Una camera acustica per la Camerata di Prato

Fino a 13/10/2019

Orchestra: Camerata strumentale "Città di Prato"

Una camera acustica per la Camerata strumentale “Città di Prato”, l’Orchestra dei ragazzi Prato Sinfonietta, il Coro “Città di Prato” e soprattutto per il pubblico. A ventun’anni dal suo primo concerto, la Camerata di Prato lancia una campagna di crowdfunding per l’acquisto di una scatola sonora. Progettata da Suono Vivo, la camera acustica permette ai musicisti di ascoltarsi bene l’un l’altro e al pubblico di gustare dettagli e colori di ogni esecuzione. Si tratta di un vero e proprio strumento musicale. Per i musicisti è un abito su misura in cui sentirsi a proprio agio e dare il meglio di sé in tutte le occasioni. Per il pubblico è un abbraccio sonoro che lo trasporta dentro l’orchestra e gli permette di ascoltare la musica in tre dimensioni.

In ventun’anni la Camerata strumentale “Città di Prato” ha dato vita a una crescente attività di promozione e diffusione della musica. Sempre più persone hanno partecipato alla vita dell’orchestra. Al pubblico fedele degli inizi si sono uniti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, gli anziani delle R.S.A. del territorio e nuovi ascoltatori appassionati. Assieme alla Camerata, sono cresciuti anche l’Orchestra dei ragazzi Prato Sinfonietta, il Coro di voci bianche della Scuola Verdi e il grande Coro “Città di Prato”.

La musica è la casa di tutti: quando cantiamo, suoniamo e ascoltiamo insieme, da abitanti diventiamo cittadini. Così ora la Camerata di Prato vuole dare a tutti una vera casa: la camera acustica. Per questo chiede aiuto a tutti – aziende, privati cittadini e istituzioni pubbliche e private – per acquistare un bene collettivo di cui molti hanno già apprezzato gli effetti. I commenti del pubblico e degli artisti che l’hanno provato si possono ascoltare nel video realizzato per la campagna di crowdfunding.

https://www.youtube.com/watch?v=Ed4R96GYUwM

Le opzioni per aderire alla campagna comprendono donazioni da 10 a 1000 euro. Per scoprire e sostenere questo  progetto basta andare su eppela.com/lacasadeisuoni