I poemi sinfonici di Franz Liszt

11/06 - 10.40

Ascoltiamo due poemi sinfonici di Franz Liszt: Les Préludes, poema sinfonico n. 3 S. 97 e Quel che si ascolta sulla montagna, poema sinfonico n. 1 S. 95.

Scritto tra il 1850 e il 1854, Les Prèludes prende il titolo da una delle Méditations poetiques di Alphonse de Lamartine. Scrive Lamartine: “Non è forse la nostra vita una serie di preludi a quel canto di cui la morte intona la prima nota solenne?… ma qual è la vita le cui voluttà di gioia non sono interrotte da qualche uragano che con soffio mortale dissipa le sue belle illusioni?… tuttavia l’uomo non si rassegna a lungo a gustare il tepore benefico che all’inizio lo aveva allettato in seno alla natura, e quando ‘la tromba ha dato il segnale d’allarme’ egli corre all’avamposto pericoloso quale che sia la guerra che lo chiama, per ritrovare nella lotta la piena coscienza di se stesso e il completo possesso delle sue forze”. Gli stessi temi – il rapporto tra uomo e natura e l’appuntamento con la morte – compaiono anche nell’altro poema sinfonico composto da Liszt qualche anno prima Quel che si ascolta sulla montagna, ispirato al poema omonimo di Victor Hugo.

La Boston Symphony Orchestra diretta da Pierre Monteux esegue Les Prèludes in una registrazione del 1952. L’esecuzione di Quel che si ascolta sulla montagna vede invece Bernhard Haitink alla guida della London Philharmonic Orchestra.

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy