde e martelletti – 100 piccoli pezzi per crescere al pianoforte di Alessandro Sobiati. Un’opera che, come sottolinea l’esecutrice, “nasce guardando ai giovani e ai giovanissimi con l’obiettivo di avvicinarli al pianoforte pensato come corpo sonoro nella sua totalità, incuriosirli e appassionarli, introdurli alla musica colta contemporanea. Ma Corde e martelletti non può essere considerata soltanto un’opera didattica, perché l’estrema varietà dei brani, la pluralità dei suoni messi in campo, la molteplicità di caratteri e il modo concitato e incalzante con il quale i pezzi si susseguono, determinato dalla loro brevità, danno vita ad un ascolto di grande interesse destinato anche a un pubblico da concerto”.

A seguire Patrizia Guarnieri presenta Intellettuali in fuga dall’Italia fascista, il portale ideato e curato da Patrizia Guarnieri, docente di Storia Contemporanea all’Università di Firenze. Il portale è realizzato dall’Università con il sostegno della Regione Toscana. Si tratta di un archivio in progress, stratificato e aperto, volto a rendere testimonianza delle esistenze di quanti, tra accademici e scienziati, studenti e studiose, scrittrici, professionisti e artiste, abbandonarono l’Italia fascista, o furono costretti a emigrare in seguito all’emanazione delle leggi razziali. Tra questi anche musicisti e musicologi.


Mario Ancillotti racconta la nuova edizione del festival Suoni Riflessi, in programma a Firenze dal 1 ottobre al 25 novembre 2023.
A seguire una segnalazione della mostra Mimì. Anna Laetitia Pecci Blunt: la sua anima in un archivio. La vita, gli appunti e le immaginivisitabile alla Villa Reale di Marlia fino al 17 dicembre 2023. La mostra e il catalogo sono a cura di Roberta Martinelli con testi di Simonetta Giurlani Pardini.
In chiusura la segnalazione del compact disc con cui The Danish Spring Quartet porta a conclusione il progetto Prism. In ogni volume di questa serie una particolare fuga di Bach è collegata a un quartetto dell’ultimo Beethoven che, a sua volta, è collegato a un quartetto di un maestro successivo. In questo quinto album il preludio corale di Johann Sebastian Bach Vor deinen Thron tret ich hiermit viene collegato al Quartetto per archi n. 16 in fa maggiore di Ludwig van Beethoven. Segue il primo Quartetto per archi di Anton Webern, composto nel 1905 e ispirato sia a Beethoven che a Schönberg. In chiusura si torna a Bach con Contrapunctus 14 da L’Arte della Fuga.

 

 


x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy