News

martedì 23 febbraio

6 – 6.42

IL VIOLINO DI MOZART

Wolfgang Amadeus Mozart

Adagio in mi maggiore K. 261 per violino e orchestra K. 261 (7′ 30”)

Wolfgang Amadeus Mozart

Sonata in mi minore K. 304 per violino e pianoforte (12′ 01”)

Wolfgang Amadeus Mozart

Sonata in si bemolle maggiore K. 454 per violino e pianoforte (21′ 08”)

6.43 – 7.38

Georg Friedrich Haendel

Ode per il giorno di Santa Cecilia (54′ 03”)

7.38 – 8.20

GRANDI INTERPRETI: MARC-ANDRÉ HAMELIN

Franz Joseph Haydn

Sonata in re maggiore Hob. XVI:42 (11′ 51”)

Robert Schumann

Pezzi fantastici op. 12 (28′ 54”)

8.21 – 8.36

Léo Délibes

Coppélia, estratti (14′ 39”)

8.37 – 8.59

Sergej Prokof’ev

da Guerra e Pace: Ouverture – Valzer del ballo di San Silvestro – Valzer (18′ 09”)

9 – 10.29

ALMANACCO

a cura di Claudio Martini

Il 23 febbraio 1685 nasceva ad Halle, nella Sassonia – Anhalt, il grande compositore Georg Friedrich Haendel, uno dei massimi esponenti del barocco tedesco ed europeo.

Georg Friedrich Haendel

da Agrippina condotta a morire (dunque sarà pur vero), Cantata HWV 110: Arioso e recitativo «Come, o Dio!» & Aria «Se infelice al mondo» (11′ 22”)

Nasceva a Fulham in questo giorno del 1886 il violinista e compositore inglese Albert Sammons. In gioventù fondò il London String Quartet, attivo fino al 1917. Dopo la guerra avviò un vasto programma di concerti e recitals cameristici in Gran Bretagna e Irlanda. Aveva un ampio repertorio come musicista da camera e solista, anche se la sua reputazione si basa principalmente sull’associazione con i compositori britannici. Il suo nome è legato al Concerto per violino di Elgar, suonato per più di cento volte. Ne realizzò la prima registrazione completa nel 1929 con la New Queen’s Hall Orchestra diretta da Sir Henry Wood, brano oggi in scaletta. Morì il 24 agosto 1957.

Edward Elgar

Concerto per violino e orchestra in si minore op. 61 (43′ 23”)

Jules Massenet

Méditation, da Thaïs (3′ 57”)

Tividar Nachéz

Passacaglia su un tema di Sammartini (7′ 36”)

Albert Sammons

Bourrée (3′ 37”)

Il 23 febbraio 1903 George Enescu presentò in un concerto all’Ateneum di Bucarest le sue due Rapsodie rumene, composte nel 1901. I due brani si basano sulla musica lautareasca, espressione che indica un particolare tipo di musicisti rumeni. Le due Rapsodie sono note per il carattere brillante e la sapiente orchestrazione e appaiono come miniature sinfoniche dall’atmosfera schietta e genuina. Oggi trasmetteremo la Rapsodia n. 1 op. 11, dedicata a Bernard Crocé – Spinelli, compagno di studi di Enescu al Conservatorio di Parigi. Fortemente virtuosistica, dinamica e ricca di colori, la sua essenza è la danza, rappresentata secondo l’andamento tipico delle musiche della Transilvania.

George Enescu

Rapsodia rumena n. 1 in la maggiore op. 11 (11′ 55”)

10.30 – 10.40

Notiziario culturale

10.40 – 11.40

NOVITÀ IN COMPACT

a cura di Francesco Ermini Polacci (replica)

11.41 – 12.18

DUE SESTETTI

Luigi Boccherini

Sestetto in fa maggiore op. 23 n. 6 G. 459 (15′ 41”)

Ludwig van Beethoven

Sestetto in mi bemolle maggiore op. 71 per 2 clarinetti, 2 corni e 2 fagotti (20′ 49”)

12.19 – 12.30

Johann Strauss jr.

Kaiser – Walzer op. 437 (10′ 44”)

12.30 – 12.40

Spazio informativo

12.40 – 13.18

Georg Friedrich Haendel

Apollo e Dafne, cantata a due con stromenti (37′)

13.18 – 14.01

RITRATTO D’INTERPRETE: ALESSANDRA AMMARA

Frédéric Chopin

Ballata n. 2 in fa maggiore op. 38 (7′ 25”)

Felix Mendelssohn Bartholdy

Klavierstück in sol minore per due pianoforti MWV S 2 (1820)(3′ 33″)

Maurice Ravel

Miroirs (31′)

14.02 – 14.28

Robert Schumann

Sinfonia n. 4 in re minore op. 120 (25′ 06″)

14.28 – 14.47

TRE SONATE DI SCARLATTI

Domenico Scarlatti

Sonata in mi bemolle maggiore K. 123 (5′ 29′)

Domenico Scarlatti

Sonata in sol maggiore K. 454 (7′)

Domenico Scarlatti

Sonata in sol maggiore K. 124 (5′ 08″)

14.48 – 15.30

Ludwig van Beethoven

Quartetto in la minore op. 132 (41′ 11”)

15.30 – 15.40

Notiziario culturale

15.40 – 16.20

ALDO CICCOLINI INTERPRETA ČAJKOVSKIJ

Piotr Ilijč Čajkovskij

Dumka op. 59 (8′ 09”)

Piotr Ilijč Čajkovskij

Concerto n. 1 in si bemolle minore op. 23 per pianoforte e orchestra (31′ 10″)

16.21 – 17.01

UN MALTESE A NAPOLI: GIROLAMO ABOS

Girolamo Abos

Bendictus Dominus Deus Israel, per soli, coro e orchestra (27′ 05″)

Girolamo Abos

Magnificat, per coro e orchestra (11′ 43″)

17.01 – 17.46

MUSICA RUSSA PER VIOLINO NEL NOVECENTO 

Sergej Prokof’ev

Cinque Melodie op. 35a per violino e pianoforte (12′ 06”)

Sergej Prokof’ev

Sonata n. 2 in re maggiore op. 94a per violino e pianoforte (23′ 54”)

Dimitri Šostakovič

Cinque Preludi op. 34, arrangiamento per violino e pianoforte di Dmitri Ziganov (7′ 51″)

17.47 – 18.30

Richard Strauss

Aus Italien, Sinfonia fantastica op. 16 (42′ 45”)

18.30 – 18.40

Spazio informativo

18.40 – 19.40

PARLIAMO DI MUSICA

Antologia personale di varietà, novità, interpreti e umanità varia

a cura di Alberto Batisti

19.41 – 20.11

I CONCERTI PER ORGANO DI HAENDEL

Georg Friedrich Haendel

Concerto in sol minore per organo e archi op. 4 n. 1 HWV 289 (17′ 04”)

Georg Friedrich Haendel

Concerto per organo e orchestra in si bemolle maggiore op. 4 n. 2 HWV 290 (11′ 38”)

20.11 – 20.30

Wolfgang Amadeus Mozart

Duo in sol maggiore K. 423 per violino e viola (14′ 34”)

20.30 – 21.41

CONCERTO DELLA CAMERATA STRUMENTALE «CITTÀ DI PRATO»

DIRETTORE JONATHAN WEBB

Edward Elgar

Serenata in mi minore op. 20 per orchestra d’archi (13′ 10”)

Josef Suk

Serenata in mi bemolle maggiore op. 6 per orchestra d’archi (32′ 39”)

Leoš Janáček

Suite per archi (24′ 03”)

21.42 – 21.59

Jan Dismas Zelenka

Sonata n. 3 in si bemolle maggiore (16′ 25”)

22 – 22.24

Béla Bartók

Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 Sz. 119 (23′ 22”)

22.25 – 22.52

Johann Sebastian Bach

«Gott ist unsre Zuversicht», Cantata nuziale BWV 197 (26′ 31”)

22.53 – 23.00

Luigi Dallapiccola

Piccola musica notturna (1954)(6′ 35”)

23.01 – 23.19

Einojuhani Rautavaara

Concerto per violoncello e orchestra op. 41 (17′ 31”)

23.20 – 23.31

Bohuslav Martinů

Cinque Stanze di Madrigali H. 297 per violino e pianoforte, dedicate a Albert Einstein, 1943 (10′ 47”)

23.32 – 24.00

Ludwig van Beethoven

Sonata in mi bemolle maggiore op. 7 (27′ 30”)

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy