News

13 luglio

6 – 6.41

MOZART A QUATTRO MANI

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Sonata in re maggiore per pianoforte a quattro mani K. 381
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Sonata in do maggiore per pianoforte a quattro mani K. 521
6.42-7.08

BAROCCO FRANCESE

  • Jean Philippe Rameau 1683 – 1764
    Zaïs, Ouverture
  • Marin Marais 1656 – 1728
    Le Tableau de l’Opération de la Taille
  • Michel Pignolet de Monteclair 1667-1737
    Le Triomphe de la constance, Cantata per soprano e basso continuo
  • Jean Philippe Rameau 1683 – 1764
    Les Fêtes de l’Hymen et de l’Amour, Ouverture
7.09-7.27
  • Luigi Boccherini 1743-1805
    Concerto per violoncello e orchestra in re maggiore G. 478
7.28-7.54
  • Sergej Rachmaninov 1873-1943
    Concerto n. 1 in fa diesis minore op. 1 per pianoforte e orchestra
7.54-8.31

ANTOLOGIA LIRICA

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Dal Ratto dal serraglio: «Martern aller Arten»
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Da Le nozze di Figaro K. 492: «E Susanna non vien – Dove sono i bei momenti»
  • Giuseppe Verdi 1813-1901
    da La traviata: Finale atto I
  • Charles Gounod 1818-1893
    Da Roméo et Juliette: «Je veux vivre dans ce rêve»
  • Georges Bizet 1838-1875
    Da I pescatori di perle: «Je crois entendre encore»
  • Jules Massenet 1842-1912
    Da Werther: «Pourquoi me réveiller»
8.32-8.59
  • Franz Joseph Haydn 1732-1809
    Sinfonia n. 77 in si bemolle maggiore
9.00 – 10.29

ALMANACCO
a cura di Claudio Martini

Nasceva il 13 luglio 1901 a Lincoln, nelle East Midlands, il direttore inglese Reginald Goodall, noto per le sue interpretazioni della lirica di Wagner e per aver diretto molte prime esecuzioni delle opere di Britten. Uno dei suoi primi grandi successi fu la creazione, nel 1945, del ‘Peter Grimes’ di Britten. Diresse più volte al Covent Garden e alla Sadler’s Wells Opera.
Grande estimatore della cultura e della tradizione tedesca, costruì nel tempo un proprio autonomo profilo, non più condizionato dai grandi direttori austro-tedeschi del tempo. Come direttore era apprezzato per la cura dei dettagli, la scrupolosità delle prove ed il sostegno tecnico dato ai cantanti. Morì nel 1990 a Londra.

  • Benjamin Britten 1913-1976
    Scene da «Peter Grimes» op. 33 

Il 13 luglio 1924 nasceva a Vidalenzo di Polesine Parmense il tenore Carlo Bergonzi. Completati gli studi di canto dopo la Guerra, esordì nel 1947 a Lecce nel ruolo di Figaro. Dopo alcuni anni spesi in ruoli baritonali, passò al registro tenorile. La nuova carriera non tardò a dargli soddisfazioni, con inviti alla Scala, a Londra, Buenos Aires, Chicago e quindi al Metropolitan e in tutto il mondo. Ha spaziato dai ruoli di tenore lirico o di grazia alle parti di tenore lirico-spinto o drammatico. La sua fama è legata alle scrupolose interpretazioni delle opere verdiane, nelle quali riusciva ad evidenziare aspetti inediti o dimenticati di molti personaggi. Morì a Milano a novanta anni appena compiuti.

  • Giuseppe Verdi 1813-1901
    da Un ballo in maschera: «Teco io sto… Gran Dio!… Non sai tu che se l’anima mia il rimorso dilacera… M’ami, m’ami!… Oh, qual soave brivido»
  • Giacomo Puccini 1858-1924
    da Madama Butterfly: «Addio fiorito asil»
  • Pietro Mascagni 1863-1945
    da Cavalleria rusticana: «Mamma, quel vino è generoso» 

Compie oggi ottantotto anni il compositore danese Per Nørgård. Ha studiato con Van Holmboe all’Accademia di Musica di Copenhagen e poi con Nadia Boulanger a Parigi. Influenzato inizialmente da Sibelius, Nielsen e lo stesso Holmboe, ha iniziato ad esplorare, a partire dagli anni sessanta, le tecniche dell’avanguardia centroeuropea, sviluppando poi un sistema compositivo basato sulle ‘infinite serie’. Con esso si ottiene una serializzazione della melodia, dell’armonia e del ritmo, in un modo comparabile alla geometria frattale.
Ha composto lavori in tutti i maggiori generi: sei opere, due balletti, otto sinfonie ed altri pezzi orchestrali, brani corali e vocali e molta musica da camera.

  • Per Nørgård 1932-vivente
    Iris
  • Per Nørgård 1932-vivente
    Winter Hymn
10.30-10.40

notiziario culturale

10.40-11.32

RITRATTO D’AUTORE: NIKOLAJ MJASKOVSKIJ

  • Nikolaj Mjaskovskij 1881-1950
    Sonata n. 3 in do minore op. 19
  • Nikolaj Mjaskovskij 1881-1950
    Sonata n. 2 in la minore per violoncello e pianoforte op. 81
  • Nikolaj Mjaskovskij 1904-1987
    Sinfonia n. 21 op. 51
11.33-12.09
  • Antonin Dvořák 1841 – 1904
    Sinfonia n. 8 in sol maggiore, op. 88
12.10-12.30
  • Ernest Bloch 1880-1959
    Concerto grosso n. 2
12.30 – 12.40

spazio informativo

12.40-13.24
  • Franz Schubert 1797–1828
    Quartetto in re minore D. 810 «La morte e la fanciulla» – trascrizione per orchestra d’archi di Gustav Mahler
13.25-13.37
  • Felix Mendelssohn-Bartholdy 1809- 1847
    Capriccio brillante in si minore per pianoforte e orchestra op. 22
13.38-13.55

OUVERTURES DA CONCERTO

  • Luigi Cherubini 1760-1842
    Ouverture da concerto
  • Goffredo Petrassi 1904-2003
    Ouverture da concerto
13.56-14.13
  • Claudio Monteverdi 1567 – 1643
    Sestina «Lagrime d’amante al sepolcro dell’amata»
14.14-14.26
  • Georg Friedrich Haendel 1685 – 1759
    Water Music, Suite n. 2 in re maggiore
14.27-14.57
  • Camille Saint-Saëns 1835-1921
    Concerto n. 3 in si minore per violino e orchestra op. 61
14.57-15.30
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Sinfonia n. 39 in mi bemolle maggiore K. 543
15.30 – 15.40

notiziario culturale

15.40-16.51

CONCERTO DEL TRIO BEAUX ARTS

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Trio in sol maggiore K. 496
  • Ludwig van Beethoven 1770– 1827
    Trio per violino, violoncello e pianoforte in re maggiore op. 70 n. 1 «degli spettri»
  • Johannes Brahms 1833-1897
    Trio in do minore op. 101
16.52-17.21
  • Leoš Janáček 1854-1928
    Idillio per archi
17.22-18.17
  • Gustav Mahler 1860-1911
    Sinfonia n. 1 in re maggiore
18.17-18.30
  • Franz Joseph Haydn 1732-1809
    Sonata in re maggiore Hob. XVI:42
18.30 – 18.40

spazio informativo

18.40-19.40

BEETHOVEN 250
E gli uomini salirono verso la luce progetto di Alberto Batisti e Luca Berni
XXVIII trasmissione: I quartetti per archi (6)
 a cura di Marco Mangani

19.40- 20.13
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Quartetto per archi in do maggiore op. 59 n. 3 «Rasoumowsky»
20.14-20.30
  • Gustav Mahler 1860-1911
    Quartetto per pianoforte e archi, 1876
20.30-21.22
  • Gustav Holst 1874-1934
    Prima Sinfonia Corale op. 41
21.23-21.38
  • Claude Debussy 1862– 1918
    Sei Epigrafi antiche per pianoforte a quattro mani
21.39-22.17

LE FANTASIE E FUGHE DI BACH

  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    Fantasia e Fuga in si bemolle maggiore BWV 907
  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    Fantasia e Fuga in re maggiore BWV 908
  • Johann Sebastian Bach 1685– 1750
    Fantasia e fuga in la minore BWV 894
  • Johann Sebastian Bach 1685– 1750
    Fantasia cromatica e fuga in re minore BWV 903
  • Johann Sebastian Bach 1685– 1750
    Fantasia e fuga in la minore BWV 904
22.18-22.47
  • Piotr Ilijč Čajkovskij 1840-1893
    Suite n. 4 in sol maggiore op. 61 «Mozartiana»
22.48-23.07
  • Carl Philipp Emanuel Bach 1714- 1788
    Concerto in re maggiore per clavicembalo, archi e basso continuo Wq. 96 H. 449
23.08-23.28
  • Richard Wagner 1813 – 1883
    Idillio di Sigfrido
23.28-24.00
  • John Field 1782-1837
    Concerto n. 2 in la bemolle maggiore per pianoforte e orchestra 

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy