News

giovedì 25 marzo

6.00 – 6.14

Ottorino Respighi 1879 – 1936

Antiche Cantate d’amore, realizzazione del basso numerato di Ottorino Respighi (13′ 37”)

6.15 – 6.40

Robert Schumann 1810 – 1856

Concerto per violoncello e orchestra in la minore op. 129 (24′ 21”)

6.41 – 6.57

Franz Joseph Haydn 1732 – 1809

Andante con variazioni in fa minore Hob. XVII:6 (15′)

6.57 – 7.13

Maurice Ravel 1875 – 1937

Shéhérazade, tre liriche di Tristan Klingsor per canto e orchestra (15′ 38”)

7.14 – 7.47

ANTOLOGIA PIANISTICA

Frédéric Chopin 1810 – 1849

Moja pieszczotka (Le mie gioie), dai Tre canti polacchi op. 74, trascrizione per pianoforte di Franz Liszt S. 480 n. 5 (3′ 22″)

Frédéric Chopin 1810 – 1849

Źyczenie (Desiderio), n. 1 dai Canti polacchi op. 74, trascrizione per pianoforte di Franz Liszt S. 480 n. 1 (3′ 39″)

Robert Schumann 1810 – 1856

Blumenstück op. 19 (7′ 45”)

Johannes Brahms 1833 – 1897

Variazioni su un canto ungherese in re maggiore op. 21 n. 2 (6′ 37”)

Bedřich Smetana 1824 – 1884

Polka in sol minore (3′ 49”)

Sergej Rachmaninov 1873 – 1943

Étude-tableau in do minore op. 39 n. 7 (6′ 04′)

7.48 – 8.10

L’ARTE DI TOSCANINI

Carl Maria von Weber 1786 – 1826

Euryanthe, Ouverture (9′ 20”)

Robert Schumann 1810 – 1856

Manfred, Ouverture op.115 (12′)

8.11 – 8.38

Claude Debussy 1862 – 1918

Première Suite d’Orchestre, per pianoforte a quattro mani (26′ 03”)

8.38 – 8.59

Luigi Boccherini 1743 – 1809

Sinfonia in re maggiore op. 45 G. 522 (16′ 25”)

9.00 – 10.29

ALMANACCO

a cura di Claudio Martini

Il venticinque marzo 1699 nasceva a Bergedon in Sassonia Johann Adolf Hasse, rinomato compositore tedesco. A tredici anni mostrava già un grande talento vocale e clavicembalistico ma presto decise, per perfezionare la scienza dell’armonia, di venire in Italia. Il nostro paese divenne la sua patria di elezione e qui veniva soprannominato “il caro sassone”. A Napoli studiò con Alessandro Scarlatti e nel 1727 fu nominato maestro di cappella del Conservatorio degli Incurabili a Venezia, ove compose uno dei suoi capolavori, il Miserere. La fama crescente lo portò alla corte di Polonia, a Dresda, Londra e Vienna, ma morì a Venezia nel 1783, in uno dei suoi frequenti ritorni in Italia.

Johann Adolf Hasse 1699 – 1783

Trio Sonata in fa maggiore (11′ 13”).

Johann Adolf Hasse 1699 – 1«83

da La clemenza di Tito: «Se mai senti» (7′ 32”).

Johann Adolf Hasse 1699 – 1783

dal Requiem in do maggiore: «Introitus. Requiem, Te decet, Exaudi» (5′ 17”)

In questo giorno del 1867 nasceva a Parma Arturo Toscanini. Debuttò come direttore d’orchestra in Brasile, sostituendo all’ultimo momento il maestro titolare in Aida. da allora la sua carriera fu folgorante. Dal 1922 ebbe la responsabilità del Teatro alla Scala di Milano, che portò ad essere uno dei più moderni del mondo. Fu il primo direttore non tedesco chiamato al Festival di Bayreuth. Nel 1929, osteggiato dai fascisti, lasciò l’Italia e combatté la dittatura dall’Americ. Qui diresse la Filarmonica di New York e l’Orchestra NBC, costituita per lui. Dopo la guerra tornò in Italia, per riaprire la Scala restaurata dopo i bombardamenti bellici. Morì a New York nel 1957.

Ludwig van Beethoven 1770 – 1827

Sinfonia n. 7 in la maggiore op. 92 (32′ 39”)

Il venticinque marzo del 1881 nasceva a Nagyszentmiklos in Ungheria il compositore Béla Bartók, una delle voci più originali e forti della musica del Novecento. Studioso della musica popolare dell’Europa orientale e del Medio Oriente, fu uno dei pionieri dell’etnomusicologia. La sua opera coniugò lo spirito più autentico della musica contadina magiara con un sapiente magistero del contrappunto, guidato da una sensibilità moderna d’intensa espressione e di grande umanità. Costretto alla via dell’esilio dal totalitarismo filonazista giunto al potere nella sua patria, si rifugiò negli Stati Uniti. Morì di leucemia e quasi in indigenza a New York, il 26 settembre 1945. 

Béla Bartók 1881 – 1945

Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 (25′ 25”)

10.30 – 10.40

Notiziario culturale

10.40 – 11.40

PARLIAMO DI MUSICA

Antologia personale di varietà, novità, interpreti e umanità varia

a cura di Alberto Batisti (replica)

11.41 – 12.03

Johann Sebastian Bach 1685 – 1750

«Wie schön leuchtet der Morgenstern», Cantata BWV 1 per la festa dell’Annunciazione di Maria (21′ 27”)

12.04 – 12.30

Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791

Quartetto per pianoforte, violino, viola e violoncello in mi bemolle maggiore K. 493 (25′ 37”)

12.30 – 12.40

Spazio informativo

12.40 – 13.19

Ludwig van Beethoven 1770 – 1827

33 variazioni su un valzer di Diabelli op. 120 (38′ 49”)

13.20 – 13.42

Igor Stravinskij 1882 – 1971

Sinfonia di salmi (21′ 19”)

13.43 – 14.43

RECITAL DEL QUARTETTO MANDELRING

Franz Schubert 1797 – 1828

Quartetto in re minore D. 810 «La morte e la fanciulla» (44′ 20”)

Dimitri Sciostakovic 1906 – 1975

Quartetto n. 1 in do maggiore op. 49 (14′ 38”)

14.44 – 15.30

Johannes Brahms 1833 – 1897

Sinfonia n. 1 in do minore op. 68 (45′ 33”)

15.30 – 15.40

Notiziario culturale

15.40 – 15.58

Giorgio Federico Ghedini 1892 – 1965

Concerto spirituale per due voci e strumenti «De la Incarnazione del Verbo Divino» di Jacopone da Todi (17′ 08”)

15.58 – 16.11

LE SONATE DEL ROSARIO

Heinrich Ignaz Franz Biber 1644 – 1704

da Sonate del Rosario: Sonata I «L’annunciazione» (7′ 13”)

Heinrich Ignaz Franz Biber 1644 – 1704

da Sonate del Rosario: Sonata II «La visita a Santa Elisabetta» (5′ 04”)

16.12 – 16.55

BORIS CHRISTOFF CANTA BORIS GODUNOV

Modest Musorgskij 1839 – 1881

da Boris Godunov, Prologo: Scena dell’incoronazione, orchestrazione di Nikolaj Rimskij-Korsakov (11′ 01”)

Modest Musorgskij 1839 – 1881

da Boris Godunov, atto I: Racconto di Pimen, orchestrazione di Nikolaj Rimskij-Korsakov (4′ 45”)

Modest Musorgskij 1839 – 1881

da Boris Godunov, atto I: «Quand’ero a Kazan», Canzone di Varlaam, orchestrazione di Nikolaj Rimskij-Korsakov (2′ 11”)

Modest Musorgskij 1839 – 1881

da Boris Godunov, atto II: «Ho il potere supremo», orchestrazione di Nikolaj Rimskij-Korsakov (6′ 08”)

Modest Musorgskij 1839 – 1881

da Boris Godunov, atto II: follia di Boris «Oh! Basta, Oh, soffoco», orchestrazione di Nikolaj Rimskij-Korsakov (4′ 18”)

Modest Musorgskij 1839 – 1881

da Boris Godunov, atto IV: Morte di Boris (12′ 09”)

16.56 – 17.12

LE SINFONIE DI BACH

Johann Sebastian Bach 1685 – 1750

Sinfonia dalla Cantata «Weinen, Klagen, Sorgen, Zagen», BWV 12 (2′ 45”)

Johann Sebastian Bach 1685 – 1750

Sinfonia dalla Cantata «Ich stehe mit einem Fuss im Grabe» BWV 156 (2′ 30″)

Johann Sebastian Bach 1685 – 1750

Sinfonia dalla Cantata «Falsche Welt, dir trau ich nicht» BWV 52 (3′ 52′)

Johann Sebastian Bach 1685 – 1750

Sinfonia in re maggiore BWV 1045 (6′ 12”)

17.13 – 17.28

Sigismund Neukomm 1778 – 1858

Fantasia in do minore op. 11 per grande orchestra (14′ 43”)

17.29 – 17.47

MADRIGALI DI MONTEVERDI

Claudio Monteverdi 1567 – 1643

Qui rise, o Tirsi, concertato, dal VI Libro dei Madrigali (6′ 46”)

Claudio Monteverdi 1567 – 1643

Misero Alceo, concertato, dal VI Libro dei Madrigali (5′ 24”)

Claudio Monteverdi 1567 – 1643

A Dio, Florida bella, concertato, dal VI Libro dei Madrigali (4′ 38”)

17.48 – 18.09

MAURIZIO POLLINI SUONA CHOPIN

Frédéric Chopin 1810 – 1849

Notturno in si bemolle maggiore op. 32 n. 1 (4′ 09”)

Frédéric Chopin 1810 – 1849

Notturno in la bemolle maggiore op. 32 n. 2 (4′ 37”)

Frédéric Chopin 1810 – 1849

Notturno in sol minore op. 37 n. 1 (5′ 21”)

Frédéric Chopin 1810 – 1849

Notturno in sol maggiore op. 37 n. 2 (5′ 52”)

18.10 – 18.30

Ludwig van Beethoven 1770 – 1827

Sonata per violoncello e pianoforte in re maggiore op. 102 n. 2 (19′ 21”).

18.30 – 18.40

Spazio informativo

18.40 – 19.40

MUSICA NOVA: VOCI INNOVATIVE DAL PASSATO

a cura di Kathryn Bosi

VIII trasmissione: Adriano Willaert 1490 – 1562

19.41 – 20.30

Hector Berlioz 1803 – 1869

Aroldo in Italia, op. 16 (43′ 32”)

20.30 – 21.48

Anton Bruckner 1824 – 1896

Sinfonia n. 8 in do minore (77′)

21.48 – 22.50

LA MUSICA DA CAMERA DI SCHUBERT

Franz Schubert 1797 – 1828

Quartetto in do minore D. 8a «Ouverture» (8′ 34”)

Franz Schubert 1797 – 1828

Quartetto in re maggiore D. 94 (16′ 45”)

Franz Schubert 1797 – 1828

Quintetto per pianoforte, violino, viola, violoncello e contrabbasso in la maggiore D. 667 «Della trota» (35′ 36”)

22.51 – 23.03

Kalevi Aho 1949

Pergamon, per quattro gruppi di orchestra, quattro voci recitanti e organo, testo di Peter Weiss (1990) (11′ 12”)

23.03 – 23.30

RACHMANINOV SUONA RACHMANINOV

Sergej Rachmaninov 1873 – 1943

Morceau de fantaisie, Preludio in do diesis minore op. 3 n. 2 (3′ 38”)

Sergej Rachmaninov 1873 – 1943

Morceau de fantaisie in mi maggiore op. 3 n. 3, Melodie (3′ 46”)

Sergej Rachmaninov 1873 – 1943

Morceau de fantaisie in si bemolle maggiore op. 3 n. 5, Sérénade (2′ 53”)

Sergej Rachmaninov 1873 – 1943

Morceau de salon in sol maggiore op. 10 n. 5, Humoresque (3′ 28”)

Sergej Rachmaninov 1873 – 1943

Momento musicale in mi bemolle minore op. 16 n. 2 (2′ 53”)

Sergej Rachmaninov 1873 – 1945

Polka de V. R. (4′ 35”)

23.31 – 23.50

Leoš Janáček 1854 – 1928

Quartetto per archi n. 1 «Sonata a Kreutzer» – arrangiamento per orchestra d’archi di Richard Tognetti (18′ 01”)

23.50 – 24.00

Wolfgang Amadeus Mozart

Sonata in do maggiore K. 303 per violino e pianoforte (9′ 36”)

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy