News

Palinsesto del 27 febbraio

6-6.47

MOZART E IL BALLETTO

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Idomeneo, Musica del balletto K. 367 
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Les petits riens, balletto K. 299b 
6.48-7.18

OUVERTURES

  • Antonio Salieri 1750 – 1825
    Cublai, gran kan de’ Tartari, Ouverture 
  • Antonio Salieri 1750 – 1825
    La locandiera, Ouverture 
  • Ludwig van Beethoven 1770- 1827
    Egmont, Ouverture op. 84 
  • Carl Maria von Weber 1786-1826
    Euryanthe, Ouverture. 
7.18-8.13

I CONCERTI-QUINTETTO DI MOZART

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Concerto in la maggiore per pianoforte e orchestra K. 414, versione dell’autore per quartetto d’archi e pianoforte 
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Concerto in do maggiore K. 415 per pianoforte e orchestra, versione dell’autore per quartetto d’archi e pianoforte 
8.13-8.34
  • Franz Joseph Haydn 1732- 1809
    Sinfonia n. 95 in do minore 
8.34-8.59
  • Robert Schumann 1810– 1856
    Sei Fantasiestücke op. 12
9.00-10.29

ALMANACCO

A cura di Claudio Martini

In questo giorno del 1814 fu inaugurata a Vienna, nella Großer Redoutensaal del Burgtheater, la Sinfonia n. 8 op. 93 di Beethoven. La serata aveva un programma che prevedeva anche la Settima e la Vittoria di Wellington. L’Ottava non fu molto apprezzata e solo dopo alcuni anni fu compresa nel suo elegante e misurato classicismo. L’inatteso ritorno allo stile di Haydn e Mozart non era però un passo indietro, ma un segno della maturità artistica del compositore, per la preziosità della fattura strumentale, i nuovi seducenti sviluppi dell’armonia, per la levità umoristica e il sapiente gusto ritmico.

La Sinfonia si snoda in un clima di serenità e di gioioso senso della vita sin dall’Allegro iniziale e, prosegue con la giocosità dell’Allegretto e del Minuetto, e termina riproponendo la spensierata gaiezza, venata di pensosa riflessione.

  • Ludwig van Beethoven 1770-1827
    Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93 

Il 27 febbraio 1923 nasceva a Los Angeles il sassofonista jazz statunitense Dexter Gordon, considerato uno dei padri del bebop. Fu ammirato per l’inconfondibile suono, pieno e spazioso, ottenuto anche in ragione di un fisico davvero imponente; e per l’abilità di suonare ‘dietro al tempo’. Negli anni della sua carriera collaborò con giganti del jazz come Armstrong, Eckstine, Gillespie, Hampton, Dameron, Mingus. Ma il suo vero maestro fu Lester Young, che influenzò profondamente il suo modo di suonare.

Non fu in senso stretto né un caposcuola né un innovatore, ma per la qualità e l’originalità delle sue incisioni ha lasciato un’eredità tecnica e stilistica chiaramente individuabile in molti sassofonisti jazz, da Rollins a Coltrane fino ai contemporanei. Morì il 25 aprile del 1990 all’età di 67 anni.

  • Dexter Gordon 1923-1990
    I can’t escape from you 
  • Dexter Gordon 1923-1990
    Mischievous Lady 
  • Dexter Gordon 1923-1990
    The chase (6’36”).
  • Dexter Gordon 1923-1990
    Sticky wicket 
    Bud Powell 1924-1966
    Una noche con Francis

Compie oggi 91 anni il flautista, direttore e musicologo austriaco René Clemencic. Laureato in filosofia, matematica e musicologia a Vienna, ha fondato agli inizi degli anni ‘60 il Clemencic Consort, col proposito di riportare al grande pubblico i capolavori misconosciuti del medioevo e del rinascimento, oltreché del più prossimo barocco. Impostosi ben presto come solista di flauto e come direttore, è stato molto attivo anche come compositore, scrivendo diverse opere rappresentate in tutto il mondo.

Impegnato sul fronte della didattica, è membro dell’Accademia Filarmonica Romana ed è frequentemente invitato ad insegnare all’Accademia Musicale Chigiana. Possiede una vasta collezione di strumenti musicali antichi, con i quali incide opere note ma anche sconosciute, sempre nel segno del suo motto, la ‘vivente autenticità’.

  • Joseph Bodin de Boismortier 1689-1755
    Premier divertissement de Campagne 
  • Heinrich Ignaz Franz von Biber 1644-1704
    da Fidicinium Sacro-Profanum: Sonata XI 
  • Giovanni Battista Pergolesi 1710-1736
    Salve Regina 
10.30-10.40

notiziario culturale

10.40-11.25

MIKAHIL PLETNEV SUONA ČAJKOVSKIJ

  • Piotr Ilijč Čajkovskij 1840 – 1893Concerto Fantasia per pianoforte e orchestra op. 56 
  • Piotr Ilijč Čajkovskij 1840 – 1893
    Concerto n. 3 per pianoforte e orchestra in mi bemolle maggiore op. 75 
11.25-11.53
  • Franz Berwald 1796-1868
    Sinfonia n 2 in re maggiore «Capricciosa» 
11.54-12.18
  • Richard Wagner 1813 – 1883
    Sonata in si bemolle maggiore 
12.19-12.30
  • Johannes Brahms 1833-1897
    Gesang der Parzen op. 89 per coro e orchestra, testo di Johann Wolfgang von Goethe
12.30-12.40

spazio informativo

12.40-13.16
  • Johannes Brahms 1833-1897
    Sonata n. 3 in fa minore op. 5
13.17-13.36
  • Benjamin Britten 1913-1976
    Sei Cabaret Songs, testi di Wystan Hugh Auden 
13.37-14.04

LA VIOLA DI HINDEMITH

  • Paul Hindemith 1895-1963
    Sonata per viola e pianoforte in fa maggiore op. 11 n. 4 
  • Paul Hindemith 1895-1963
    Trauermusik, per viola e orchestra d’archi 
14.05-14.29
  • Felix Mendelssohn-Bartholdy 1809-1847
    Quartetto in mi bemolle maggiore (1823)
14.30-15.30

RICCARDO MUTI DIRIGE MOZART

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Sinfonia in re maggiore K. 297 «Parigi» 
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Sinfonia in do maggiore K. 551 «Jupiter» 
15.30-15.40

notiziario culturale

15.40-16.40

PAGINE IN ONDA
Programma di novità letterarie ed incontri con gli autori
a cura di Gabriele Ametrano

16.41-17.35

LA MUSICA DA CAMERA DI BRAHMS

  • Johannes Brahms 1833-1897
    Sonata per violino e pianoforte in sol maggiore op. 78 
  • Johannes Brahms 1833–1897
    Trio in la minore op. 114 per pianoforte, clarinetto e violoncello
17.36-17.57

ARIE DI HAENDEL

  • Georg Friedrich Haendel 1685-1759
    Da Rinaldo: «Or la tromba» 
  • Georg Friedrich Haendel 1685-1759
    Da Rinaldo: «Lascia ch’io pianga» 
  • Georg Friedrich Haendel 1685-1759
    Da Rodelinda: «Pompe vane di morte – Dove sei?»
  • Georg Friedrich Haendel 1685-1759
    Da Serse: «Ombra mai fu» 
17.57-18.30
  • Igor Stravinskij 1882-1971
    Orpheus, Balletto in tre scene 
18.30-18.40

spazio informativo

18.40-19.19
  • Luigi Boccherini 1743-1805
    Stabat Mater per soprano e orchestra d’archi 
19.20-20.30

ANTOLOGIA PIANISTICA

  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    Preludio e Fuga in re maggiore BWV 532, trascrizione di Ferruccio Busoni
  • Franz Joseph Haydn 1732-1809
    Sonata in fa maggiore Hob. XVI:29 
  • Robert Schumann 1810-1856
    Sonata in fa diesis minore, op. 11
20.30-21.27

KARAJAN DIRIGE SCHÖNBERG E WEBERN

  • Arnold Schönberg 1874-1951Pelléas und Mélisande, poema sinfonico op. 5 
  • Anton Webern 1883-1945
    Passacaglia op. 1 
21.27-22.39

BUON COMPLEANNO, MIRELLA FRENI!

  • Vincenzo Bellini 1801 – 1835
    Da I Puritani: «O rendetemi la speme» – «Qui la voce sua soave»
  • Giuseppe Verdi 1813-1901
    Da Otello: Atto IV 
  • Piotr Ilijč Čajkovskij 1840 – 1893
    Da Eugenio Onegin, atto I: Scena della lettera 
  • Giacomo Puccini 1858-1924
    Da La Bohème: «Mi chiamano Mimì» 
  • Giacomo Puccini 1858-1924
    Da Turandot: «Signore, ascolta»
22.40-23.09
  • Nikolaj Rimskij-Korsakov 1844-1908
    La notte di Natale, Suite per orchestra 
23.10-24.00

GARY BERTINI DIRIGE DEBUSSY

  • Claude Debussy 1862-1918
    La mer, tre schizzi sinfonici
  • Claude Debussy 1862-1918
    Tre Notturni 

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy