News

Palinsesto dell’11 luglio

6 – 6.13

CECILIA BARTOLI CANTA STEFFANI

  • Agostino Steffani 1654-1728
    Da Alarico il Baltha: «Schiere invitte, non tardate»
  • Agostino Steffani 1654-1728
    Da I trionfi del fato: «Mie fide schiere, all’armi!» – Da Arminio: «Suoni, tuoni, il suolo scuota»
  • Agostino Steffani 1654-1728
    Da Alarico il Baltha: «Sì, sì, riposa o caro – Palpitanti sfere belle»
  • Agostino Steffani 1654-1728
    Da Henrico Leone: «Morirò fra strazi e scempi»
6.14-6.31
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Concerto per fagotto e orchestra in si bemolle maggiore K. 191
6.32-7.06
  • Richard Strauss 1864-1949
    Il borghese gentiluomo, Suite op. 60
7.07-7.32

FANTASIE DI BRITTEN

  • Benjamin Britten 1913-1976
    Phantasy Quartet op. 2 per oboe e archi
  • Benjamin Britten 1913-1976
    Phantasy per quintetto d’archi 
7.33-8.03
  • Felix Mendelssohn-Bartholdy 1809-1849
    Sinfonia n. 5 in re maggiore op. 107 «Riforma»
8.04-8.36
  • John Field 1782-1837
    Concerto n. 2 in la bemolle maggiore per pianoforte e orchestra
8.37-8.59
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Sonata in do maggiore K. 330
9.00 – 10.30

ALMANACCO
A cura di Claudio Martini

L’11 luglio 1836 nasceva a Campinas il compositore brasiliano Antonio Carlo Gomes. Egli è stato indubbiamente il maggior musicista brasiliano dell’Ottocento, il primo compositore del Nuovo Mondo la cui musica fu accettata dall’Europa, e l’unico non-europeo che ebbe successo come compositore di opere in Italia durante l'”età d’oro dell’opera”.
I suoi studi musicali furono sostenuti dall’Imperatore del Portogallo Dom Pedro II che gli offrì una borsa di studio per iscriversi al Conservatorio di Milano.
La sua prima opera ‘Il guarany’, ambientata nella realtà brasiliana, esordì nel maggio ‘70 alla Scala di Milano, con enorme successo. Si arrivò persino a paragonarlo a Rossini e Verdi.

  • Antonio Carlo Gomes 1836-1896
    da Il Guarany, selezione di arie dall’opera
  • Antonio Carlo Gomes 1836-1896
    da Colombo: Danza indigena e danza spagnola 

Cade oggi il 92mo compleanno di Herbert Blomstedt, direttore d’orchestra svedese. Ha studiato a Stoccolma ed Uppsala e poi a Darmstadt e Basilea. Ha seguito i corsi di direzione d’orchestra con Igor Markevitch, Jean Morel e Leonard Bernstein.
Ha diretto varie orchestre scandinave e poi la Staatskapelle di Dresda, la San Francisco Symphony, la Gewandhaus di Lipsia, la Sinfonica di Bamberga e la NHK di Tokyo.
Noto per le sue esecuzioni di musica classica e romantica tedesca e austriaca, ha allargato il suo repertorio ai compositori nordici e del primo Novecento.
Le sue incisioni per la Decca hanno vinto due Grammy Awards, Un Gramophone Award ed un Gran Prix du Disque.

  • Béla Bartók 1881-1945
    Concerto per orchestra
  • Paul Hindemith 1895-1963
    Trauermusik, per viola e archi
  • Carl Nielsen 1861-1935
    Maskarade, Ouverture 
10.30-10.40

notiziario culturale

10.40-11.25

SUITES PER VIOLONCELLO

  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    Suite n. 1 in sol maggiore per violoncello solo BWV 1007
  • Benjamin Britten 1913-1976
    Suite n. 1 in sol maggiore per violoncello solo op. 72
11.26-11.50
  • Sergej Rachmaninov 1873-1943
    Rapsodia su un tema di Paganini per pianoforte e orchestra op. 43
11.51-12.30
  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    Schleicht, spielende Wellen, Dramma per musica, Cantata profana per la corte elettorale di Sassonia BWV 206
12.30 – 12.40

spazio informativo

12.40-13.56

LA MUSICA DI EDWARD ELGAR

  • Edward Elgar 18571934
    Sinfonia n. 2 in mi bemolle maggiore op. 63
  • Edward Elgar 18571934
    In the South, Ouverture op. 50 (Alassio) 
13.57-14.47

ANTOLOGIA LIRICA

  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756- 1791
    da Le nozze di Figaro: «Porgi amor»
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791
    Da Le nozze di Figaro K. 492: «E Susanna non vien – Dove sono i bei momenti»
  • Vincenzo Bellini 1801-1835
    Da Norma: «Casta diva»
  • Giuseppe Verdi 1813-1901
    Da Rigoletto: «Tutte le feste al tempio»
  • Giuseppe Verdi 1813-1901
    Da I Vespri siciliani: «Merci, jeunes amies»
  • Richard Wagner 1813-1883
    Tristano e Isotta: Liebestod
  • Richard Strauss 1864-1949
    Da Il cavaliere della rosa: «Mir ist die Ehre widerfahren»
14.47-15.03
  • Johann Sebastian Bach 1685-1750
    Concerto per pianoforte e archi in sol minore BWV 1058
15.04-15.30
  • Max Reger 1873-1916
    Variazioni e Fuga su un tema di Beethoven per due pianoforti op. 86
15.30 – 15.40

notiziario culturale

15.40-16.50

GRANDI INTERPRETI: GIDON KREMER

  • Leonard Bernstein 1918-1990
    Serenade per violino, archi e percussione, dal Simposio di Platone
  • Alfred Schnittke 1934-1998
    Moz-art à la Haydn (1977)
  • Kaija Saariaho 1952-vivente
    Graal Théâtre 
16.51-17.04
  • Felix Mendelssohn-Bartholdy 1809-1847
    Sei Lieder da cantarsi all’aperto op. 48 per coro a cappella
17.05-17.52

LA MUSICA DI ALEXANDER GRECHANINOV

  • Alexander Grechaninov 1864-1956
    Tropinka, cinque canzoni infantili op.89
  • Alexander Grechaninov 1864-1956
    Sinfonia n. 5 in sol minore op. 153
17.52-18.26
  • Robert Schumann 1810 – 1856
    Trio in re minore per violino, violoncello e pianoforte op. 63
18.27-18.30
  • Giuseppe Verdi 1813-1901
    Don Carlo, Preludio al II atto, versione del 1884
18.30 – 18.40

spazio informativo

18.40-19.41

ANTOLOGIA PIANISTICA

  • Frédéric Chopin 1810-1849
    Due Notturni op. 37
  • Robert Schumann 1810-1856
    Sonata n. 2 in sol minore op. 22
  • Emmanuel Chabrier 1841–1894
    Capriccio
  • Gabriel Fauré 1845-1924
    Otto Pezzi brevi op. 84
19.42-19.56
  • Antonin Dvořák 1841 – 1904
    Tre Leggende op. 59
19.57-20.30
  • Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
    Divertimento in re maggiore K. 131
20.30-21.23

CONCERTO DELLA O/MODERNT CHAMBER ORCHESTRA

  • Arvo Pärt 1935 – vivente
    Silouans Song, La mia anima anela al Signore, per orchestra d’archi (1986)
  • Peteris Vasks 1946-vivente
    Distant Light, Concerto per violino e orchestra d’archi
  • John Tavener 1944-2013
    Mother of God, Here I Stand, da The Veil of Temple
  • Arvo Pärt 1935 – vivente
    Cantus in memory Benjamin Britten 
21.24-21.59
  • Edouard Lalo 1823-1892
    Symphonie Espagnole op. 21 
22.00-22.31

RÊVERIES

  • Piotr Ilijč Čajkovskij 1840-1893
    Rêverie du soir op. 19 n. 1 
  • Alfredo Catalani 1854-1893
    Rêverie
  • Alexander Glazunov 1865-1936
    Rêverie orientale per clarinetto, due violini, viola e violoncello
  • Claude Debussy 1862 – 1918
    Rêverie
  • Aleksander Skrjabin 1872-1915
    Rêverie, movimento sinfonico op. 24
  • Paul Le Flem 1881 – 1984
    Rêverie grise per violino e pianoforte 
22.32-22.50
  • Franz Liszt 1811-1886 – Sophie Menter 1846-1918
    Ungarische Zigeunerweisen «Concerto in stile ungherese» S. 714, orchestrazione di Piotr Ilijč Čajkovskij
22.51-23.17
  • Ludwig van Beethoven 1770-1827
    Quartetto in fa maggiore op. 135
23.18-24.00
  • Felix Mendelssohn-Bartholdy 1809-1847
    Concerto in la bemolle maggiore per due pianoforti

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy