News

sabato 13 marzo

6.00 – 6.15

LE SONATE DI LEO

Leonardo Leo 1694 – 1744

Sonata n. 4 in fa maggiore per flauto dolce e basso continuo (7′ 27”)

Leonardo Leo 1694 – 1744

Sonata n. 6 in sol minore per flauto dolce e basso continuo (6′ 42”) 

6.16 – 6.27

Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791

Divertimento in mi bemolle maggiore K. 113 (10′ 54”)

6.28 – 6.59

Domenico Scarlatti 1685 – 1757

Sette Sonate (30′ 34”)

7.00 – 7.34

Edvard Grieg 1843 – 1907

Concerto in la minore op. 16 per pianoforte e orchestra (33′ 26”)

7.35 – 7.53

Franz Joseph Haydn 1732 – 1809

Quartetto in si minore op. 33 n. 1 (17′ 47”)

7.54 – 8.14

Johann Nepomuk Hummel 1778 – 1837

Concerto in mi maggiore per tromba e orchestra (19′ 43”)

8.15 – 8.36

Darius Milhaud 1892 – 1974

Suite française op. 248 (20′ 18”)

8.36 – 8.59

Sergej Prokof’ev 1891 – 1953

Il tenente Kijé op. 60 Suite sinfonica (19′ 46”)

9.00 – 10.29

ALMANACCO

a cura di Claudio Martini

Il tredici marzo del 1700 nasceva a Besançon il flautista e compositore francese Michel Blavet. Benché autodidatta, suonò molti strumenti e divenne un brillante fagottista. Ma fu sopratutto il più famoso flautista virtuoso della prima metà del Settecento. Nel 1726 entrò al servizio del Conte di Carignan per il quale scrisse la sua prima composizione. Nello stesso anno strinse amicizia con l’altro grande flautista del tempo, Johann Joachim Quantz. I suoi primi concerti e sonate ottennero un immenso successo al Concert Spirituel. Fu poi per trenta anni sovrintendente della musica del Conte di Clermont, per il quale scrisse qualche piccola opera. Morì a Parigi nel 1768.

Michel Blavet 1700 – 1768

Sonata per flauto op. 2 n. 2 (11′ 37”)

Michel Blavet 1700 – 1768

Suite in mi maggiore (12′ 46”)

Nasceva a Windischgrätz, in questo giorno del 1860, il compositore austriaco Hugo Wolf. Fu artisticamente vicino a Liszt, Wagner, Bruckner e Berlioz, polemizzando con il conservatorismo di Brahms e Dvořák. La sua gloria è legata essenzialmente alla vasta produzione di Lieder, nella quale seppe essere il continuatore dello spirito di Schubert e Schumann. Il legame strettissimo fra poesia e musica ne fece l’interprete sommo della lirica di Mörike, Goethe, Eichendorff, Michelangelo. Fu anche autore di musica strumentale e di un’opera, Der Corregidor. Vittima di una grave malattia mentale, passò gli ultimi anni della sua breve vita in un manicomio a Vienna, dove morì nel 1903.

Hugo Wolf 1860 – 1903

Quattro Lieder su testi di Eduard Mörike (14′ 32”)

Hugo Wolf 1860 – 1903

Serenata italiana in sol maggiore (7′ 13”)

Hugo Wolf 1860 – 1903

Variazioni per pianoforte in sol maggiore op. 2 (11′ 29”)

Compie oggi sessantanove anni il compositore tedesco Wolfgang Rihm, nativo di Karlsruhe e una delle più importanti personalità della musica d’oggi. Nei suoi primi lavori egli sviluppò uno stile connesso alla tradizione sinfonica del passato, tanto che fu considerato addirittura “reazionario” rispetto alle avanguardie capeggiate da compositori come Boulez o Stockhausen. In realtà la sua poetica è molto personale e prende le distanze dalle rigidità delle avanguardie come dalle tendenze nostalgiche dei conservatori. Compositore molto prolifico, non considera mai un lavoro come terminato, rivedendo spesso le sue partiture e apportandovi modifiche anche consistenti.

Wolfgang Rihm 1952

Gesungene Zeit (Il tempo cantato), per violino e orchestra (24′ 17”)

10.30 – 10.40

Notiziario culturale

10.40 – 10.58

Gustav Mahler 1860 – 1911

Lieder eines fahrenden Gesellen (17′ 14”)

10.59 – 11.07

Claudio Monteverdi 1567 – 1643

Non m’è grave il morire, dal II Libro dei madrigali (7′ 16”)

11.08 – 11.15

Giovanni Battista Sammartini 1700 – 1775

Sinfonia in re maggiore per archi e continuo J-C 16 (6′ 33”)

11.16 – 11.29

Hernando Franco 1532 – 1585

Salve Regina (12′ 30”)

11.30 – 12.25

Johannes Brahms 1833 – 1897

Concerto in re minore op. 15 per pianoforte e orchestra (54′ 08”)

12.26 – 12.30

Reynaldo Hahn 1875 – 1947

Trois jours de vendange (2′ 50”)

12.30 – 12.40

Spazio informativo

12.40 – 13.00

Patrizia Montanaro 1956

Cinque Notturni per violino e pianoforte (19′ 03”)

13.01 – 13.17

Wolfgang Amadeus Mozart 1756 – 1791

Otto Minuetti K. 316g (15′ 18”)

13.18 – 13.48

LE SONATE DI CARL PHILIPP EMANUEL BACH

Carl Philipp Emanuel Bach 1714 – 1788

Sonata in la maggiore (10′ 23”)

Carl Philipp Emanuel Bach 1714 – 1788

Sonata in la maggiore (14′ 50”)

13.49 – 14.39

MITROPOULOS DIRIGE ŠOSTAKOVIČ

Dimitri Šostakovič 1906 – 1975

Sinfonia n. 10 in mi minore op. 93 (48′ 25”)

14.40 – 15.26

LYNN HARRELL SUONA RACHMANINOV

Sergej Rachmaninov 1873 – 1943

Sonata per violoncello e pianoforte op. 19 (33′ 30”)

Sergej Rachmaninov 1873 – 1943

Romanza, per violoncello e pianoforte. (2′ 03”)

Sergej Rachmaninov 1873 – 1943

Vocalizzo per violoncello e pianoforte op. 34 n. 14. (6′ 59”)

15.26 – 15.29

Paquita Madriguera

Humorada (1′ 51”)

15.30 – 15.40

Notiziario culturale

15.40 – 16.21

Felix Mendelssohn-Bartholdy 1809 – 1847

Sogno di una notte di mezza estate, Ouverture op. 21 e musiche di scena per la commedia di Shakespeare op. 61 (40′ 10″)

16.21 – 16.40

Edvard Grieg 1843 – 1907

Peer Gynt, Suite n. 2 op. 55 (18′ 37”)

16.41 – 16.52

Hamish MacCunn 1868 – 1916

Land of the Mountain and the Flood op. 3 (10′ 13″)

16.53 – 17.05

Heinrich Ignaz Franz von Biber 1644 – 1704

Sonata VII in sol maggiore, dalle Sonate a violino solo 1681 (11′ 46”)

17.06 – 17.29

Franz Joseph Haydn 1732 – 1809

Quartetto in mi bemolle maggiore op. 76 n. 6 (22′ 16”)

17.30 – 18.13

Sergej Taneyev 1856 – 1915

Trio in re maggiore op. 22 per pianoforte, violino e violoncello (42′ 30”)

18.14 – 18.30

Giuseppe Verdi 1813 – 1901

da Don Carlos: Ballo della Regina (15′ 10”)

18.30 – 18.40

Spazio informativo

18.40 – 19.11

MUSICA PER ARPA

Claude Debussy 1862 – 1918

Danza sacra e danza profana, per arpa e orchestra d’archi (9′ 51”)

Georg Christoph Wagenseil 1715 – 1777

Concerto per arpa e orchestra in sol maggiore (11′ 59”)

Louis Spohr 1784 – 1859

Variazioni per arpa op. 36 su un tema di Méhul (6′ 21”)

19.12 – 19.26

Luigi Boccherini 1743 – 1805

Sinfonia n. 19 in mi bemolle maggiore op. 35 n. 5 G. 513 (13′ 28”)

19.27 – 19.29

Marin Marais 1656 – 1728

Le jeu du Volant, dalle Pièces de viol del Quinto Libro (1′ 45”)

19.30 – 20.08

ADREI GAVRILOV SUONA HAENDEL

Georg Friedrich Haendel 1685 – 1759

Suite n. 4 in mi minore HWV 429 (14′ 22″)

Georg Friedrich Haendel 1685 – 1759

Suite n. 7 in sol minore HWV 432 (23′ 03”)

20.09 – 20.30

Ernest Chausson 1855 – 1899

Poème in mi bemolle maggiore per violino e pianoforte op. 25 (15′ 16”)

20.30 – 23.22

SERATA ALL’OPERA

Gioachino Rossini 1792 – 1868

Aureliano in Palmira, dramma serio per musica in due atti, libretto di Felice Romani (166′ 36”)

23.23 – 24.00

Franz Schubert 1797 – 1828

Sonata in la minore op. 42 D. 845 (36′ 43”)

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy