News

Palinsesto del 12 febbraio

6 – 6.24
  • Richard Strauss 1864 – 1949
    Suite in si maggiore per tredici strumenti, op. 4
6.25 – 7.26

MSTISLAV ROSTROPOVICH E BENJAMIN BRITTEN IN DUO

  • Franz Schubert 1797 – 1828
    Sonata per arpeggione e pianoforte in la minore, D 821
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Cinque pezzi in stile popolare per violoncello e pianoforte, op. 102
  • Claude Debussy 1862 – 1918
    Sonata per violoncello e pianoforte
7.27 – 8.09

EMIL GILELS SUONA SCARLATTI E DEBUSSY

  • Domenico Scarlatti 1685 – 1757
    7 Sonate: in re minore, K 141, in fa maggiore, K 518, in re minore, K 32, in fa minore, K 466, in la maggiore, K 533, in si minore K 27, in sol maggiore, K 125
  • Claude Debussy 1862-1918
    Pour le piano, suite
8.10 – 8.53

CONCERTI

  • Franz Joseph Haydn 1732 – 1809
    Concerto per oboe e archi in do maggiore, Hob.VIIg: C1
  • Franz Joseph Haydn 1732 – 1809
    Concerto per violino, cembalo e archi in fa maggiore, Hob. XVIII: 6
8.54 – 9
  • Jan Pieterszoon Sweelinck 1562 – 1621
    Malle Sijimen
9 – 10.25

Almanacco
a cura di Claudio Martini

Il 12 febbraio 1567 nasceva a Witham, nell’Essex, Thomas Campion, poeta, compositore, teorico letterario e musicale, uno dei più eminenti scrittori della scuola liutista inglese del XVI e XVII secolo. La sua fama è legata principalmente ai 4 Libri di arie, scritti tra il 1601 ed il 1617. Si tratta complessivamente di 119 arie, ove vengono sperimentate molte e originali forme metriche. Svolse un ruolo fondamentale anche per l’evoluzione del masque, dando un più ampio respiro alla parte musicale e spettacolare. I masque da lui organizzati e musicati per le feste di corte erano di gusto squisito e di particolare sfarzo. Morì a Londra nel 1620.

  • Thomas Campion 1567 – 1620
    If thou longst so much to learn
  • Thomas Campion 1567 – 1620
    The cypress curtain of the night
  • Thomas Campion 1567 – 1620
    Care charming sleep
  • Thomas Campion 1567 – 1620
    Come, cheerful day
  • Thomas Campion 1567 – 1620
    My sweetest Lesbia
  • Thomas Campion 1567 – 1620
    My love hath vow’d

In questo giorno del 1760 nasceva a Cáslav, in Boemia centrale, Jan Ladislav Dussek, pianista e compositore ceco. Fu uno dei primi virtuosi di pianoforte a viaggiare per tutta l’Europa. Si esibì nelle corti e nelle sale da concerto da Londra a San Pietroburgo a Milano e fu celebrato per la bravura tecnica, almeno fino all’emergere di Beethoven. Alcuni suoi lavori pianistici avevano tratti dell’incombente Romanticismo. La sua musica è infatti segnata da un lirismo spesso interrotto da improvvisi contrasti dinamici. Compose anche per arpa e glass harmonica. Morì presso Parigi nel 1812, dopo una vita avventurosa e piena di romanzesche storie d’amore e di complotti politici.

  • Jan Ladislav Dussek 1760 – 1812
    Concerto per pianoforte e orchestra in si bemolle maggiore op. 22
  • Jan Ladislav Dussek 1760 – 1812
    Elegia armonica sulla morte di Sua Altezza Reale il Principe Luigi Ferdinando di Prussia 

Il 12 febbraio 1924 fu data all’Aeolian Hall di New York la prima esecuzione della Rhapsody in Blue di George Gershwin, solista al pianoforte l’autore accompagnato dall’ensemble jazz di Paul Whiteman. Il titolo originario della prima versione era American Rhapsody, composta tra la fine del 1923 e l’inizio del 1924 come brano per due pianoforti. Dopo il debutto il lavoro fu orchestrato da Ferde Grofé e in questa veste viene usualmente presentato. In Rhapsody in blue si ha la fusione e l’incontro tra la musica jazz e la musica colta. Nel linguaggio classico vengono inseriti sonorità e elementi tipici del jazz, come i ritmi e le inflessioni melodiche e armoniche.

  • George Gershwin 1898 – 1937
    Rhapsody in Blue (orchestrazione di Ferde Grofé)
10.30 – 10.40

Notiziario culturale

10.40 – 11.09
  • Franz Schubert 1797-1828
    Sinfonia in si minore D 759 «Incompiuta»
11.10 – 11.36
  • Witold Lutoslawski 1913 – 1994
    Concerto per pianoforte e orchestra (1987)
11.37 – 11.55
  • Franz Schubert 1797 – 1828
    Fantasia per pianoforte a quattro mani in fa minore, op. 103, D 940
11.56 – 12.08
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Concerto per oboe, archi e basso continuo in re minore BWV 1059r
12.09 – 12.19
  • Jan Pieterszoon Sweelinck 1562? – 1621
    Ich Ruf’ zu Dir, Herr Jesu Christ (quattro variazioni)
12.20 – 12.30
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Trio per pianoforte, violino e violoncello n. 8 in si bemolle maggiore, WoO 39
12.30 -12.40

Spazio informativo

12.40 – 13.41

CONCERTO

  • Albert Roussell 1869 – 1937
    Suite da Le festin d’Araignée, op. 17 – frammenti sinfonici
  • Arthur Honegger 1892 – 1955
    Sinfonia n. 5 «di tre re»
  • Francis Poulenc 1899-1963
    Les biches, suite dal balletto
13.42 – 13.54
  • Arvo Pärt 1935, vivente
    Fratres per 12 violoncelli
13.55 – 14.26
  • Arnold Schoenberg 1874 – 1951
    Serenata per clarinetto, clarinetto basso, mandolino, chitarra, violino, viola, violoncello e voce di baritono, op. 24
14.27 – 14.36
  • William Walton 1902 – 1983
    Façade – brani dalle suites per orchestra nn. 1 e 2
14.37 – 15.01

PER VIOLONCELLO E PIANOFORTE

  • François Francœur 1698 – 1787
    Sonata per violoncello in mi maggiore
  • Franz Joseph Haydn 1732 – 1809
    dalla Sonata per violoncello in do minore: minuetto
  • Carl Maria von Weber 1786 – 1826
    dalla Sonata per violino e pianoforte op. 10 n. 3: Larghetto, arrangiamento di Fritz Kreisler – Rondò: presto, arrangiamento di Gregor Piatigorsky
  • Frédéric Chopin 1810 – 1849
    Notturno in mi bemolle maggiore, op. 9 n. 2 – versione per violoncello e pianoforte di Pierre Fournier
  • Nikolai Rimsky-Korsakov 1844 – 1908
    da Il gallo d’oro: «Inno al sole», versione per violoncello e pianoforte di Gregor Piatigorsky
15.02 – 15.30
  • Béla Bartók 1881 – 1945
    Divertimento per orchestra d’archi
15.30 – 15.40

Notiziario culturale

15.40 – 16.40

Cronache Musicali
a cura di Luca Berni

16.41 – 17.02

RARITÀ

  • Thomas Jefferson Anderson 1928
    Squares – An Essay for Orchestra
  • Talib Rasul Hakim 1940 – 1988
    Visions of Ishwara
  • Adolphus Hailstork 1941
    Celebration
17.03 – 17.29

LIEDER

  • Franz Schubert 1797- 1828
    Romance da «Rosamunde», D. 797, n. 3b (3′ 19”) – Der Einsame, D. 800 (3′ 55”) – Schlummerlied, D. 527 (3′ 02”) – Nachtviolen, D. 752 (2′ 56”)
  • Franz Schubert 1797- 1828
    An Sylvia, D. 891 (2′ 53”) – Das Mädchen, D. 652 (2′ 34”) – Minnelied, D. 429 (1′ 34”) – Die Liebe hat gelogen, D. 751 (2′ 36”)
17.30 – 17.54
  • William Bolcom 1938
    Sinfonia n. 5
17.55 – 17.59
  • Edvard Grieg 1843 – 1907
    da Pezzi lirici op. 43: Farfalla – Uccellino
18 – 18.30
  • Michael Tippett 1905 – 1998
    Quartetto per archi n. 4
18.30 -18.40

Spazio informativo

18.40 – 19.51

RECITAL DI DAVID OISTRACH

  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Fantasia in do maggiore per violino e pianoforte, op. 131 – arrangiamento di Fritz Kreisler
  • Cesar Franck 1822 – 1890
    Sonata per violino e pianoforte in la maggiore
  • Karol Szymanowski 1882 – 1937
    Miti per violino e pianoforte, op. 30
  • Maurice Ravel 1875 – 1937
    Tzigane
19.52 – 20.23
  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Sonata per violoncello e orchestra in fa maggiore n. 2, op. 99
20.24 – 20.30
  • John Dowland 1562 – 1626
    dal Second Booke of Songs: «Time’s eldest son»
20.30 – 21.40

ATAULFO ARGENTA DIRIGE DE FALLA

  • Manuel De Falla 1876 – 1946
    L’amore stregone
  • Manuel De Falla 1876 – 1946
    Notti nei giardini di Spagna
  • Manuel De Falla 1876 – 1946
    da La vida breve: Introduzione – «Vivan los que rien!»
  • Manuel De Falla 1876 – 1946
    da Il cappello a tre punte: danze
21.41 – 21.59
  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Neue Liebeslieder-Walzer, op. 65a per pianoforte a quattro mani
22 – 22.19

PER CHITARRA

  • Alfonso Borghese 1945
    Habanera d’autunno
  • Egberto Gismonti 1947
    Agua e Vinho (versione per tre chitarre arrangiamento di Flavio Cucchi)
  • John Duarte 1919 – 2004
    English Suite per chitarra
22.20 – 22.35
  • Claude Debussy 1862 – 1918
    Estampes
22.36 – 23.38

MUSICA DA CAMERA

  • Joaquín Pérez Turina 1882 – 1949
    Trio per pianoforte, violino e violoncello n. 1, op. 35
  • Sergei Rachmaninov 1873 – 1943
    Trio per pianoforte, violino e violoncello n. 1 in sol minore «Elégiaque»
  • Frank Martin 1890 – 1974
    Trio per pianoforte, violino e violoncello su temi popolari irlandesi
23.39 – 24

BUONANOTTE

  • Claude Debussy 1862 – 1918
    Nocturnes

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy