News

10 settembre

6 – 7.11

MUSICA DA CAMERA

  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Trio per pianoforte, violino, violoncello, op. 8
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Trio per pianoforte, violino e violoncello in re minore, op. 63
7.12 – 8.12

ARTURO BENEDETTI MICHELANGELI SUONA BACH BRAHMS E MOZART

  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Ciaccona dalla Sonata per violino solo in re minore BWV 1004
  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Variazioni per pianoforte su un tema di Paganini, op. 35
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Concerto per pianoforte e orchestra in si bemolle maggiore n 15, K 450
8.13 – 9

CONCERTI GROSSI DEL XX SECOLO

  • Ernest Bloch 1880 – 1959
    Concerto grosso n. 1 per orchestra d’archi con pianoforte obbligato
  • Ernest Bloch 1880 – 1959
    Concerto grosso n. 1 per orchestra d’archi
9 – 10.25

Almanacco
a cura di Claudio Martini

Il 10 settembre 1659 nasceva a Londra Henry Purcell, massimo musicista inglese dell’età barocca il cui stile, pur derivato dalla tradizione inglese elisabettiana, fu assai originale. Le sue musiche religiose davano un’interpretazione dei testi sacri di grande profondità emotiva e forza chiarificatrice. Nelle odi profane si avvalse spesso di antiche canzoni e di danze popolari inglesi e le liriche vocali spiccavano per bellezza della melodia. Notevoli furono le musiche strumentali, in particolare quelle per clavicembalo ed organo. Ma il suo più importante contributo venne dalle musiche teatrali, specie con Dido and Aeneas e The fairy Queen. Morì a soli 36 anni, nel 1695.

  • Henry Purcell 1659 – 1695
    Fantasia n. 10 per 4 viole Z. 741
  • Henry Purcell 1659 -1695
    Ground in re minore Z.D. 222
  • Henry Purcell 1659 -1695
    da The blessed virgin’s expostulation: «Tell me, some pitying angel»
  • Henry Purcell 1659 – 1695
    Music for the Funeral of Queen Mary
  • Henry Purcell 1659 -1695
    da Dido and Aeneas: «But Death, alas!… When I am laid in earth»

Il 10 settembre 1838 fu data all’Académie Royale de Musique la prima rappresentazione dell’opera semiseria di Hector Berlioz «Benvenuto Cellini». Il soggetto, basato sull’autobiografia dello stesso Cellini, fu suggerito dal poeta Alfred de Vigny. L’evento si rivelò un insuccesso e l’opera fu rimaneggiata più volte dall’autore, anche su suggerimento di Liszt, al punto che non ne esiste di fatto un’edizione definitiva. L’ouverture dell’opera viene spesso eseguita come brano a sé stante ed è stata incisa da molti importanti direttori.

  • Hector Berlioz 1803 -1869
    Benvenuto Cellini, ouverture 

Ottantun anni fa, il 10 settembre 1939, nasceva ad Evanston, Illinois, il soprano statunitense Judith Nelson, celebre per le sue interpretazioni del repertorio barocco all’inizio del revival della musica antica degli anni Settanta e Ottanta. Formatasi nel Minnesota si spostò a Parigi dove entrò a far parte del Five Centuries Ensemble. Nel 1976 fondò insieme a William Christie, Wieland Kuijken e René Jacobs il ‘Concerto Vocale’, tre anni prima che nascesse il complesso ‘Les Arts Florissants’ dello stesso Christie di cui ha fatto parte. Ha cantato anche con l’Academy of Ancient Music di Hogwood ed il Consort of Musicke di Anthony Rooley. Ci ha lasciato nel 2012, a quasi 73 anni.

  • Barbara Strozzi 1619 – 1664
    Lamento: «Appresso a i molli argenti» op. 7
  • Antonio Vivaldi 1678 – 1741
    dal Gloria in re maggiore RV 589: «Domine Deus, Rex coelestis»
  • Georg Friedrich Haendel 1685 – 1759
    dal Messiah: «I know that my redeemer liveth»
  • Jean-Joseph Mondonville 1711 – 1772
    da Pezzi per clavicembalo con voce e violino op. 5: «In Domine laudabitur»
10.30 – 10.40

Notiziario culturale

10.40 – 11.41

CHARLES DUTOIT DIRIGE CHAUSSON

  • Ernest Chausson 1855 – 1899
    Sinfonia in si bemolle maggiore op. 20
  • Ernest Chausson 1855-1899
    Poème de l’amour et de la mer
11.42 – 12.11

RICHARD TUCKER CANTA VERDI 

  • Giuseppe Verdi 1913 – 1901
    da Luisa Miller: «Quando le sere al placido»
  • Giuseppe Verdi 1913 – 1901
    da Rigoletto: «Parmi veder le lagrime»
  • Giuseppe Verdi 1913 – 1901
    da I vespri siciliani: «Giorno di pianto»
  • Giuseppe Verdi 1913 – 1901
    da La forza del destino: «O tu che in seno agli angeli»
  • Giuseppe Verdi 1913 – 1901
    da Il trovatore: «Di quella pira»
12.12 – 12.30
  • Franz Joseph Haydn 1732 – 1809
    Concerto per tromba e orchestra in mi bemolle maggiore Hob. VII n. 1
12.30 -12.40

Spazio informativo

12.40 – 13.53

CONCERTO

  • Carl Maria von Weber 1786 – 1826
    Sinfonia n. 1 in do maggiore
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Manfred, ouverture
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Sinfonia n. 2 in do maggiore, op. 61
13.54 – 14.49

PAUL BADURA SKODA ESEGUE MOZART 

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Concerto per pianoforte e orchestra n. 23 in la maggiore K 488
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 -1791
    Concerto per pianoforte e orchestra in do maggiore n. 25 KV 503
14.50 – 15.06

PETRASSI PER FLAUTO

  • Goffredo Petrassi 1908 – 2003
    Souffle per flauto, ottavino, flauto in sol (1969)
  • Goffredo Petrassi 1908 – 2003
    Dialogo angelico (1948) per due flauti
15.07 – 15.30

MUSICA SACRA

  • Johann Caspar Kerll 1627 – 1693
    Missa superba
15.30 – 15.40

Notiziario culturale

15.40 – 16.01

RAPPRESENTAZIONE MUSICALE

  • Igor Stravinskij 1882 – 1971
    The Flood (Il diluvio), rappresentazione musicale per coro, orchestra, tenore, due bassi e quattro recitanti
16.02 – 16.32
  • Felix Mendelssohn-Bartholdy 1809 – 1847
    Trio per pianoforte, violino e violoncello in re minore, op. 49
16.33 – 16.58
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Concerto per pianoforte e orchestra in la maggiore n. 12, K 414
16.59 – 17.29

ALEXANDER THARAUD SUONA RAMEAU

  • Jean-Philippe Rameau 1683 – 1764
    da Nouvelles suites de Pièces en concert, 1728: Suite in la
17.30 – 17.47

UNA CANTATA DI ROSSINI

  • Gioachino Rossini 1792 – 1868
    Giovanna d’arco, cantata – orchestrazione di Salvatore Sciarrino
17.48 – 18.07

LA VIRTUOSA CANTORA BARBARA STROZZI

  • Barbara Strozzi (1619 – 1675 ca)
    dal Primo libro dei madrigali: Mercé di voi – Godere e tacere – Il ritorno – Che si può fare – Amor dormiglione
18.07 – 18.29
  • Franz Joseph Haydn 1732 – 1809
    Concerto per pianoforte e orchestra in re maggiore
18.30 -18.40

Spazio informativo

18.40 – 19.56

LA XXXIX STAGIONE CONCERTISTICA 2019/2020
DELL’ORCHESTRA DELLA TOSCANA
Concerto di martedì 12 novembre 2019 (replica)
ORCHESTRA DELLA TOSCANA
ILYA GRINGOLTS violino
direttore EVGENY BUSHKOV

  • Piotr Ilijč Čajkovskij 1840 – 1893
    Concerto per violino e orchestra in re maggiore op. 35
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Sinfonia n. 6 in fa maggiore, op. 68 «Pastorale»
19.57 – 20.30

MUSICA DA CAMERA

  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Quartetto n. 1 in sol minore per violino, viola, violoncello e pianoforte, op. 25
20.30 – 21.49

CONCERTO DI YVES NAT 

  • Frédéric Chopin 1810 – 1849
    Sonata per pianoforte in si bemolle minore, op. 35
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Fantasia per pianoforte op. 17
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Kinderszenen, op. 15
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Sonata per pianoforte n. 23 in fa minore op. 57, «Appassionata»
21.50 – 23.11

LA MUSICA DI ALPHONS DIEPENBROCK

  • Alphons Diepenbrock 1862 – 1921
    Gli uccelli, ouverture
  • Alphons Diepenbrock 1862 – 1921
    Marsia, suite da concerto
  • Alphons Diepenbrock 1862 – 1921
    Hymne per violino e orchestra
  • Alphons Diepenbrock 1862 – 1921
    In Großen Schweigen
23.12 – 23.25
  • Benjamin Britten 1913 – 1976
    Lachrymae, op. 48
23.26 – 24

LA NOTTE DI FRANZ LISZT 

  • Franz Liszt 1811 – 1886
    Invocation
  • Franz Liszt 1811 – 1886
    Hymne à la nuit
  • Franz Liszt 1811 – 1886
    Wiegenlied
  • Franz Liszt 1811 – 1886
    La notte
  • Franz Liszt 1811 – 1886
    Trauerspiel und Trauermasrch
  • Franz Liszt 1811 – 1886
    En rêve: Nocturne 

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy