Grigory Sokolov suona Schubert e Schumann

24/05 - 13.56

Il grande pianista russo Grigory Sokolov suona la Sonata n. 14 di Franz Schubert e Carnaval op. 9 di Robert Schumann.

Scritta nel 1823, la Sonata n. 14 per pianoforte in la minore D 784 di Schubert è stata pubblicata postuma nel 1839 come op. 143, inaugurando la serie delle ultime sette Sonate. Qui il compositore austriaco giunge a definire una poetica pianistica che, scartando decisamente dal modello beethoveniano, si sviluppa secondo una logica paratattica.

Dalle Scènes musicales sur un thème connu de Franz Schubert, che Schumann scrive nel 1833, nasce Carnaval op. 9. Il compositore tedesco lo presentava così: “Le origini di questa composizione risalgono a una particolare circostanza. Una delle mie conoscenze musicali è originaria di una piccola città chiamata Asch e siccome le quattro lettere che formano questo nome si trovano anche nel mio, mi è venuta l’idea di usare il loro significato musicale come punto di partenza di una serie di brevi pezzi, come Bach aveva fatto rispetto al suo patronimico. Sollecitata la fantasia da questa trovata, un brano succedeva all’altro senza che me ne accorgessi. E siccome tutto questo succedeva durante il Carnevale del 1835, finita la composizione, aggiunsi i titoli dei singoli pezzi e la chiamai Carnaval“.

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy