News

Palinsesto del 17 aprile

6 – 6.26
  • Franz Schubert 1797-1828
    Sonata in la maggiore per violino e pianoforte D. 574
6.26-6.41

MADRIGALI DI MONTEVERDI

  • Claudio Monteverdi 1567-1643
    Non m’è grave il morire, dal II Libro dei madrigali
  • Claudio Monteverdi 1567-1643
    Zefiro torna, dal Sesto Libro dei Madrigali
  • Claudio Monteverdi 1567-1643
    Io son pur vezzosetta, dal VII Libro dei madrigali
6.42-6.57

ITZAHK PERLMAN INTERPRETA ČAJKOVSKIJ

  • Piotr Ilijč Čajkovskij 1840 – 1893
    Sérénade mélancolique op. 26 
  • Piotr Ilijč Čajkovskij 1840 – 1893
    Valse scherzo op. 34
6.58-8.13
  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    Variazioni Goldberg BWV 988
8.14-8.28
  • Ottorino Respighi 1879-1936
    Adagio con variazioni, per violoncello e pianoforte
8.29-8.59
  • Claude Debussy 1862 – 1918
    Cinque poesie di Charles Baudelaire
9.00 – 10.29

ALMANACCO
a cura di Claudio Martini

Il 17 aprile 1683 è nato a Krössuln, in Sassonia-Anhalt, Johann David Heinichen, compositore tedesco. In gioventù seguì lezioni private di clavicembalo e organo con Johann Kuhnau. Studiò anche legge e diventato avvocato si trasferì a Weissenfels, ove era situata la corte di Giovanni Giorgio di Sassonia. Qui debuttò come operista e scrisse trattati teorici.
Viaggiò in Italia, risiedendo a lungo a Venezia ove riscosse grande successo. Ciò gli conferì le credenziali per lavorare poi presso la corte di Augusto II di Sassonia a Dresda. Qui fu grandemente apprezzato e i suoi ‘concerti di Dresda’ sono considerati tra i capolavori del barocco strumentale.

  • Johann David Heinichen 1683-1729
    Concerto in sol maggiore Seibel 213
  • Johann David Heinichen 1683-1729
    Concerto in sol maggiore Seibel 215
  • Johann David Heinichen 1683-1729
    Serenata di Moritzburg 

Nasceva il 17 aprile del 1903 a Dnipro in Russia il violoncellista Gregor Piatigorsky, naturalizzatosi statunitense nel 1942. Imparò a suonare violino e pianoforte dal padre, ma visto un violoncello se ne appassionò. Studiò al Conservatorio di Mosca e aiutava la famiglia suonando in bar della città.
Scoppiata la rivoluzione sovietica si trasferì clandestinamente in Polonia. Fu scritturato come primo violoncellista dei Berliner Philharmoniker e suonò poi a Filadelfia con Stokowski e a New York con Mengelberg.
L’occupazione nazista della Francia lo fece riparare definitivamente negli Stati Uniti, dove insegnò al Curtis Institute e a Tanglewood.

  • Camille Saint-Saens 1835-1921
    Concerto in la minore per violoncello e orchestra op. 33
  • Max Bruch 1838-1920
    Kol Nidrei, adagio su melodie ebraiche op. 47
  • Franz Schubert 1797-1828
    Trio per archi n. 2 in si bemolle maggiore D. 581
  • Ludwig van Beethoven 1770-1827
    Variazioni in fa maggiore sul tema «Ein Mädchen oder Weibchen» dal Flauto magico di Wolfgang Amadeus Mozart op. 66
10.30-10.40

notiziario culturale

10.40 – 12.03

PIERRE BOULEZ DIRIGE DEBUSSY E STRAVINSKIJ

  • Claude Debussy 1862-1918
    Tre Images per orchestra
  • Igor Stravinskij 1882– 1971
    L’uccello di fuoco, balletto in due quadri
12.04-12.30
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Concerto in mi bemolle maggiore K. 268 per violino e orchestra (autenticità dubbia)
12.30-12.40

spazio informativo

12.40-13.02
  • Alexander Glazunov 1865 – 1936
    Concerto per violino e orchestra in la minore, op. 82
13.02-14.34

QUARTETTI

  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Quartetto in mi minore op. 59 n. 2
  • Bedřich Smetana 1824-1884
    Quartetto n. 1 in mi minore «Dalla mia vita»
  • Claude Debussy 1862-1918
    Quartetto op. 10
14.35-15.05
  • Carl Maria von Weber 1786-1826
    Sonata n. 2 in la bemolle maggiore op. 39
15.06-15.30
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Quartetto in re maggiore K. 575
15.30 – 15.40

notiziario culturale

15.40 – 16.40

LUCE DI TAGLIO
Rubrica di attualità teatrali
a cura di Rodolfo Sacchettini

16.41-17.31
  • Piotr Ilijč Čajkovskij 1840 – 1893
    Trio per pianoforte, violino e violoncello in la minore op. 50
17.31-17.43
  • Michel Pignolet de Monteclair 1667-1737
    Il dispetto in amore, Cantata per controtenore e basso continuo
17.43-18.21

MERCOLEDÌ SANTO

  • Alessandro Stradella 1639-1682
    Lamentatione per il Mercoledì Santo
  • François Couperin 1668-1733
    Lezioni delle Tenebre del Mercoledì Santo, Seconda Lezione
  • François Couperin 1668-1733
    Troisième Leçon de ténèbres, per il Mercoledì Santo
18.22-18.30
  • Antonio Vivaldi 1678 – 1741
    Filiae mestae Jerusalem R. 638, Mottetto per contralto e strumenti
18.30-18.40

spazio informativo

18.40-20.03

RITRATTO D’AUTORE: NIKOLAJ MEDTNER

  • Nikolaj Medtner 1880-1951
    Tre improvvisazioni fantastiche op. 2
  • Nikolaj Medtner 1880 – 1951
    Quintetto con pianoforte in do maggiore, opera postuma
  • Nikolaj Medtner 1880 – 1951
    Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in do minore, op. 50
20.04-20.30
  • Franz Schubert 1797-1828
    Fantasia in do maggiore D. 760 «Wanderer»
20.30-23.22

L’ORATORIO

  • Franz Liszt 1811-1886
    Christus, Oratorio da testi latini della Sacra Bibbia e della Liturgia, per soli, coro, orchestra e organo
23.23-24.00
  • Johannes Brahms 1833-1897
    Sonata n. 3 in fa minore op. 5 

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy