News

Palinsesto del 18 maggio

6 – 7.15

PER VIOLONCELLO

  • Luigi Boccherini 1743 – 1809
    Sonata in mi bemolle maggiore per due violoncelli
  • Jean-Pierre Duport 1741 – 1818
    Sonata in re maggiore per due violoncelli e pianoforte, op. 2 n. 2
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Variazioni per violoncello e pianoforte su Ein Mädchen oder Weibchen, WoO. 66
  • Jean-Louis Duport 1749 – 1819
    Esercizio in la minore n. 11 per due violoncelli: allegro
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Dodici variazioni per violoncello e pianoforte sul tema «See the Conqu’ring hero Comes» da Judas Macabaeus
  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Sonata per violoncello e pianoforte in mi minore n. 1, op. 38
7.16 – 7.29
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Fantasia cromatica e fuga BWV 903
7.30 – 7.55
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Concerto n. 23 per pianoforte e orchestra in la maggiore K 488
7.56 – 9

CONCERTO DIRETTO DA OTTO KLEMPERER

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Serenata per fiati n. 12 in do minore K 388
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Sinfonia n. 7 in la maggiore, op. 92
9 – 10.25

Almanacco
a cura di Claudio Martini

In questo giorno del 1897 ebbe luogo a Parigi la prima esecuzione de L’apprendista stregone di Paul Dukas con un successo clamoroso. La composizione è uno scherzo sinfonico a programma, il cui soggetto è tratto dall’omonima ballata di Wolfgang Goethe, composta esattamente cento anni prima. La trama è ben nota: uno stregone lascia al suo apprendista dei compiti da svolgere in sua assenza, ma il giovane per far prima prova ad usare la stregoneria del maestro. Le cose gli sfuggono di mano, la scopa non vuole più fermarsi e lui non conosce la parola magica che blocca l’incantesimo. Solo il ritorno dello stregone mette fine al disastro e riporta l’ordine nella bottega.

  • Paul Dukas 1865 – 1935
    L’apprendista stregone, scherzo sinfonico da una ballata di Goethe

Il 18 maggio 1907 nacque nei pressi di London il pianista Clifford Curzon. Fu allievo della Royal Academy of Music e poi di Arthur Schnabel, Wanda Landowska e Nadia Boulanger e si affermò presto come concertista di fama internazionale. Nel 1939 fece la sua prima apparizione in America e, dopo la Guerra, compì numerose tournée in Europa e negli Stati Uniti. Si distinse come sensibile interprete del pianoforte di Mozart (specialmente dei suoi concerti, che considerava le musiche più perfette mai composte) e di Schubert. Eccelse anche nell’interpretazione di Beethoven, di Brahms e dei concerti romantici. Ci ha lasciati nel 1982 a 75 anni.

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Concerto per pianoforte e orchestra n. 23 in la maggiore K. 488
  • Franz Schubert 1797 – 1828
    Impromptu n. 3 in sol bemolle maggiore D. 899
  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Intermezzo op. 117 n. 1 in mi bemolle maggiore

In questo giorno del 1911 si spegneva a Vienna, a quasi cinquantuno anni, il compositore e direttore d’orchestra Gustav Mahler.

  • Gustav Mahler 1860-1911
    dalla Sinfonia n. 7 in mi minore: Nachtmusik. Andante amoroso

Il 18 maggio 1914 nasceva a Plovdiv il basso bulgaro Boris Christoff. Iniziò ad esibirsi nel Coro Gusla di Sofia e, udito dal Re Boris di Bulgaria, fu inviato a perfezionarsi in Italia. Partì come baritono ma si scoprì presto un vero basso. Debuttò nel 1946 in Bohème a Reggio Calabria e acquisì rapidamente una vasta notorietà, cantando in Italia e all’estero. Si distinse nel repertorio verdiano ed in quelli tedesco e francese, ma ovviamente eccelleva in quello russo, grazie alla padronanza della lingua. Unì al fascino vocale una grande presenza scenica e fu uno dei cantanti-attori più completi, continuando la grande tradizione dei bassi slavi. Si è spento a Roma nel giugno 1993.

  • Alexander Borodin 1833 – 1887
    da Il Principe Igor: Aria del Principe Galitsky
  • Piotr Ilijč Čajkovskij 1840 – 1893
    da Eugene Oneghin: Aria del Principe Gremin
  • Nikolai Rimsky-Korsakov 1844 – 1908
    da La leggenda dell’invisibile città di Kitezh: Aria del Principe Yuri
  • Charles Gounod 1818 – 1893
    da Faust: «Le veau d’or»
  • Modest Musorgskij 1840 – 1893
    Dove sei, piccola stella?
10.30 – 10.40

Notiziario culturale

10.40 – 12

CARLO MARIA GIULINI DIRIGE MUSICA SACRA

  • Gabriel Fauré 1845 – 1924
    Requiem per soli coro e orchestra
  • Giuseppe Verdi 1813 – 1901
    Quattro pezzi sacri: Ave Maria – Stabat Mater – Laudi della Vergine Maria – Te Deum
12.01 – 12.30

ROBERT CRAFT DIRIGE IGOR STRAVINSKIJ 

  • Igor Stravinskij 1882 – 1971
    Concerto per violino e orchestra
  • Igor Stravinskij 1882 – 1971
    Zvedolikiy, cantata per coro maschile e orchestra
12.30 -12.40

Spazio informativo

12.40 – 13.58

YEHUDI MENUHIN SUONA BÉLA BARTÒK

  • Béla Bartòk 1881 – 1945
    Concerto n. 2 per violino e orchestra
  • Béla Bartók 1881 – 1945
    Sonata per violino solo
  • Béla Bartòk 1881 – 1945
    Rapsodia per violino e orchestra n. 2
13.59 – 14.12
  • Claude Debussy 1862 – 1918
    da Études (Livre II): «Pour les arpèges composés»
  • Claude Debussy 1862 – 1918
    dalla Suite bergamasque: Clair de lune – Passepied
14.13 – 15.24
  • Gustav Mahler 1860 – 1911
    Das klagende Lied – cantata
15.25 – 15.30
  • José Serrano 1873 – 1941
    da El Trust De Los Tenorios: «Te quiero, morena»
15.30 – 15.40

Notiziario culturale

15.40 – 16.55

DIMITRI MITROPOULOS DIRIGE ŠOSTAKOVIČ E SCHÖNBERG

  • Dimitri Šostakovič 1906 – 1975
    Sinfonia n. 10 in mi minore, op. 93
  • Arnold Schönberg 1874 – 1951
    Verklärte Nacht op.4 (Notte trasfigurata), per orchestra d’archi
16.56 – 17.32

MUSICA DA CAMERA CON MARTHA ARGERICH E I SUOI AMICI 

  • Frédéric Chopin 1810 – 1849
    Rondò per due pianoforti in do maggiore, op. 73
  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Variazioni per due pianoforti su un tema di Schumann, op. 23
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Adagio e allegro per violoncello e pianoforte in la bemolle maggiore, op. 70
17.33 – 17.51
  • Ottorino Respighi 1879 – 1936
    Fontane di Roma
17.52 – 18.10
  • François Couperin 1668 – 1733
    dal Quarto Libro dei pezzi per clavicembalo: Vingt-troisième ordre
18.11 – 18.30
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Preludio e fuga in mi bemolle maggiore BWV 552 – trascrizione per pianoforte di Ferruccio Busoni
18.30 -18.40

Spazio informativo

18.40 – 20

BEETHOVEN 250 – E gli uomini salirono verso la luce
progetto di Alberto Batisti e Luca Berni
Ventesima trasmissione: Il pianoforte (20)
a cura di Francesco Dilaghi

20.01 – 20.17

ELLY AMELING CANTA SCHUBERT

  • Franz Schubert 1797- 1828
    An die Musik, D. 547
  • Franz Schubert 1797- 1828
    Sei mir gegrusst, D. 741
  • Franz Schubert 1797- 1828
    Die Blumensprache, D. 519
  • Franz Schubert 1797- 1828
    An den Mond, D. 296
20.18 – 20.30
  • Antonio Vivaldi 1678 – 1741
    Concerto da camera in fa maggiore per flauto dolce, due violini, viola e basso continuo op. 10 n. 5 R. 442 «tutti gli strumenti sordini», versione veneziana
20.30 – 23

OMAGGIO A CLIFFORD CURZON

  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in re minore, op. 15
  • Edvard Grieg 1843 – 1907
    Concerto per pianoforte e orchestra in la minore, op. 16
  • Franz Schubert 1797 – 1828
    Sonata in si bemolle maggiore op. Post. D 960
  • César Frank 1822 – 1890
    Quintetto con pianoforte in fa minore
23.01 – 24

BUONANOTTE

  • Franz Schubert 1797- 1828
    Die Schöne Müllerin, ciclo di lieder su testi di Wilhelm Müller D 795 

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy