News

Palinsesto del 13 aprile

6.00-6.15

I DIVERTIMENTI CONCERTINI DI HAYDN

  • Franz Joseph Haydn 1732-1809
    Divertimento concertino per clavicembalo e archi in do maggiore Hob. XIV:3
  • Franz Joseph Haydn 1732-1809
    Divertimento per pianoforte e orchestra in do maggiore Hob. XIV:4
6.16-6.25
  • Sergej Prokof’ev 1891 – 1953
    Ouverture su temi ebraici op. 34b
6.26-6.49

VARIAZIONI

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Cinque Variazioni su un Andante in sol maggiore per pianoforte a quattro mani K. 501
  • Franz Schubert 1797-1828
    Tredici Variazioni in la minore su un tema di Anselm Hüttenbrenner D. 576
6.50-7.16
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Concerto n. 4 in re maggiore K. 218 per violino e orchestra
7.17-7.45
  • Jean Sibelius 1865-1957
    Pelléas et Mélisande, musiche di scena op. 46 per il dramma di Maeterlinck
7.46-8.15

OUVERTURES

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    L’impresario, Ouverture K. 486
  • Ludwig van Beethoven 1770- 1827
    Coriolano, Ouverture op. 62
  • Ludwig van Beethoven 1770-1827
    Egmont, Ouverture op. 84
  • Ludwig van Beethoven 1770- 1827
    Le rovine d’Atene, Ouverture op. 113
8.16-8.27
  • Muzio Clementi 1752-1832
    Sonata in re maggiore per clavicembalo con accompagnamento di flauto e violoncello op. 22 n. 1
8.27-8.59
  • Franz Joseph Haydn 1732-1809
    Sinfonia n. 97 in do maggiore
9.00-10.29

ALMANACCO
a cura di Claudio Martini

Il 13 aprile del 1377 si spegneva a Reims il poeta e compositore francese Guillaume de Machaut, da molti studiosi indicato come il più importante e il più influente musicista del XIV secolo. Spaziò in una notevole varietà di stili e di generi, e fece parte del movimento musicale di ‘rinnovamento’, denominato Ars Nova.
La sua risente profondamente dell’amor cortese e della poesia trobadorica, pur con importanti innovazioni di forma e di genere. Essa inoltre contribuì alla fioritura del mottetto e delle altre forme di musica secolare (in particolare il lai e le cosiddette ‘forme fisse: il rondò, il virelai e le ballades).

  • Guillaume de Machaut ca 1300-1377
    dalle Canzoni da «Le voir dit»: Rondeau 4 «Sans cuer dolens»
  • Guillaume de Machaut ca 1300-1377
    Je ne cuit pas qu’oncques à creature
  • Guillaume de Machaut ca 1300-1377
    O livor feritas
  • Guillaume de Machaut ca 1300-1377
    da La Messe de Notre Dame: «Agnus Dei»

In questo giorno del 1810 nasceva a Cadenet, in Provenza, il compositore francese Félicien David. Completata la formazione al Conservatorio di Parigi, partì per un viaggio in Oriente (specie in Turchia ed Egitto) che gli lasciò un gusto marcato per le melodie esotiche.
Ritornato a Parigi pubblicò nel 1835 una raccolta di canti orientali e nel 1844 un’ode sinfonica intitolata Le désert. Presentò poi altre opere nello stesso stile (Mosè sul Sinai, Herculanum, Le saphir).
In età matura l’Accademia gli assegnò un premio di ventimila franchi e quindi prese il posto di Berlioz all’Institut de France nel 1869.

  • Félicien César David 1810-1876
    da Le désert, ode sinfonica in tre parti: La marcia della carovana
  • Félicien César David 1810-1876
    La nuit
  • Félicien César David 1810-1876
    da La perle du Brésil: «Couplets du Mysoli»

Il 13 aprile 1816 nasceva a Sheffield il compositore inglese William Sterndale Bennett. Figlio di un organista, fu mandato a 13 anni a frequentare i corsi all’Accademia reale di musica, di nuova fondazione. Il suo primo lavoro importante fu il concerto per pianoforte op. 1. Nel 1836 la casa Broadwood lo mandò a studiare a Lipsia e qui divenne amico intimo di Schumann e Mendelssohn. Nel 1849 fondò la Società Bach e nel 1854 organizzò la prima esecuzione inglese della Passione secondo Matteo.
Fu considerato spesso un mero imitatore di Mendelssohn ma il suo stile possiede originalità e raffinatezza, meritevoli di una riscoperta.

  • William Sterndale Bennett 1816-1875
    The wood of Nymphs, Ouverture
  • William Sterndale Bennett 1816-1875
    Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 in fa minore op. 19
  • William Sterndale Bennett 1816-1875
    da The woman of Samaria, Cantata sacra op. 44 n. 12: Quartetto «God is a spirit», versione per coro 
10.30-10.40

notiziario culturale

10.40-11.35
  • Dimitri Šostakovič 1906–1975
    Sinfonia n. 11 in sol minore «L’anno 1905»
11.35-11.48
  • Felix Mendelssohn-Bartholdy 1809-1847
    Sei Lieder da cantarsi all’aperto op. 48 per coro a cappella

11.49-12.30

  • Antonín Dvořák 1841-1904
    Concerto per violoncello e orchestra in si minore op. 104
12.30-12.40

spazio informativo

12.40-13.20

IL VIOLINO ITALIANO NEL SETTECENTO

  • Giuseppe Tartini 1692-1770
    Concerto per violino in sol maggiore
  • Pietro Nardini 1722-1793
    Concerto per violino in mi bemolle maggiore
13.21-14.06

ANTOLOGIA PIANISTICA

  • Franz Schubert 1797-1828
    Improvviso in sol bemolle maggiore op. 90 n. 3 D. 899
  • Franz Schubert 1797-1828
    Improvviso in la bemolle maggiore op. 90 n. 4 D. 899
  • Béla Bartók 1881-1945
    Tre Canti popolari ungheresi per pianoforte, Sz. 35
  • Béla Bartók 1881-1945
    Dieci pezzi facili per pianoforte, Sz. 39
  • Dimitri Šostakovič 1906-1975
    Le danze delle bambole
14.07-14.24
  • Ottorino Respighi 1879 – 1936
    Fontane di Roma
14.25-14.53
  • Jean-Philippe Rameau 1683-1764
    Suite in sol maggiore
14.53-15.30
  • Carl Nielsen 1865-1931
    Sinfonia n. 4 op. 29 «L’inestinguibile»
15.30-15.40

notiziario culturale

15.40-16.31

VIKTORIA MULLOVA INTEPRETA PROKOF’EV

  • Sergej Prokof’ev 1891-1953
    Sonata n. 1 in fa minore op. 80 per violino e pianoforte
    Sergej Prokof’ev 1891-1953
    Sonata in re maggiore op. 94a per violino e pianoforte
16.32-16.57
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1759
    Tönet ihr Pauken, erschallet Trompeten, Dramma per musica, Cantata profana BWV 214
16.57-17.24
  • Sergej Rachmaninov 1873-1943
    Concerto n. 1 in fa diesis minore op. 1 per pianoforte e orchestra

17.25-17.59

  • Franz Liszt 1811-1886
    Tre marce di Schubert, S. 426
17.59-18.30
  • Arnold Schönberg 1874-1951
    Quartetto n. 2 op. 10, versione per orchestra d’archi e soprano
18.30-18.40

spazio informativo

18.40-19.26
  • Ralph Vaughan Williams 1872-1958
    Job, Masque per danza
19.27-20.06
  • Nicolò Paganini 1782-1840
    Concerto per violino e orchestra n. 1 in re maggiore op. 6
20.06-20.30
  • François Devienne 1759-1803
    Concerto per flauto e orchestra n. 2 in re maggiore
20.30-22.00

SERATA ALL’OPERA

  • Antonio Salieri 1750 – 1825
    Les Horaces, Opera in tre atti di Nicolas-François Gaillard dalla tragedia Horace di Pierre Corneille
22.01-22.13
  • Alban Berg 1885-1935
    Altenberg-Lieder op. 4
22.14-22.56

BRITTENIANA

  • Henry Purcell 1659-1695
    When Night her Purple Veil Had Softly Spread, Cantata per baritono, realizzazione di Benjamin Britten
  • Benjamin Britten 1913-1976
    Quartetto n. 3 op. 94
22.57-23.20
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Sonata in mi bemolle maggiore K. 481 per violino e pianoforte

23.20-24.00

  • Johannes Brahms 1833-1897
    Sinfonia n. 4 in mi minore op. 98 (39’37”). Saito Kinen Orchestra, direttore Seiji Ozawa. Cd DGG

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy