Palinsesto del 18 agosto

6 – 7

CONCERTO DI RUDOLF SERKIN

  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Concerto italiano in fa maggiore, BWV 971
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Sonata n. 30 in mi bemolle maggiore per pianoforte, op. 109
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Studi sinfonici in forma di variazioni per pianoforte, op. 13
7.01 – 7.31

MISCELLANEA

  • Johann Melchior Molter 1695 circa – 1765
    Ouverture in do maggiore
  • Samuel Scheidt 1587 – 1654
    Gelobet seist Du, Jesu Christ
  • Louis Couperin 1626 circa – 1661
    Tombeau de Mr. De Blancrocher
  • Joan Cabanilles 1644 – 1712
    Gaitilla
  • Francesco Barsanti 1690 circa – 1775
    Gavotta
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Invenzione n. 1 in do maggiore
7.32 – 7.54
  • Giacomo Monzino 1772 – 1845
    Tre duetti per flauto e chitarra, op. 15
  • Giuseppe Anelli XVIII secolo
    Variazioni per flauto e chitarra
7.55 – 8.10
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Concerto per corno e orchestra n. 3 in mi bemolle, K 447
8.11 – 8.15
  • George Gershwin 1898 – 1937
    A Fine Romance
8.16 – 8.35
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Trio in mi bemolle maggiore per pianoforte, clarinetto, viola «Kegelstatt-Trio» o «Trio dei birilli», K 498
8.36 – 8.43
  • Béla Bartók 1881 – 1945
    Sei danze popolari rumene – arrangiamento di Zoltán Szekely
8.44 – 9
  • John Dowland 1562 – 1626
    da Third Booke of Songs, 1603: «Love stood amazed» (11′ 26”). The Consort of Musicke, direzione Anthony Rooley. Cd L’Oiseau-Lyre.
9 – 10.25

ALMANACCO
a cura di Claudio Martini

Il 18 agosto 1497 nasceva a Monza Francesco Canova, liutista e compositore meglio noto come Francesco da Milano. Venne considerato il più grande compositore per liuto del Rinascimento italiano e uno dei massimi rappresentanti della musica strumentale del Cinquecento. Fu soprannominato «Il divino», onore che condivise con Michelangelo Buonarroti. Trascrisse per liuto composizioni polifoniche fra le più famose e complicate dei suoi tempi. Diffuse, tra i primi in Italia, la conoscenza delle canzoni francesi, che trascrisse integralmente. Fu anche membro e capo di una scuola liutistica di milanesi, che aveva nel settentrione il suo centro. Morì a Milano nel 1543.

  • Francesco da Milano 1497 – 1543 c.
    Tre brani per liuto: «Ballo: Doma la donna se solo si sona», «Fantasia n. 55: La più bella e divina a che abbia fatto», «Recercar n. 2 dal ottavo tono
  • Francesco da Milano 1497-1543 c.
    Fantasia
  • Francesco da Milano 1497-1543 c.
    da Intabolatura de liuto: «De mon triste desplaisir», «Chi uoleno dir de moy», «Vignon uignetta», «Tu discois que je mourroye» 

Centotre anni fa, il 18 agosto 1916, nasceva a Saltash, Cornovaglia, la pianista Moura Lympany. Studiò alla Royal Academy of Music di Londra e debuttò in concerto ad Harrogate nel 1929, a 12 anni. Nel 1935 esordì sulle scene londinesi e nel 1938 giunse seconda dopo Emil Gilels al Concorso Internazionale Ysaÿe. Durante la guerra divenne una delle pianiste più popolari nel Regno Unito e nel 1945 fu la prima musicista ad esibirsi a Parigi dopo la Liberazione. Dopo il conflitto mondiale divenne famosa in tutto il mondo. Continuò a suonare, malgrado una grave malattia, e ad organizzare festival fino alla morte, avvenuta nel 2005, a 88 anni.

  • Sergej Rachmaninov 1873 – 1943
    Dieci Preludi op. 23

Cade oggi il sessantaduesimo compleanno del compositore Tan Dun, noto per le colonne sonore di film famosi (come La tigre e il dragone) e delle cerimonie di premiazione delle Olimpiadi di Pechino 2008. Dopo aver lavorato nei campi di riso durante la Rivoluzione culturale, fu ammesso al Conservatorio Centrale della capitale. Il suo stile unisce la tradizione sciamanistica cinese con l’avanguardia occidentale. È sempre stato attento anche alle innovazioni tecnologiche. Su commissione di Google ha composto The Internet Symphony N. 1, Eroica, eseguita per la prima volta nell’aprile 2009 dalla YouTube Symphony, prima orchestra selezionata solo tramite provini inviati via YouTube.

  • Tan Dun 1957
    Poema sinfonico su tre note
  • Tan Dun 1957
    Eight memories in watercolor
10.30 – 10.40
  • Franz Liszt 1811 – 1886
    da Années de pèlerinage – Italia: «Sposalizio»
10.40 – 10.53

UNA CANTATA DI BACH PER LA IX DOMENICA DOPO LA TRINITÀ

  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Cantata BWV 168: 
Tue Rechnung! Donnerwort – cantata per la nona domenica dopo l’ Epifania
10.54 – 11.41

OMAGGIO A SIR WILLIAM WALTON

  • Sir William Walton 1902 – 1983
    Johannesburg Festival Ouverture
  • Sir William Walton 1902 – 1983
    Sinfonia n. 2
  • Sir William Walton 1902 – 1983
    Coronation te Deum
11.42 – 12.17

GRANDI D’ORCHESTRA DIRETTORI DEL ‘900

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Così fan tutte: ouverture
  • Richard Wagner 1813 – 1883
    Idillio di Sigfrido
  • Richard Wagner 1813 – 1883
    Tristano e Isotta, preludio atto I
12.18 – 12.30
  • Piotr Ilijc Ciajkovskij 1840 – 1893
    Marcia slava op. 31
12.40 – 13.52

KARL BÖHM DIRIGE BEETHOVEN

  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Sinfonia n. 9 in re minore, op. 125 «Corale»
13.53 – 14.57

MUSICA DA CAMERA

  • Piotr Ilijc Ciaikovskij 1840 – 1893
    Quartetto per archi n. 1 in re maggiore, op. 11
  • Piotr Ilijc Ciajkovskij 1840 – 1893
    Sestetto per archi in re minore, op. 70 «Souvenir de Florence»
14.58 – 15.30

CORELLI E SU UN TEMA DI CORELLI

  • Arcangelo Corelli 1653 – 1713
    Concerto grosso op. 6 n. 2 in fa maggiore
  • Michael Tippett 1905 – 1998
    Fantasia concertante su un tema di Corelli
15.30 – 15.40
  • Ippolito Ghezzi 1655 c. – 1725 c.
    da Dialoghi Sagri, O vero Motetti a due voci con violini (1708): Per li S.S. Martiri
15.40 – 17.10

ANTONIO VIVALDI E LE TRASCRIZIONI DI JOHANN SEBASTIAN BACH

  • Antonio Vivaldi 1678 – 1741
    da L’Estro Armonico: Concerto per quattro violini e violoncello in si minore, op. 3 n. 10 RV 580
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Concerto in la minore per quattro clavicembali e archi BWV 1065 (dal Concerto in si minore, op. 3 n. 10 de «L’Estro armonico» di Antonio Vivaldi)
  • Antonio Vivaldi 1678 – 1741
    da L’Estro Armonico: Concerto per violino in sol maggiore, op. 3 n. 3 RV 310
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Concerto in fa maggiore BWV 978 (dal Concerto op. 3 n. 3 de «L’Estro armonico» di Antonio Vivaldi)
  • Antonio Vivaldi 1678 – 1741
    da L’Estro Armonico: Concerto per due violini in la minore, op. 3 n. 8 RV 522
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Concerto in re minore (dal Concerto op. 3 n. 11 de «L’Estro armonico» di Antonio Vivaldi), BWV 596
  • Antonio Vivaldi 1678 – 1741
    da L’Estro Armonico: Concerto per due violini e violoncello in re minore, op. 3 n. 11 RV 565
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Concerto in la minore (dal Concerto op. 3 n. 8 de «L’Estro armonico» di Antonio Vivaldi), BWV 593
17.11 – 17.30
  • Goffredo Petrassi 1904 – 2003
    Récréation Concertante (terzo concerto per orchestra)
17.31 – 17.38
  • Gabriel Fauré 1845 – 1929
    Due preludi, op. 103
17.39 – 18.18
  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Trio per pianoforte, violino, violoncello, op. 8 – versione 1889
18.19 – 18.30
  • Richard Strauss 1864 – 1949
    Ouverture da «Guntram»
18.40 – 20.01

RARITÀ PER VIOLINO E PIANOFORTE

  • Georgy Catoire 1861 – 1926
    Sonata per violino e pianoforte n. 1 in si minore
  • Leoš Jánaček 1854 – 1928
    Sonata per violino e pianoforte
  • Bohuslav Martinů 1890 – 1959
    Sonata per violino e pianoforte n. 3
  • Paul Hindemith 1895 – 1963
    Sonata per violino e pianoforte in mi bemolle maggiore, op. 11 n. 1
20.02 – 20.30
  • György Ligeti 1923 – 2006
    Concerto per pianoforte e orchestra
20.30 – 21.26

OMAGGIO A REGINALD KELL

  • Carl Maria von Weber 1786 – 1826
    Concertino per clarinetto e orchestra in do minore, op. 26
  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Trio in la minore per clarinetto, violoncello e pianoforte, op. 114
  • Josef Holbrooke 1878 – 1958
    Quintetto con clarinetto, op. 27
21.27 – 22.16

LA VOCE DI BENJAMIN BRITTEN

  • Benjamin Britten 1913 – 1976
    Four Burns Songs da «A Birthday Hansel», op 92
  • Benjamin Britten 1913 – 1976
    Folksongs arrangements: «The Ash Grove» – «The Trees They Grow So High» – «O Can Ye Sew Cushions?» – «How Sweet the Answer» – «The Last Rose of Summer» – «The Minstrel Boy»
  • Benjamin Britten 1913 – 1976
    A Charm of Lullabies, op 41
  • Benjamin Britten 1913 – 1976
    Folksongs arrangements: «The Salley Gardens» – «O Waly Waly» – «Come You Not from Newcastle?» – «Quand j’etais chez mon père»
22.17 – 22.54
  • Sergei Rachmaninov 1873 – 1943
    Sonata in sol minore per violoncello e pianoforte, op. 19
22.55 – 23.02
  • Jean Françaix 1912 – 1997
    Sonatine per tromba e pianoforte
23.03 – 23.19
  • Claude Debussy 1862 – 1918
    En blanc et noir, per due pianoforti
23.20 – 23.24
  • Gaston Claret 1901 – 1961
    Aux portes de Paris
23.25 -24

NOTTI E NOTTURNI

  • Dyam Victor Fumet 1867 – 1949
    La Nuit
  • Gabriel Fauré 1845 – 1924
    Nocturne, op. 43 n. 2
  • Jules Massenet 1842 – 1912
    Nuit d’Espagne
  • Henri Rabaud 1873 – 1949
    La Procession nocturne, op. 6