News

16 giugno

6 – 6.33
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Concerto n. 3 per pianoforte e orchestra in do minore, op. 37 
6.34 – 7.17

PER VIOLINO E PIANOFORTE

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Sonata per violino e pianoforte in mi bemolle maggiore K 380
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Sonata n. 5 per violino e pianoforte in fa maggiore, op. 24 «Primavera»
7.18 – 7.51
  • Sergei Rachmaninov 1873 – 1943
    Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in do minore, op. 18 
7.52 – 8.13
  • Gustav Mahler 1860 – 1911
    Lieder da Friedrich Rückert 
8.14 – 8.34
  • Albert Roussel 1869 – 1937
    Rustiques op. 5 
8.35 – 9
  • Arthur Honegger 1892 – 1955
    Sinfonia n. 5 «di tre re»
9 – 10.25

Almanacco
a cura di Claudio Martini

Nasceva centoundici anni fa a Vienna il celebre violinista e direttore Willi Boskovsky. Entrato a 9 anni all’Accademia Musicale della capitale austriaca, divenne nel 1939 primo violino dei Wiener Philharmoniker, ruolo che tenne fino al 1971. Raggiunse una notorietà internazionale dirigendo per ben 25 edizioni il tradizionale Concerto di Capodanno di Vienna. Fu anche per molti anni – e fino alla morte avvenuta nel 1991 – direttore della Johann Strauss Orchestra di Vienna. La particolarità del suo modo di dirigere era di non utilizzare la tradizionale bacchetta ma, alla maniera del Vorgeiger, impugnando il violino, con il quale suonava alcune parti, e utilizzando l’archetto per guidare l’orchestra.

  • Franz Schubert 1797 – 1828
    Sonatina n. 3 per violino e pianoforte in sol minore op. 137 D. 408
  • Johann Strauss jr 1825 – 1899
    Wein, Weib und Gesang op. 333
  • Franz Lehár 1870 – 1948
    Eva, estratti dall’operetta 

Nasceva a Fiume nel 1941 il pianista Dino Ciani. Ragazzo precoce e dotato di rara sensibilità, aveva una memoria ferrea e il dono prezioso dell’orecchio assoluto. Studiò a Genova con Martha Del Vecchio e, diplomatosi al Conservatorio Santa Cecilia di Roma con il massimo dei voti nel 1955, nello stesso anno tenne il suo primo concerto pubblico a Santa Margherita Ligure. Si perfezionò a Parigi con Alfred Cortot e nel 1961 si classificò secondo al Premio Liszt-Bartók di Budapest. Da questo momento ebbe inizio una brillante carriera concertistica internazionale, che lo vide accanto a direttori quali Gavazzeni, Abbado, Muti e Giulini. Il 27 marzo 1974, a soli 32 anni, morì nei pressi di Roma in un incidente d’auto.

  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Preludio e fuga in re diesis minore BWV 877
  • Carl Maria von Weber 1786 – 1826
    Sonata per pianoforte n. 2 in la bemolle maggiore
  • Frédéric Chopin 1810 – 1849
    Polacca-Fantasia in la bemolle maggiore op. 61 
10.30 – 10.40

Notiziario culturale

10.40 – 11.18

RAFEL KUBELIK DIRIGE BÉLA BARTÓK

  • Béla Bartók 1881 – 1945
    Concerto per orchestra Sz 116
11.19 – 11.50
  • Franz Schubert 1797- 1828
    Sinfonia n. 4 in do minore, «La tragica» D 417 
11.51 – 12.15
  • Francis Poulenc 1899 – 1963
    Concert Champêtre per clavicembalo e orchestra – versione per pianoforte
12.16 – 12.30
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Sinfonia n. 7 in re maggiore K. 45 
12.30 -12.40

Spazio informativo

12.40 – 12.55

MADRIGALI

  • Luca Marenzio 1533 – 1599
    dai Madrigali a quatro voci – Libro primo: Non vidi mai dopo notturna pioggia – Dissi a l’amata mia lucida stella – Veggo, dolce mio bene – O bella man che mi distringi il core – Non al suo amante più Diana piacque
12.56 – 13.24
  • Alexander Borodin 1833 – 1887
    Quartetto n. 2 in re maggiore
13.25 – 13.51
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Sinfonia n. 8 in fa maggiore, op. 93
13.52 – 14.59

GEORG SOLTI DIRIGE BARTÓK E KODÁLY

  • Béla Bartók 1881 – 1945
    Suite di danze
  • Béla Bartók 1881 – 1945
    Musica per corde celesta e percussione
  • Zoltán Kodály 1882 – 1967
    Hary Janos, Suite 
15 – 15.06
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Quattordici canoni sulle prime otto note fondamentali dell’Aria delle Variazioni Goldberg BWV 1087
15.07 – 15.30

BAROCCO «FUORI STILE»

  • André Campra 1660 – 1744
    Les Femmes, cantata francese con sinfonie
  • Jean Philippe Rameau 1683 – 1764
    da Hyppolite et Aricie: «O disgrâce cruelle», aria di Aricie 
15.30 – 15.40

Notiziario culturale

15.40 – 16.01

ANTOLOGIA ALL’ORGANO

  • Matthias Weckmann 1621 – 1674
    Magnificat secundi toni
  • Dietrich Buxtehude 1637 – 1707
    Ich ruf zu Dir, Herr Jesu Christ – corale BuxWV 196
  • Dietrich Buxtehude 1637 – 1707
    Gelobet seist du, Jesu Christ – corale BuxWV 189
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 175
    Herr Gott, nun schleuß den Himmel auf – corale BWV 1092
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Jesu, meine Freude – corale BWV 1105 
16.02 – 16.40

OMAGGIO A GEORGE BUTTERWORTH 

  • George Butterworth 1885 – 1916
    The Banks of Green Willow – idillio per orchestra
  • George Butterworth 1885 – 1916
    There is a willow grows aslant a brook
  • George Butterworth 1885 – 1916
    Suite per orchestra d’archi 
16.41 – 17.05
  • Georg Philipp Telemann 1681 – 1767
    da Tafelmusik – prima parte: Concerto in la maggiore 
17.06 – 17.23

A CONFRONTO

  • Andrea Gabrieli 1510 circa – 1586
    Dolcissimo ben mio
  • Jan Pieterszoon Sweelinck 1562 – 1621
    Dolcissimo ben mio
  • Luca Marenzio 1553/54 – 1599
    Qual vive salamandra
  • Jan Pieterszoon Sweelinck 1562 – 1621
    Qual viva salamandra
  • Domenico Ferrabosco 1513 – 1574
    Io mi son giovinetta
  • Jan Pieterszoon Sweelinck 1562 – 1621
    Io mi son giovinetta 
17.24 – 17.34
  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Salamander, op. 107 n. 2 (57”) – Geheimnis, op. 71 n. 3 (1′ 45”) – Wir wandelten, op. 96 n. 2 (2′ 59”) – Der Gang zum Liebchen, op. 48 n. 1 (1′ 31”) – Ständchen, op. 106 n. 1 (1′ 45”)
17.35 – 17.53
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Toccata in re minore, BWV 913 
17.54 – 18.01
  • Louis Couperin 1626ca – 1661
    Pavane in fa diesis maggiore 
18.02 – 18.30

FRITZ WUNDERLICH CANTA DICHTERLIEBE

  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Dichterliebe op. 48, su testi di Heinrich Heine 
18.30 -18.40

Spazio informativo

18.40 – 19.40

Piccolo dizionario della musica classica
a cura di Claudio Martini

19.41 – 20

MARCELLE MEYER SUONA BACH

  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Invenzioni a due voci BWV 772/786 
20.01 – 20.21
  • Josquin Desprez 1450 – 1521
    Qui habitat in auditorio altissimi – intavolatura di Valentin Griff Bakfark 1526 c. – 1576 
20.22 – 20.30
  • John Ward 1590 – 1638
    Retire, my troubled soul
20.30 – 22.06

SERENATE

  • Alessandro Scarlatti 1660 – 1725
    Al fragor di lieta tromba – serenata a 3 voci con ripieni, e più istrumenti
  • Alessandro Scarlatti 1660 – 1725
    Bel piacere ch’è la caccia – Serenata à 3 voci, viole violini e diversi istrumenti 
22.07 – 22.20

LIEDER

  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Der Gärtner
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Abendlied
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Warnung
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Dein Angesicht
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Es leuchtet meine Liebe 
22.21 – 23.12

CONCERTO DIRETTO DA JEAN FOURNET

  • Modest Musorgskij 1839 – 1881
    Una notte sul monte Calvo
  • Emmanuel Chabrier 1841 – 1894
    España
  • Paul Dukas 1865 – 1935
    L’apprendista stregone
  • Claude Debussy 1862-1918
    Prélude à l’après-midi d’un faune
  • Alexander Borodin 1782 – 1840
    Nelle steppe dell’Asia centrale 
23.13 – 24

QUARTETTO CASALS SUONA TOLDRÀ, RAVEL E TURINA

  • Eduard Toldrà 1895 – 1962
    Vistes al mar – tre poesie di Joan Maragall per voce recitante e quartetto d’archi
  • Maurice Ravel 1875 – 1937
    Quartetto in fa maggiore
  • Joaquín Turina 1882 – 1949
    La Oracion del Torero 

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy