Leonard Bernstein dirige Schubert e Mahler

10/05 - 20.30

Dedichiamo la nostra prima serata a un concerto sinfonico con Leonard Bernstein sul podio della Royal Concertgebouw Orchestra.

In apertura ascoltiamo la Sinfonia n. 5 in si bemolle maggiore D 485 di Franz Schubert. Scritta nel 1816 ed eseguita in pubblico solo nel 1841, questa sinfonia cameristica guarda al modello mozartiano con lo sguardo di un giovane che si avvia verso tensioni romantiche. Se qui prevale la grazia luminosa del gioco, tra poco saranno le ombre a prendere il sopravvento nell’inesausto combinarsi dei temi che caratterizza la scrittura di questo autore.

A seguire la Sinfonia n. 1 in re maggiore, “Il Titano” di Gustav Mahler. Tra i primi abbozzi di questa partitura (1884) e le ultime revisioni (1909) passano venticinque anni, ovvero tutta la parabola creativa del compositore. Se nel tempo i movimenti si riducono da cinque a quattro, l’organico strumentale passa invece dalle consuete dimensioni ottocentesche al gigantismo tipico di Mahler. Inizialmente il compositore definì quest’opera un poema sinfonico in due parti. In un secondo momento arrivò il titolo ispirato a un romanzo dello scrittore romantico Jean Paul. Nel 1894 il titolo scomparve e due anni dopo scomparve anche la definizione di “poema sinfonico”, sostituita da Sinfonia in re maggiore.

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy