Partiture mute di Donatella Lombardo

Città: Bologna

Luogo: Museo internazionale e biblioteca della Musica

Fino a 23/02/2020

Si intitola Partiture Mute, Note a margine la mostra di Donatella Lombardo concepita per il Museo internazionale e biblioteca della Musica di Bologna. Main project di Art City Bologna 2020, l’esposizione, a cura di Uliana Zanetti, resterà visibile fino al 23 febbraio.

Si tratta di riproduzioni su tela di partiture musicali tese su piccole strutture convesse. L’artista vi sovrappone leggere trame di fili colorati avvolti su spilli e fuselli. L’associazione di queste partiture con il ricamo e la tessitura è l’esito naturale di una ricerca che, fin dai suoi esordi, si è sviluppata prevalentemente attraverso pratiche tessili. Questi lavori sono dunque il risultato di un’indagine compiuta ai margini della storiografia musicale per riscoprire le opere di compositrici poco conosciute vissute fra il XII e il XX secolo. Tra queste Hildegard von Bingen, Maddalena Casulana, Francesca Caccini, Barbara Strozzi, Isabella Leonarda, Elisabeth Jacquet de La Guerre, Fanny Hensel e Anna Bon. Donatella Lombardo tenta di riconsegnarne in chiave spaziale ritmi, cromie, intensità.

Donatella Lombardo è nata a Erice nel 1980. Si forma presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna con una tesi dal titolo Geografie dell’immagine. I percorsi del filo e successivamente presso la Facoltà di Lettere e Beni Culturali di Bologna con la tesi La percezione visiva del colore nei dipinti e gli effetti dei nuovi media nel restauro virtuale.