Lorin Maazel dirige la Messa da requiem di Verdi

12/07 - 20.30

Lorin Maazel dirige la Messa da requiem di Giuseppe Verdi con i Münchner Philharmoniker e il Coro Filarmonico di Monaco. Solisti il soprano Anja Harteros, il mezzosoprano Daniela Barcellona, il tenore Wookyung Kim e il basso Georg Zeppenfeld.

Giuseppe Verdi scrisse la Messa da Requiem nel 1874 dedicandola ad Alessandro Manzoni.

Intimamente colpito dalla morte del compatriota, Verdi aveva conosciuto lo scrittore ormai anziano e ne aveva sempre ammirato I promessi sposi. Entrambi avevano condiviso i valori del Risorgimento e si erano battuti, ognuno con le proprie armi, per l’ unità d’Italia.

Verdi non partecipò ai funerali. Come scrisse alla Maffei: “Ai funerali io non era presente, ma pochi saranno stati in questa mattina più tristi e commossi di quello che era io, benché lontano. Ora tutto è finito! E con Lui finisce la più pura, la più santa, la più alta delle glorie nostre. Molti giornali ho letto. Nissuno ne parla come si dovrebbe. Molte parole ma non profondamente sentite. Non mancano però i morsi. Persino a Lui!… Oh la brutta razza che siamo!”.

La composizione della Messa da Requiem per Manzoni ebbe inizio a partire dal “Libera me Domine” scritto nel 1869 per la messa da requiem a più mani organizzata per la morte di Gioachino Rossini e mai eseguito.

La Messa da Requiem di Verdi  fu eseguita nel primo anniversario della morte di Manzoni nella Chiesa di San Marco a Milano.