L’Arpeggiata esegue Claudio Monteverdi

10/09 - 15.40

L’Arpeggiata esegue Claudio Monteverdi. Il gruppo europeo a formazione variabile, fondato e guidato dalla tiorbista austriaca Christina Pluhar, si è concentrato, dal 2000 a oggi, sulla musica italiana, francese e inglese del 17esimo secolo. Ma nel suo percorso artistico non ha disdegnato incursioni jazz e ricerche a tema. L’ascolto di oggi pomeriggio è tutto dedicato a Claudio Monteverdi con un’ampia selezione che spazia dalla musica sacra a quella profana, dai madrigali alle opere. Dopo la Toccata da L’Orfeo, ascolteremo dalla voce del controtenore Philippe Jaroussky Ohimé ch’io cado dal Libro IX dei Madrigali. A seguire il celebre duetto tra Nerone (ancora Jaroussky) e Poppea (il soprano Nuria Rial) Pur ti miro da L’Incoronazione di Poppea. A Jaroussky e Rial si uniranno poi il tenore Jan Van Elsacker e il basso Joaõ Fernandes per Damigella Tutta Bella da Scherzi Musicali, Vol. I. Sarà poi la volta di Amor (Lamento della Ninfa) dal Libro VIII dei Madrigali. Con Rial e Van Elsacker troveremo stavolta il tenore Cyril Auvity e il baritono Nicholas Achten. Torneremo dunque ad ascoltare la voce sola di Jaroussky in Si dolce è ‘l tormento dal Libro IX dei Madrigali. Il finale sarà affidato ancora a L’Orfeo, di cui ascolteremo Sinfonia e Moresca.