News

Palinsesto del 7 febbraio

6.00-6.11

  • Carlo Gesualdo principe di Venosa 1561-1619
    Quattro madrigali 

6.11-6.47

CONCERTI BAROCCHI

  • Antonio Vivaldi 1678-1741
    Concerto per fagotto, archi e basso continuo in si bemolle maggiore R. 503 
  • Antonio Vivaldi 1678-1741
    Concerto per violino, archi e basso continuo in sol minore R. 325
  • Georg Friedrich Haendel 1685-1750
    Concerto grosso in sol maggiore op. 3 n. 3 
  • Charles Avison 1709-1770
    Concerto grosso n. 3 in re minore (da Sonate di Domenico Scarlatti) 

6.48-7.17

  • Felix Mendelssohn-Bartholdy 1809-1847
    Sinfonia n. 4 in la maggiore op. 90 «Italiana» 

7.18-7.42

  • Franz Schubert 1797-1828
    Sonata in sol minore D. 408 per violino e pianoforte 

7.43-8.32

  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    La contesa fra Febo e Pan, Dramma per musica BWV 201

8.33-8.59

  • Franz Joseph Haydn 1732- 1809
    Sinfonia n. 93 in re maggiore 

9.00-10.29

ALMANACCO

A cura di Claudio Martini

Il 7 febbraio 1871 nasceva a Stoccolma il pianista, direttore e compositore Wilhelm Stenhammar. Studiò a Stoccolma e poi a Berlino, ove divenne un fervente annoratore della musica germanica, e di quella di Wagner e Bruckner in particolare. Successivamente si emancipò dalle passioni giovanili e, a partire dalla Seconda sinfonia, scrisse in uno stile più ‘nordico’. Diresse la Filarmonica di Stoccolma, l’Orchestra Filarmonica di Goteborg ed il Teatro Reale di Stoccolma. Fu valente pianista, il più grande del suo paese in quel tempo. Compose opere di indubbio rilievo come le sinfonie, i concerti e le sonate per pianoforte, ed i quartetti d’archi, i più notevoli tra Brahms e Bartok. Importante anche la musica vocale, ricca di elementi popolari.

Morì d’infarto a 56 anni ed è sepolto a Goteborg.

  • Wilhelm Stenhammar 1871-1927
    Excelsior!, ouverture op. 13
  • Wilhelm Stenhammar 1871-1927
    Florez och Blanzenlor, ballata op. 3 
  • Wilhelm Stenhammar 1871-1927
    Impromptu in sol bemolle maggiore 

Il 7 febbraio 1892 nasceva il pianista polacco Jan Smeterlin, rinomato come interprete della musica dei connazionali Chopin e Szymanowski. Dette il suo primo concerto a sette anni ma la famiglia lo spinse a studiare legge. Egli vinse comunque una borsa di studio, divenne allievo di Godowski a Vienna e a 28 anni debuttò come pianista professionista.

Fu stretto amico di Szymanowski, che gli dedicò una raccolte di mazurche e di cui eseguì molta musica pianistica nei concerti. Fu eccellente esecutore del pianoforte di Chopin, inciso con molte etichette. Particolarmente apprezzata è l’integrale dei suoi Notturni.

Ci ha lasciato nel 1967, a 75 anni.

  • Frederic Chopin 1810-1849
    Notturno n. 1 in si bemolle maggiore op. 9 n. 1 
  • Frederic Chopin 1810-1849
    Notturno n.2 in mi bemolle maggiore op. 9 n. 2 
  • Frederic Chopin 1810-1849
    Notturno n.3 in si maggiore op. 9 n. 3 
  • Frederic Chopin 1810-1849
    Notturno n.4 in fa maggiore op.15 n. 1 
  • Frederic Chopin 1810-1849
    Notturno n. 5 in fa diesis maggiore op. 15 n. 2
  • Frederic Chopin 1810-1849
    Notturno n. 6 in sol minore op. 15 n. 3

Compie oggi 75 anni Antoni Wit, direttore d’orchestra polacco nato a Cracovia il 7 febbraio 1944. Diplomatosi all’Accademia musicale di Cracovia nel 1967, ha poi studiato direzione con Henryk Czyż e composizione con Penderecki. È stato anche allievo di Nadia Boulanger tra il ‘67 e il ‘68. Dal 2002 è direttore musicale dell’Orchestra Filarmonica di Varsavia con la quale ha inciso molti dischi di autori polacchi e non. Ha diretto importanti compagini come i Berliner, la Staatskapelle di Dresda, Santa Cecilia, la Zutich Tonhalle, la BBC Symphony, la Philharmonia, la London Philharmonic.

Il suo repertorio è basato sui compsitori polacchi come Gorecki, Ltosławski, Szymanowski, Penderecki, ma ha avuto premi anche con dischi dedicati a Messiaen e Smetana.

  • Carl Maria von Weber 1786-1826
    Ouverture da Der Beherrscher der Geister, J.122
  • Karol Szymanowski 1882-1937
    Notturno e Tarantella op. 28, orchestrazione di Grzegorz Fitelberg
  • Witold Lutoslawski 1913-1994
    Variazioni sinfoniche 

10.30-10.40 notiziario culturale

10.40-11.19

RITRATTO D’AUTORE: LUIGI GIANELLA

  • Luigi Gianella 1778-1817
    Concerto lugubre scritto per i funerali di Domenico Cimarosa per violino e orchestra 
  • Luigi Gianella 1778-1817
    Concerto per flauto e orchestra n. 1 in re minore 

11.20-11.44

  • Felix Mendelssohn-Bartholdy 1809-1847
    Quartetto per archi in mi bemolle maggiore op. 12

11.45-12.22

FAUNI E SATIRI

  • Claude Debussy 1862-1918
    Syrinx per flauto solo
  • Claude Debussy 1862-1918
    Prélude à l’après-midi d’un faune 
  • Albert Roussel 1869-1937
    Joueurs de flûte 
  • Igor Stravinskij 1882-1971
    Le faune et la bergère, testo di Alexander Pushkin 

12.23-12.30

  • Henry Purcell 1659-1695 – Benjamin Britten 1913-1976
    O Solitude da Orpheus Britannicus, arrangiamento del basso continuo di Benjamin Britten 

12.30-12.40 spazio informativo

12.40-12.56

  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    Concerto per due violini e archi in re minore BWV 1043 

12.57-14.01

VARIAZIONI

  • Felix Mendelssohn Bartholdy 1809-1847
    Variations sérieuses in re minore op. 54 
  • Johannes Brahms 1833-1897
    Sedici Variazioni su un tema di Schumann in fa diesis minore op. 9
  • Johannes Brahms 1833-1897
    VenticinqueVariazioni e fuga su un tema di Händel in si bemolle maggiore op. 24 

14.02-14.40

RAFAEL KUBELIK DIRIGE L’ORCHESTRA DEL BAYERISCHER RUNDFUNK

  • Antonin Dvořák 1841-1904
    Nel regno della natura, Ouverture op. 91 
  • Leoš Janáček 1854-1928
    Taras Bulba, Raposdia per orchestra 

14.41-15.07

  • Robert Schumann 1810– 1856
    Humoreske op. 20 

15.08-15.30

  • Arnold Schönberg 1874-1951
    Concerto per quartetto d’archi e orchestra, da Haendel 

15.30-15.40 notiziario culturale

15.40-16.40

NOVITÀ IN COMPACT

a cura di Francesco Ermini Polacci

16.41-17.42

  • Anton Bruckner 1824 – 1896
    Sinfonia n. 3 in re minore 

17.42-18.05

  • Johann Baptist Vanhal 1739-1813
    Concerto per contrabbasso e orchestra in mi maggiore 

18.05-18.30

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Quintetto per archi in si bemolle maggiore K. 174

18.30 – 18.40 spazio informativo

18.40-20.08

  • Gustav Mahler 1860 – 1911
    Sinfonia n. 9 

20.09-20.30

  • Georg Friedrich Haendel 1685 – 1759
    Tu fedel, tu costante?, Cantata per soprano, archi e basso continuo

20.30-21.13

MAURIZIO POLLINI INTERPRETA BEETHOVEN

  • Ludwig van Beethoven 1770-1827
    Sonata in fa minore op. 2 n. 1 
  • Ludwig van Beethoven 1770-1827
    Sonata in la maggiore op. 2 n. 2 

21.14-21.37

  • Franz Joseph Haydn 1732-1809
    Sinfonia n. 8 in sol maggiore «La sera» 

21.38-21.55

  • Antonio Vivaldi 1678-1741
    Concerto in do maggiore per oboe, archi e basso continuo op. 8 n. 12 R. 449
  • Antonio Vivaldi 1678-1741
    Concerto in mi bemolle maggiore R. 483 per fagotto, archi e continuo

21.56-22.06

SUZANNE DANCO CANTA GOUNOD

  • Charles Gounod 1818-1893
    Venise 
  • Charles Gounod 1818-1893
    Au rossignol
  • Charles Gounod 1818-1893
    Viens, les gazons sont verts 

22.07-22.18

  • Giovanni Battista Sammartini 1700-1775
    Notturno n. 2 in re maggiore per flauto, due violini e basso 

22.19-22.55

GRANDI INTERPRETI: NATALIA GUTMAN

  • Robert Schumann 1810-1856
    Fantasiestücke op. 73 
  • Camille Saint-Saëns 1835 –1921
    Sonata n. 1 in do minore op. 32 per violoncello e pianoforte

22.56-23.19

  • Isaac Albéniz 1860-1909
    Cantos de España 

23.20-23.43

  • Gustav Mahler 1860-1911
    Quattro Lieder da Des Knaben Wunderhorn 

23.44-24.00

  • Franz Schubert 1797-1828
    Grande marcia eroica in la minore D. 885 

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy