I 25 anni della Camerata Strumentale Città di Prato

Care amiche e cari amici,

a novembre si inaugura la nuova Stagione di concerti della Camerata Strumentale Città di Prato. Come accade ormai da tanti anni, Rete Toscana Classica trasmetterà in diretta dal Teatro Politeama Pratese tutti gli appuntamenti del cartellone, illustrati da Sebastiano Bon.

È una Stagione speciale per l’Orchestra pratese, che festeggia i suoi venticinque anni di attività. Il primo concerto in calendario, il 17 novembre, vede Hugo Ticciati sul podio e in veste di solista nel Concerto n. 2 “In Evening Light” del compositore lettone Pēteris Vasks. Il lavoro del 2020 viene presentano in prima esecuzione italiana accanto a una celebre pagina di Arvo Pärt, Silouan’s Song, e alla Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73 di Johannes Brahms.

Il 30 novembre andrà in onda, sempre in diretta, il secondo concerto della Stagione. Ancora una volta una violinista, Sueyon Kang, nella doppia veste di solista e direttore. In programma la Sonata per violino e orchestra da camera di Alfred Schnittke, uno dei più importanti musicisti del secondo Novecento. Completeranno la serata due Sinfonie di Mozart e Rakastava op. 14 di Jean Sibelius.

Per rendere omaggio al quarto di secolo di vita della Camerata strumentale, ogni domenica sera, alle 20.30 ripercorreremo il percorso artistico dell’Orchestra attraverso le registrazioni di concerti che hanno segnato la nascita e la crescita di questo complesso sinfonico, A cominciare dal programma con cui, il 28 febbraio 1998, Alessandro Pinzauti tenne a battesimo la nuova realtà musicale toscana, formata da giovanissimi strumentisti provenienti da tutta Italia. Gli altri concerti selezionati ricorderanno il contributo che artisti come Piero Bellugi, Bruno Bartoletti, Franco Rossi, Murray Perahia, Roberto Abbado e Jonathan Webb hanno dato alla crescita artistica della Camerata strumentale in questi venticinque anni di vita.

Lunedì 7 novembre prende il via Eccellenti Musici – La musica antica e le tradizioni mediterranee, nuovo ciclo curato da Kathryn Bosi. Come suggerisce il titolo, il ciclo, realizzato dalla ex responsabile della Biblioteca musicale dello Harvard Center for Italian Renaissance Studies di Villa I Tatti, è dedicato a importanti interpreti della musica antica, anche in relazione col patrimonio delle tradizioni mediterranee.

Vi auguro buon ascolto dei programmi di Rete Toscana Classica.

Alberto Batisti

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy