News

Palinsesto del 26 dicembre

6 – 6.34

BUONGIORNO

  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Ouverture in stile francese BWV 831
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Fantasia cromatica e fuga in re minore, BWV 903
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    dal Dritter Theil der Clavier-Übung: Duetto I, BWV 802 (2′ 24”) – Duetto II, BWV 803 (3′ 31”) – Duetto III, BWV 804 (2′ 42”) – Duetto IV, BWV 805 (2′ 48”)
6.35 – 7.03

ANTOLOGIA PER CHITARRA

  • Ángel Villolodo 1861 – 1919
    El choclo
  • Gerardo Matos Rodriguez 1897 – 1948
    La Cumparsita
  • Carlos Gardel 1890 – 1935
    El día que me quieras
  • Eladia Blázquez 1931 – 2005
    Sueño de barrilete
  • Roland Dyens 1955 – 2016
    Tango en Skaï
  • Egberto Gismonti 1947
    Agua y vinho
  • João Teixeira Guimarães 1883 – 1947
    Sons de Carrilhões
7.04 – 7.29
  • Franz Joseph Haydn 1732 – 1809
    Sinfonia n. 97 in do maggiore, Hob. I: 97
7.30 – 8.01
  • Edvard Grieg 1843 – 1907
    Peer Gynt, suite n. 1, op. 46
  • Edvard Grieg 1843 – 1907
    Peer Gynt, suite n. 2, op. 55
8.02 – 9

TRII PER ARCHI

  • Franz Joseph Haydn 1732 – 1809
    Divertimento per archi in si bemolle maggiore Hob. V:8
  • Albert Roussel 1869 – 1937
    Trio per archi, op. 58 L.73 (1937)
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Trio per archi in do minore, op. 9 n. 3
9 – 10.25

Almanacco
a cura di Claudio Martini

Il 26 dicembre 1687 nasceva a Cadolzburg il compositore tedesco Johann Georg Pisendel. In gioventù studiò il violino con Pistocchi e Torelli alla cappella del duca di Ansbach e fu a Lipsia e Weimar, dove conobbe Bach. Diresse poi il Collegium Musicum e lavorò a lungo a Dresda. Fu amico di Vivaldi che gli dedicò sonate, concerti e una sinfonia. Fu uno dei più rinomati violinisti tedeschi al tempo di Bach. Per il suo magistero e le capacità pedagogiche, conquistò la stima e l’amicizia di numerosi compositori, tedeschi e non. Nelle sue opere diede una sintesi delle conquiste tecniche delle scuole italiana e francese e dei due indirizzi stilistici. Morì a Dresda nel 1755.

  • Johann Georg Pisendel 1685-1755
    Concerto in re maggiore per violino, due oboi, due corni, archi e basso continuo 
    Johann Georg Pisendel 1687-1755
    Sonata per violino e clavicembalo in re maggiore

Il 26 dicembre 1920 nasceva a Nizza il violoncellista francese Maurice Gendron. Da giovane incontrò Emanuel Feuermann e da lui prese lezioni quando possibile, anche se non poteva viaggiare molto. Ottenuto il primo premio al Conservatorio di Nizza nel 1934, si trasferì poi a Parigi per studiare con Gerard Hekking. Riformato, non andò in guerra ma, rifiutatosi di suonare per i tedeschi, si arruolò nella resistenza. Dopo la guerra debuttò a Londra suonando con Britten e iniziò una prestigiosa carriera che lo portò ad esibirsi con Haitink, Leppard e Casals. Fu membro di un celebre trio con Yehudi Menuhin e la sorella Hephzibah. Si è spento nell’agosto 1990.

  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Suite per violoncello solo n. 2 in re minore BWV 1008
  • Claude Debussy 1862-1918
    Sonata in re minore per violoncello e pianoforte 

Compie oggi sessantasei anni il direttore di coro e d’orchestra britannico Harry Christophers nato a Goudhurst nel Kent. Formatosi alla Cattedrale di Canterbury come fanciullo cantore, ha proseguito gli studi al Magdalen College di Oxford. Nel 1977 ha fondato il complesso vocale The Sixteen, che si è consacrato al repertorio polifonico da Palestrina ai nostri giorni ed ha acquistato una grande fama internazionale. Come direttore d’orchestra, ha lavorato con la English Chamber Orchestra, la Deutsche Kammerphilharmonie, la BBC Philharmonic e ha diretto a Lisbona e Londra nuove produzioni del Flauto magico, dei capolavori di Monteverdi e dell’Orfeo ed Euridice di Gluck.

  • Johann Taverner 1490 c.-1545
    O splendor gloriae
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Singet dem Herrn ein neues Lied, Mottetto BWV 225
10.40 – 11.40

PARLIAMO DI MUSICA
Antologia personale di varietà, novità, interpreti e umanità varia
a cura di Alberto Batisti

11.41 – 12.11

L’ORATORIO DI NATALE: II giornata

  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1759
    «Und es waren Hirten in derselben Gegend», Cantata per il secondo giorno del Natale, seconda parte dell’Oratorio di Natale BWV 248
12.12 – 12.30
  • Francis Poulenc 1899 – 1963
    Sestetto per pianoforte e fiati
12.40 – 13.50

CONCERTO DI ARTHUR GRUMIAUX E CLARA HASKIL

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Sonata per violino e pianoforte in si bemolle K 454
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Sonata per violino e pianoforte n. 3 in mi bemolle maggiore, op. 12 n. 3
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Sonata per violino e pianoforte in mi minore K 304
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Sonata per violino e pianoforte n. 10 in sol maggiore, op. 96
13.51 – 14.52

MUSICA DI SCENA

  • Franz Schubert 1797 – 1828
    Rosamunde D 797 – Musica di scena per il dramma di Helmina von Chézy
14.53 – 15.18
  • Igor Stravinskij 1882 – 1971
    Divertimento dal balletto «Le Baiser de la fée» (1934, rev. 1949)
15.19 – 15.30

PER CORO

  • Francis Poulenc 1899 – 1963
    Quatre Motets pour le temps de Noël
  • Frank Martin 1890 – 1974
    Five Songs of Ariel
15.40 – 16.10

LA MUSICA DI JOSEPH MARTIN KRAUS

  • Joseph Martin Kraus 1756 – 1792
    Proserpina, ouverture
  • Joseph Martin Kraus 1756 – 1792
    dalla commedia Le sorelle messicane: «Tu, nel cui innocente splendore»
  • Joseph Martin Kraus 1756 – 1792
    dalla cantata La tempesta: «Ma tu tremi, o mio tesoro»
  • Joseph Martin Kraus 1756 – 1792
    Ch’io mai vi possa
  • Joseph Martin Kraus 1756 – 1792
    Ouverture per il compleanno del Re Gustavo III
16.11 – 16.35

ARRANGIAMENTO

  • Felix Mendelssohn Bartholdy 1809 – 1847 – Aribert Reimann 1936
    …oder soll es Tod bedeuten – sei lieder e un frammento da poesie di Heinrich Heine, arrangiati e combinati con sei intermezzi per soprano e quartetto d’archi 
16.36 – 17.18

RARITÀ LISZTIANE

  • Franz Liszt 1811 – 1886
    Elégie I – per violoncello, pianoforte, arpa e armonium
  • Franz Liszt 1811 – 1886
    La lugubre gondola – per violoncello e pianoforte
  • Franz Liszt 1811 – 1886
    Elégie II – per violino e pianoforte.
  • Franz Liszt 1811 – 1886
    Romance oubliée – per viola e pianoforte
  • Franz Liszt 1811 – 1886
    La notte – per violino e pianoforte
17.19 – 18.07

LA MUSICA DI ALBERT ROUSSEL

  • Albert Roussel 1869 – 1937
    Psaume LXXX, op. 37 L.46 per tenore, coro e orchestra (traduzione in francese di Louis Segond) (1928)
  • Albert Roussel 1869 – 1937
    Sinfonia n. 3 in sol minore, op. 42 L.53 (1929-1930)
18.08 – 18.30
  • Sergej Prokof’ev 1891 – 1953
    Sul Dnieper, op. 51a – versione per pianoforte di Vyacheslav Gryaznov
18.40 – 19.35

I CONCERTI DEL BOLOGNA FESTIVAL 2019 – XXXVIII EDIZIONE
IL NUOVO L’ANTICO: Apologia del quartetto III
Registrazione dal vivo del concerto tenuto a Bologna all’Oratorio San Filippo Neri il 11 ottobre 2019 (replica)
QUARTETTO ADORNO

  • Anton Webern 1883 – 1945
    Langsamer Satz per quartetto d’archi
  • Béla Bartók 1881 – 1945
    Quartetto per archi n. 3
  • Alexander Zemlinsky 1871 – 1942
    Quartetto per archi n. 3 op. 19
19.36 – 20.13

RECITAL DI FEIKE ASMA

  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Toccata, adagio e fuga in do maggiore, BWV 564
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Allein Gott in der Höh’ sei Ehr, BWV 676
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Allein Gott in der Höh’ sei Ehr, BWV 715
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Christ, unser Herr, zum Jordan kam, BWV 684
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Nun freut euch, lieben Christen, g’mein, BWV 734
20.14 – 20.30
  • Michael Torke 1961
    Adjustable Wrench
20.30 – 21.07

DUE CANTATE DI BACH PER SANTO STEFANO

  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Cantata BWV 40: Dazu ist erschienen der Sohn Gottes – cantata per il secondo giorno dopo Natale
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    «Selig ist der Mann», Cantata BWV 57 cantata per il secondo giorno di Natale
21.08 – 24

UN BALLETTO EROICO

  • Jean-Joseph Cassanéa de Mondonville 1711 – 1772
    Les fêtes de Paphos (169′)
    Ballet héroïque en trois entrées su libretto di Collé (atto I: Vénus et Adonis), La Bruère (atto II: Bacchus et Érigone), Mondonville o De Voisenon (atto III: L’Amour et Psyché

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy