La musica vocale di Luigi Dallapiccola

21/04 - 14.26

Oggi vi proponiamo due pagine di musica vocale firmata da Luigi Dallapiccola: le Parole di San Paolo e i Cinque Canti.

Scritta nel 1964, la partitura delle Parole di San Paolo presenta una particolare fisionomia timbrica. L’organico strumentale comprende flauto, flauto in sol, clarinetto, clarinetto basso, pianoforte, celesta, arpa, vibrafono, xilomarimba, viola e violoncello. Ascoltiamo questa pagina sacra nell’esecuzione di Orchestra of Our Time diretta da Joel Thome. Il testo dalla Prima lettera di San Paolo ai Corinzi è cantato dal mezzosoprano Benita Valente.

Per baritono, flauto, flauto contralto, clarinetto, clarinetto basso, arpa, pianoforte, viola e violoncello sono invece i Cinque Canti che Dallapiccola compone nel 1956. I testi sono cinque liriche greche tradotte da Salvatore Quasimodo: Aspettiamo la stella mattutina di Jone di Ceo, Dorati uccelli di anonimo, Acheronte di Licimnio, Dormono le cime dei monti di Alcmane e Ardano di Ibico. Li ascoltiamo in una registrazione dal vivo del 9 giugno 1958. Il baritono Teodoro Rovetta è accompagnato dagli Strumentisti dell’Orchestra Scarlatti di Napoli diretti da Pierre Boulez.

x

Iscriviti alla mailing list di RTC

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti indediti, i palinsesti, i programmi le novità e i nuovi servizi di RTC, iscriviti alla nostra newsletter.

Consento al trattamento, alla conservazione ed alla comunicazione dei miei dati personali con le modalità e gli scopi specificati nella Politica sulla privacy