OMAGGIO A PIOTR ILIJČ ČAJKOVSKIJ

14/03 - 10.40

Evgeny Svetlanov dirige l’Orchestra Sinfonica Accademica sovietica in un omaggio al grande compositore russo. Il programma alterna l’Ouverture concertante in do minore e la fantasia sinfonica Francesca da Rimini a due concerti per pianoforte e orchestra con Elena Gilels solista.

Scritto tra il 1874 e il 1874, il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in si bemolle minore, op. 23, è il più conosciuto e apprezzato dei tre composti da Čajkovskij anche grazie al grandioso incipit.

Tratto dall’episodio che vede protagonisti Paolo e Francesca nel nel Quinto Canto dell’Inferno di Dante, Francesca da Rimini è stata composta di getto nel novembre 1876 ed è articolata in tre parti. La prima evoca il vento che trascina  le anime dannate dei lussuriosi. La seconda è il canto d’amore di Francesca, mentre la terza segna il ritorno alla realtà infernale col suo eterno tormento.

Poco noto è invece il Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in mi bemolle maggiore, op. 75, composizione in un solo movimento, un Allegro brillante elaborato a partire dal primo movimento della Sinfonia in mi bemolle maggiore, abbandonata prima della conclusione.