News

Palinsesto del 26 ottobre

6 – 6.58

CONCERTI

  • Jean Sibelius 1865 – 1957
    Concerto per violino e orchestra in re minore op. 47
  • Max Bruch 1838 – 1920
    Concerto per violino e orchestra in sol minore op. 26
6.59 – 7.24

PEZZI BREVI

  • Francesco Cilea 1866 – 1950
    Seconda danza, op. 26 (1′ 41”) – Gocce di rugiada, op. 33 (2′ 50”) – Au village, op. 34 (1′ 48”) – À la mazurka, op. 35 (1′ 26”) – Valzer, op. 36 (1′ 49”) – Foglio d’ album, op. 41 (2′)
  • Francesco Cilea 1866 – 1950
    Foglio d’ album, op. 41 (1′ 58”) – Fuga reale (2′ 15”)
  • Francesco Cilea 1866 – 1950
    Mazurka (1′ 35”) – Preludio (1′ 37”) – Foglio d’ album (1′ 39”)
7.25 – 7.48
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Quartetto n. 4 in do minore, op. 18 n. 4
7.49 – 8.09
  • Vincent D’Indy 1851 – 1931
    Concerto per pianoforte, flauto, violoncello e orchestra
8.10 – 8.29
  • Maurice Ravel 1875 – 1937
    Le Tombeau de Couperin
8.30 – 9
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Sonata n. 16 per pianoforte in sol maggiore, op. 31 n. 1
9 – 10.25

ALMANACCO
a cura di Claudio Martini

Ricorrono oggi 334 anni dalla nascita, a Napoli, di Domenico Scarlatti. Figura tra le più grandi e influenti del Barocco e dell’intera storia della musica, viene tuttora considerato il più grande clavicembalista italiano e uno dei due o tre maggiori di ogni tempo. Fu autore di una decina d’opere teatrali, molte cantate, specie profane, un oratorio e vari pezzi sacri. Ma il suo lascito fondamentale sono le circa 550 composizioni per clavicembalo, dalla scrittura leggerissima e nello stesso tempo tenace, arditissima per la tecnica e l’agilità che richiede. L’invenzione tematica è inesauribile, l’armonia nuova fino alla temerarietà nell’uso delle dissonanze. Morì nel 1757 a Madrid.

  • Domenico Scarlatti 1685 – 1757
    Stabat mater
  • Domenico Scarlatti 1685 – 1757
    Di Fille vendicarmi, dalla cantata omonima
  • Domenico Scarlatti 1685 – 1757
    Fandango in re minore
  • Domenico Scarlatti 1685 – 1757
    Sonata in fa maggiore K.466
  • Domenico Scarlatti 1685 – 1757
    Sonata in sol minore K.450
  • Domenico Scarlatti 1685 – 1757
    Sonata in si minore K.87
  • Domenico Scarlatti 1685 – 1757
    Sonata in re minore K.9
  • Domenico Scarlatti 1685 – 1757
    Sonata in la maggiore K.322

Festeggia oggi il suo 54mo compleanno il direttore finlandese Sakari Oramo, nato ad Helsinki il 26 ottobre 1965. Ha iniziato la sua carriera come primo violino dell’Orchestra della Radio finlandese. Successivamente ne è diventato conduttore co-principale ed è stato nominato direttore artistico dell’Orchestra da camera ostrobothniana. Dal 1996 è stato direttore principale dell’Orchestra di Birmingham e del Festival di musica contemporanea ‘Floof!’. Ha guidato quindi l’Orchestra Filarmonica Reale di Stoccolma e dal 2011 è alla testa della BBC Symphony Orchestra. Il suo vasto repertorio dà grande spazio ai compositori moderni scandinavi e a quelli inglesi, da Elgar a Foulds.

  • John Foulds 1880 – 1939
    Apotheosis (Elegy) op. 18, poema musicale n. 4 per violino e orchestra
  • Joonas Kokkonen 1921 – 1996
    Opus sonorum
  • Magnus Lindberg 1958
    Chorale
10.30 – 10.40

Notiziario culturale

10.40 – 11.32

YEHUDI MENUHIN SUONA BACH

  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Concerto per violino n. 1 in la minore, BWV 1041
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Concerto per violino n. 2 in mi maggiore, BWV 1042
  • Johann Sebastian Bach 1685 – 1750
    Concerto in re minore per due violini, archi e basso continuo, BWV 1043
11.33 – 12.02

GESUALDO CONSORT CANTA SWEELINCK

  • Jan Pieterszoon Sweelinck 1562 – 1621
    De profundis clamavi ad te Domine
  • Jan Pieterszoon Sweelinck 1562 – 1621
    Domine Deus meus, in te speravi
  • Jan Pieterszoon Sweelinck 1562 – 1621
    Beati omnes qui timent Dominum
  • Jan Pieterszoon Sweelinck 1562 – 1621
    Vanitas vanitatum – canone
  • Jan Pieterszoon Sweelinck 1562 – 1621
    Non omnis qui dici mihi, Domine
  • Jan Pieterszoon Sweelinck 1562 – 1621
    Ecce prandium meum paravi
  • Jan Pieterszoon Sweelinck 1562 – 1621
    Beati pauperes spiritu
12.03 – 12.30
  • Pierre Boulez 1925 – 2016
    Rituel in memoriam Bruno Maderna per otto gruppi orchestrali
12.40 – 13.58

OMAGGIO A MSTISLAV ROSTROPOVICH

  • Antonin Dvořák 1841 – 1904
    Concerto per violoncello e orchestra in si minore op. 104
  • Sergej Prokof’ev 1891 – 1953
    Sinfonia-Concerto per violoncello e orchestra in mi minore op. 125
13.59 – 14.14
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Botschaft, op. 74, n. 8
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Das Glück, op. 79, n. 15
  • Franz Schubert 1797 – 1828
    Ich schleiche bang und still
  • Alessandro Scarlatti 1660 – 1725
    da Endimione e Cintia: «Se geloso è il mio core»
14.15 – 14.54
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Quartetto n. 14 in do diesis minore, op. 131
14.55 – 15.30

George Gershwin 1898 – 1937
Concerto per pianoforte e orchestra in fa maggiore

15.30 – 15.40

Notiziario culturale

15.40 – 17

LA MUSICA DI JOSEPH MARTIN KRAUS

  • Joseph Martin Kraus 1756 – 1792
    Cantata funebre per Gustavo III
  • Joseph Martin Kraus 1756 – 1792
    Sinfonia funebre
17.01 – 17.43
  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Sestetto n. 2 per archi in sol maggiore op. 36
17.44 – 18.20
  • Henry Charles Litolff 1818 – 1891
    Concerto sinfonico n. 5 in do minore, op. 123
18.21 – 18.30
  • Valentin Silvestrov 1937
    Two Spiritual Refrains (2008)
18.40 – 19.13

COR DE GROOT SUONA FRANZ LISZT

  • Franz Liszt 1811 – 1886
    Fantasia ungherese per pianoforte e orchestra
  • Franz Liszt 1811 – 1886
    Totentanz
19.14 – 19.25
  • Carlo Boccadoro 1963
    Fasi lunari – per orchestra
19.26 – 19.40
  • Christian Sinding 1856 – 1941
    dalla Suite in re minore, op. 123: Andante (ciaccona)
  • Joseph Joachim 1831 – 1907
    Melodia scozzese
19.41 – 20.22

RICHARD STRAUSS PER CORO

  • Richard Strauss 1864 – 1949
    Deutsche Motette, op. 62 – per quattro solisti e coro misto
  • Richard Strauss 1864 – 1949
    Die Göttin Im Putzzimmer
  • Richard Strauss 1864 – 1949
    Der Abend
20.23 – 20.30
  • Pauline Viardot 1821 – 1910
    da 12 mazurke di Chopin: «Aime-moi» 
20.30 – 23.33

SERATA ALL’OPERA

  • Giuseppe Verdi 1813 – 1901
    La forza del destino
23.34 – 24
  • Béla Bartók 1881 – 1945
    Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 (1927) 

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy