Da La serva padrona di Pergolesi a Il servo padrone di Tarabella

18/04 - 20.30

Da La serva padrona di Giovan Battista Pergolesi a Il servo padrone di Aldo Tarabella. Questa sera vi proponiamo un doppio ascolto all’insegna del divertimento. Composta nel 1733 su intermezzi di Gennarantonio Federico, La serva padrona ha inaugurato il genere dell’opera buffa. La ascoltiamo nella registrazione dell’Orchestra Galilei diretta da Flavio Emilio Scogna con Erika Liuzzi nel ruolo di Serpina e Donato Di Gioia in quello di Uberto. A reinventare questo gioiello comico, o piuttosto a dargli un seguito, ci ha pensato Aldo Tarabella. Il compositore immagina una Serpina delusa dal matrimonio col padrone in un’atmosfera carnevalesca di fine Novecento. È l’occasione per il povero Uberto di riscattarsi dalla tirannia della moglie. Gli intermezzi, stavolta, sono di Valerio Valoriani. Erika Liuzzi è ancora Serpina mentre nei panni di Uberto c’è Paolo Pecchioli. Donato Di Gioia interpreta il ruolo di Vespone, che Pergolesi affidava a un mimo.