News

Palinsesto del 3 novembre

6.00-6.14
  • Antonio Vivaldi 1678-1741
    O qui caeli terraeque serenitas, Mottetto R. 631
6.15-6.47

POLIFONIE SACRE

  • Giovanni Pierluigi da Palestrina 1524-1594
    Peccantem me quotidie, Mottetto
  • William Byrd 1543-1623
    Peccantem me quotidie
  • Carlo Gesualdo principe di Venosa 1560-1613
    Peccantem me quotidie
  • Gregorio Allegri 1582-1652
    Miserere
  • Giovanni Salvatore 1610 ca. -1688
    Peccantem me quotidie
6.48-7.20

CONCERTO DI GUSTAV LEONHARDT

  • Dietrich Buxtehude 1637 – 1707
    Preludio e fuga in sol minore (H 25)
  • Dietrich Buxtehude 1637 – 1707
    Praeludio e fuga in la minore
  • Georg Muffat 1653 – 1704
    Ciacona 
  • Johann Joseph Fux 1660 – 1741
    Sonata quinta
  • Johann Ernest Eberlin 1702 – 1762
    da IX Toccate e Fughe (1747): Toccata e Fuga tertia
7.20-8.06
  • Franz Joseph Haydn 1732-1809
    Messa in si bemolle maggiore Hob. XXII:14 «Harmoniemesse» 
8.06-8.48

BAROCCO SVEDESE

  • Johan Helmich Roman 1694-1758
    Partita in do minore
  • Johan Helmich Roman 1694-1758
    Allegro, dalle Musiche per il matrimonio di Luise Ulrike di Prussia e Adolfo Federico di Svezia al castello di Drottingholm, 1744
  • Joseph Martin Kraus 1756-1792
    Miserere in do minore per soli, coro, due corni, due oboi, fagotto, archi e basso continuo
8.49-8.59
  • Juan de Anchieta 1462-1523
    Libera me Domine de morte aeterna
9.00-10.29

ALMANACCO
a cura di Claudio Martini

Il 3 novembre 1587 nasceva ad Halle sulla Saale, in Sassonia, Samuel Scheidt, organista e compositore del Seicento tedesco. Fu allievo ad Amsterdam del grande Sweelinck e poi organista e maestro di cappella presso il margravio di Brandeburgo.
La sua importanza come organista fu grande negli sviluppi stilistici della variazione e della fantasia corale. Come compositore risentì delle influenze italiane e dei sistemi corali veneziani. Fiero avversario del virtuosismo e di qualsiasi esagerazione di effetti, fu il primo a legare tutte le strofe di un canto liturgico, precorrendo lo stile di Bach. Morì ad Halle nel 1654, a 67 anni.

  • Samuel Scheidt 1587-1654
    dai Ludi Musici, parte prima  Paduan a 4 n. 5, Paduan a 4 n. 6, Canzon ad imitationem Bergamasca Anglica a 5, Canzon super ‘O Nachbar Roland’ a 4, Canzon super ‘Cantionem Gallicam’ a 5

In questo giorno del 1801 nasceva a Catania Vincenzo Bellini. Balzò alla notorietà nel 1825 con il suo saggio finale di composizione, l’operina Adelson e Salvini. L’anno dopo scrisse per il San Carlo l’opera Bianca e Fernando e poi, in pochi anni, compose per la Scala Il pirata, La straniera, I Capuleti e i Montecchi, La Sonnambula e il grande capolavoro Norma.
Insieme a Donizetti seppe coniugare il belcanto rossiniano alla nuova sensibilità romantica, senza mai tradire il primato della melodia e della più pura espressione vocale. Morì nel 1835 presso Parigi, a soli 34 anni e al culmine della gloria, poco dopo il successo parigino della sua ultima opera, I Puritani.

  • Vincenzo Bellini 1801-1835
    Da Il pirata: «Sorgete – Lo sognai ferito, esangue»
  • Vincenzo Bellini 1801-1835
    da La sonnambula: «D’un pensiero e d’un accento»
  • Vincenzo Bellini 1801-1835
    Da Norma: «Casta diva»
  • Vincenzo Bellini 1801-1835
    Da I puritani: «O rendetemi la speme – Qui la voce sua soave – Vien diletto», versione per Maria Malibran 

Il 3 novembre 1988 ebbe luogo a Parigi la prima esecuzione del Concerto II per pianoforte e orchestra di Luciano Berio, noto come ‘Echoing curves’. Il lavoro fu il frutto di molti esperimenti, svolti principalmente all’IRCAM di Parigi, per la trasformazione del suono ‘in tempo reale’, attraverso la manipolazione istantanea dei parametri del suono e il controllo della sua proiezione spaziale.
In questo lavoro la tipica contrapposizione solo/tutti della forma concertante è riassunta in un unico processo stratificato, ove la parte pianistica è una linea continua sulla quale altri strumenti si sovrappongono per svilupparne caratteri armonici e proprietà nascoste.

  • Luciano Berio 1925-2003
    Concerto II per pianoforte e orchestra «Echoing curves» 

 

10.30-10.40

notiziario culturale

10.40-11.46

LE CANTATE DI BACH PER LA VENTESIMA DOMENICA DOPO LA FESTA DELLA TRINITÀ

  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    «Ach, ich sehe, itzt, da ich zur Hochzeit gehe», Cantata BWV 162 per la ventesima domenica dopo la Trinità
  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    «Ich gehe und suche mit Verlangen», Cantata BWV 49 per la ventesima domenica dopo la Trinità
  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    «Schmücke dich, o liebe Seele», Cantata BWV 180 per la ventesima domenica dopo la Trinità
11.47-12.16
  • Ralph Vaughan Williams 1872-1958
    Quartetto in sol minore 
12.17-12.30
  • Johannes Brahms 1833 – 1897
    Nänie op. 82 per coro e orchestra, su testo di Friedrich Schiller 
12.40-13.28

IL PIANOFORTE DI SAINT- SAËNS

  • Camille Saint-Saëns 1835-1921
    Concerto n. 2 in sol minore per pianoforte e orchestra op. 22
  • Camille Saint-Saëns 1835 – 1921
    Sei Studi op. 52
13.29-14.04

L’ORCHESTRA DI HAENDEL

  • Georg Friedrich Haendel 1685-1759
    Concerto a due cori n. 2 in fa maggiore HWV 333
  • Georg Friedrich Haendel 1685-1759
    Musica per i reali fuochi d’artificio HWV 351
14.05-14.52
  • Sergej Rachmaninov 1873-1943
    Concerto n. 3 in re minore op. 30 per pianoforte e orchestra
14.53-15.30
  • Carl Tausig 1841- 1871
    Tre parafrasi da Tristan und Isolde di Richard Wagner 
15.30-15.40

Notiziario culturale

15.40-16.09
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Concerto per clarinetto e orchestra in la maggiore K. 622
16.10-16.25
  • Benjamin Britten 1913-1976
    The Sword in the Stone (La spada nella roccia), racconto radiofonico 
16.25-17.44

ANTOLOGIA PIANISTICA

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Sonata in mi bemolle maggiore K. 282 
  • Franz Schubert 1797-1828
    Sonata in la maggiore D. 959
  • Sergej Rachmaninov 1873-1943
    Sonata n, 2 in si bemolle minore op. 36, versione originale 
17.45-18.16
  • Franz Schubert 1797-1828
    Sinfonia n. 4 in do minore D. 417 «Tragica»
18.17-18.30
  • Antonio Sacchini 1730-1786
    Quartetto per archi con clavicembalo in la maggiore op. 2 n. 6 «in stile di chiesa»
18.40-18.57
  • Pietro Paolo Bencini 1675-1755
    Magnificat a otto voci
18.57-19.20
  • Paul Hindemith 1895-1963
    Metamorfosi sinfoniche su temi di Carl Maria von Weber
19.21-20.08
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Divertimento in mi bemolle maggiore K. 563 per violino, viola e violoncello
20.08-20.30
  • Franz Liszt 1811-1886
    Les Préludes, poema sinfonico da Lamartine
20.30-21.57

LA XXXVIII STAGIONE CONCERTISTICA 2018/2019
DELL’ORCHESTRA DELLA TOSCANA
Concerto di giovedì 7 febbraio 2019
Orchestra della Toscana
PIETRO DE MARIA pianoforte
direttore GIORDANO BELLINCAMPI

  • Anton Webern 1883 – 1945
    Langsamer Satz – versione per orchestra d’archi
  • Frédéric Chopin 1810 – 1849
    Concerto n. 2 in fa minore per pianoforte e orchestra, op. 21
  • Ludwig van Beethoven 1770 – 1827
    Sinfonia n. 4 in si bemolle maggiore, op. 60
21.58-22.36
  • Luigi Cherubini 1760-1842
    Capriccio o Studio per pianoforte
22.36-23.21

VIOLONCELLO CONTEMPORANEO

  • Leon Kirchner 1919-2009
    Musica per violoncello e orchestra (1994) 
  • Magnus Lindberg 1958-vivente
    Concerto per violoncello e orchestra
23.22-23.28
  • William Croft 1678-1727
    A Hymn on Divine Musick da Harmonia Sacra, armonizzazione di Benjamin Britten
23.29-24.00
  • Ernest Chausson 1855-1899
    La Tempesta, musiche di scena per il dramma di William Shakespeare 

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy