News

23 luglio

6 –6.20
  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    Partita n. 1 in si bemolle maggiore BWV 825
6.21-6.29
  • Maurice Ravel 1875-1937
    Alborada del Gracioso
6.30-7.00
  • Johannes Brahms 1833-1897
    Serenata n. 2 in la maggiore op. 16
7.01-7.49

CANTATE BAROCCHE

  • Alessandro Scarlatti 1660-1725
    «Già lusingato appieno», Cantata per soprano, archi e basso continuo
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    «O holder Tag, erwünschte Zeit», Cantata profana BWV 210
7.50-8.36

ANTOLOGIA SINFONICA

  • Franz Joseph Haydn 1732-1809
    Sinfonia n. 59 in la maggiore «Il fuoco»
  • Franz Schubert 1797-1828
    Sinfonia n. 5 in si bemolle maggiore D. 485
8.37-8.59
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Concerto n. 1 in si bemolle maggiore per violino e orchestra K. 207
9.00-10.10

ALMANACCO
a cura di Claudio Martini

Il 23 luglio 1796 nasceva a Stoccolma il compositore e violinista Franz Berwald, eminente esponente del romanticismo svedese. Ignorato come musicista durante la sua vita, si dedicò a svariati lavori per sostenersi. Ma col passare degli anni le sue creazioni furono molto apprezzate, rivelando chiare influenze del romanticismo tedesco ma anche un autonomo stile ed una personalità ben marcata.
Intorno ai 30 anni aveva ottenuto una borsa di studio dal sovrano di Svezia e si recò a Berlino per affinare le conoscenze musicali. Ma solo poco prima della morte, nel 1868, gli venne assegnata su intervento diretto della famiglia reale una cattedra presso il Conservatorio della capitale. Morì a Stoccolma nel 1868.

  • Franz Berwald 1796-1868
    Reminiscenze dalle montagne norvegesi
  • Franz Berwald 1796-1868
    Concerto per pianoforte e orchestra in re maggiore 

Nasceva a Palmi di Reggio Calabria, in questo giorno del 1966, il compositore Francesco Cilea. Studiò pianoforte nel Real Collegio di Musica San Pietro a Majella di Napoli e nel 1899, al termine degli studi musicali, presentò come esame finale di composizione il melodramma Gina che, rappresentato nel teatrino del Collegio, ottenne il favore del pubblico e della critica.
Incoraggiato alla composizione, presentò nel 1897 al Lirico di Milano il dramma L’Arlesiana, protagonista l’allora giovanissimo Enrico Caruso. Nel 1902 fu il turno di Adriana Lecouvreur, una commedia-dramma di Colautti, che rimarrà la sua opera più famosa. Morì a Varazze, presso Genova, nel novembre 1950.

  • Francesco Cilea 1866-1950
    da L’Arlesiana: «È la solita storia»
  • Francesco Cilea 1866-1950
    da L’Arlesiana: «Esser madre è un inferno»
  • Francesco Cilea 1866-1950
    da Adriana Lecouvreur: «Ecco, respiro appena… Io son l’umile ancella»
  • Francesco Cilea 1866-1950
    da Adriana Lecouvreur: «La dolcissima effigie»
  • Francesco Cilea 1866-1950
    da Adriana Lecouvreur: «Poveri fiori»
  • Francesco Cilea 1866-1950
    da Adriana Lecouvreur: Duetto dell’Atto IV «Maurizio!… No, la mia fronte, che pensier non muta»

Compie oggi settantasei anni la pianista portoghese Maria João Pires, nata a Lisbona il 23 luglio 1944. A cinque anni ha tenuto il primo recital e a sette ha eseguito in pubblico i Concerti per pianoforte di Mozart. Nel 1970 ha raggiunto la fama internazionale vincendo il Concorso del bicentenario beethoveniano a Bruxelles. Da allora si esibisce come solista, con le maggiori orchestre del mondo e nei più qualificati contesti cameristici.
Il suo vasto include le opere dei principali compositori classici e romantici. Tra le registrazioni notevoli vanno ricordate l’integrale delle Sonate mozartiane, degli Improvvisi di Schubert e dei Notturni di Chopin.

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Sonata per pianoforte in la maggiore K. 331
10.30-10.40

notiziario culturale

10.40-11.33

MUSICA AMERICANA

  • Charles Ives 1874-1954
    Three Places in New England
  • Samuel Barber 1910-1981
    Concerto per violino e orchestra op. 14
  • Morton Feldman 1926 – 1987
    Out of «Last Pieces»
11.34-12.05
  • Felix Mendelssohn-Bartholdy 1809-1847
    Quartetto per archi n. 2 in la minore op. 13
12.06-12.30
  • Alexander Glazunov 1865-1936
    Sonata n. 2 per pianoforte in mi maggiore op. 75
12.30 – 12.40

spazio informativo

12.40-13.43

TRII

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Trio in do maggiore K. 548
  • Ludwig van Beethoven 1770-1827
    Trio in si bemolle maggiore op. 97 «L’arciduca»
13.44-14.19

IL FLAUTO NEL NOVECENTO ITALIANO

  • Giorgio Federico Ghedini 1892-1965
    Sonata da concerto per flauto e archi
  • Goffredo Petrassi 1904 – 2003
    Concerto per flauto e orchestra
14.20-15.14

ANTOLOGIA PIANISTICA

  • Muzio Clementi 1752-1832
    Sonata in sol minore op. 8 n. 1
  • Robert Schumann 1810-1856
    Tre Romanze op. 28
  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Variazioni su un tema di Paganini, Libro II
  • Claude Debussy 1862-1918
    Images, seconda serie
15.14-15.30
  • Maurice Ravel 1875-1937
    Boléro
15.30 – 15.40

notiziario culturale

15.40-16.43

MUSICA BOEMA

  • Bedřich Smetana 1824-1884
    La Moldava, poema sinfonico n. 2 da «La mia Patria»
  • Antonín Dvořák 1841-1904
    Serenata per archi in mi maggiore op. 22
  • Bohuslav Martinů 1890-1959
    Doppio Concerto per due orchestre d’archi, pianoforte e timpani
16.44-18.01
  • Anton Bruckner 1824-1896
    Sinfonia n. 5 in si bemolle maggiore
18.02-18.30
  • Edvard Grieg 1843-1907
    Concerto per pianoforte e orchestra in la minore op. 16
18.30 – 18.40

spazio informativo

18.40-19.14
  • Johannes Brahms 1833–1897
    Trio n. 1 in si maggiore op. 8 per pianoforte, violino e violoncello
19.15-20.06
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Serenata in si bemolle maggiore K. 361 «Gran Partita» per dodici strumenti a fiato e contrabbasso
20.07-20.30
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Suite per violoncello solo n. 3 in do maggiore BWV 1009
20.30-0.35

DER RING DES NIBELUNGEN, TERZA GIORNATA

  • Richard Wagner 1813-1883
    Siegfried, seconda giornata dell’Anello del Nibelungo, poema di Richard Wagner

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy