La Cantate di Johann Sebastian Bach

11/08 - 10.40

Stamani vi proponiamo tre Cantate di Johann Sebastian Bach per l’ottava domenica dopo la festa della Trinità. Le eseguono The Monteverdi Choir e The English Baroque Soloists diretti da John Eliot Gardiner. I solisti sono il contralto Robin Tyson, il tenore Christoph Genz e il basso Brindlay Sherratt.

Per prima ascoltiamo Wo Gott der Herr nicht bei uns hält, Cantata BWV 178, composta a Lipsia nel 1724 ed eseguita il 30 luglio dello stesso anno. La Cantata è basata sull’inno omonimo scritto da Justus Jonas nel 1524 parafrasando il Salmo 124.

A seguire Erforsche mich, O Gott, und erfahre mein Herz, Cantata BWV 136, composta sempre a Lipsia nel 1723 ed eseguita per la prima volta il 18 luglio dello stesso anno. La Cantata è strutturata in sei movimenti: due movimenti corali all’inizio e alla fine fanno da cornice a una sequenza di recitativi e arie alternate. Il movimento di apertura si basa su un versetto del Salmo 139 mentre il corale di chiusura su una strofa dell’inno di Johann Heermann Wo soll ich fliehen hin.

In chiusura Es ist dir gesagt, Mensch, was gut ist, Cantata BWV 45, composta anche questa a Lipsia nel 1726  ed eseguita per la prima volta l’11 agosto dello stesso anno. Il libretto è tratto dal Libro di Michea, capitolo 6 versetto 8, per il primo movimento; dal Vangelo secondo Matteo, capitolo 7 versetti 22-23, per il quarto; da versi di Johann Heermann per il settimo e da testi di autore sconosciuto per i rimanenti movimenti.